Fallimento Civita Park,
centrodestra ritira l’ordine del giorno

CIVITANOVA - La coalizione di minoranza, che voleva chiarimenti sul fallimento della società, chiede che a dare risposte sulla vicenda sia un consiglio comunale interamente dedicato al caso e non uno spazio inserito all'ultimo
- caricamento letture
corallini marzetti morresi

I consiglieri di centrodestra Giovanni Corallini (Libera) Sergio Marzetti (Ncd) e Claudio Morresi (Insieme per Civitanova)

Il centrodestra ritira il punto all’ordine del giorno sulla Civita Park e chiede che a dare risposte sulla vicenda sia un’assise interamente dedicata e non un solo punto inserito a tarda serata. Il prossimo 3 marzo il consiglio comunale di Civitanova, fra interrogazioni e mozioni, avrebbe dovuto anche rispondere ad una richiesta urgente formulata dalla federazione del centrodestra in cui si chiedeva la convocazione di un consiglio comunale per discutere del fallimento della Civita Park e delle ricadute per la città. Ma il presidente del consiglio ha inserito la richiesta fra i tanti punti all’ordine del giorno e l’opposizione non ci sta. Questa mattina i consiglieri della minoranza hanno presentato un’ulteriore richiesta, inviata anche al prefetto in cui si chiede di ritirare il punto per il prossimo consiglio e di convocarne uno ad hoc al quale invitare anche tutti i dirigenti e referenti in grado di relazionare sui fatti e rapporti tra Civita Park e Comune, su vincoli economici e fideiussioni, oltre che su mancati pagamenti di tributi. «Abbiamo appreso con rammarico e disapprovazione che la nostra richiesta di un consiglio comunale urgente non sia stata accolta – spiega Giovanni Corallini della lista Libera – e di fatto trasformata in semplice punto, ma vista la complessità della vicenda e i chiarimenti doverosi non riteniamo che ciò sia consono perciò rigettiamo l’offerta e riformuliamo la richiesta».

(l.b.)

Articoli correlati

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X