Nuova fiera: “E’ tutto nelle mani di Silenzi”
Soldi cinesi per il Civita Center

CIVITANOVA - Il M5S contesta la delega sull'affare Palas: "Ci sono già l'assessore allo sport e quello ai lavori pubblici, perché se ne occupa il vicesindaco?". L'iper verso il trasloco e alcuni imprenditori asiatici mettono gli occhi sull'immobile
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il progetto della Civitapark

Il progetto della Civitapark

di Laura Boccanera

«Perché alla Civita Park non viene richiesto di monetizzare la metà dell’ente fiera che non verrà costruita per affidare poi ad un bando pubblico la realizzazione del palazzetto spendendo di meno? Forse perché in questo caso il procedimento non ricadrebbe più sotto le mani di Giulio Silenzi?». La domanda arriva dal M5s che ritorna sul caso Civita Park e sulle fidejussioni: «L’immobilismo dei primi 6 mesi di quest’anno che non ha visto l’Amministrazione fare un solo atto di tutela è evidente – dicono i grillini -, hanno persino approvato una variante definitiva al Piano regolatore sempre a favore della Civita Park dichiarando che al massimo in 3 settimane sarebbero arrivate le polizze fidejussorie. Solo in data 24 maggio 2013, con lettera protocollata, si invitava l’avvocato Ortenzi, difensore del comune davanti al Tar contro la Civita Park, ad adottare le iniziative giudiziarie ritenute più idonee per la miglior tutela degli interessi del comune. Ma iniziavano le uscite sui giornali del progetto palas ed il 30 agosto lo stesso Segretario Comunale chiedeva all’avvocato di sospendere ogni azione. Oggi sappiamo pure che l’avvocato che difende il Comune contro la Civita Park è lo stesso che difende il Comune a fianco della Civita Park nella causa per la rotonda ex Simonetti».
Il movimento contesta anche la delega del sindaco a Giulio Silenzi con la richiesta di portare avanti l’affare Palas: «Non abbiamo un assessore allo Sport uno all’Urbanistica ed uno ai Lavori Pubblici, perché ancora
Silenzi?».

Intanto però i lavori proseguono e spunta anche un’indiscrezione sul futuro del Civita Center: mentre infatti è ormai dato per certo lo spostamento del supermercato Iper all’interno del nuovo polo commerciale compreso nella lottizzazione Civita Park, sugli spazi lasciati liberi del Civita Center avrebbe messo gli occhi un grosso acquirente cinese interessato a comprare il complesso. Gli imprenditori del dragone rosso sono già proprietari di vaste aree commerciali come l’area Simonetti e anche di alcuni locali al centro di Civitanova, nonché di attività commerciali e di servizi. La crescita e l’espansione dei cinesi non è più solo all’ombra della Grande Muraglia. Nei giorni scorsi il sindaco ha incontrato il console cinese. Non è la prima volta che l’autorità diplomatica arriva in città.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X