La Finanza negli uffici di Mattucci
Il presidente della Civita Park:
“Sono tranquillo”

IL BLITZ - L'imprenditore è indagato insieme ad altre persone, tra cui il figlio Marco. Acquisiti documenti anche a Civitanova, dove la società sta costruendo Fiera e palas. Le Fiamme Gialle ipotizzano reati finanziari
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Mauro Mattucci presidente della Civita Park

Mauro Mattucci presidente della Civita Park

di Laura Boccanera

La Guardia di Finanza indaga sul gruppo edile Mattucci: sono circa 40 gli indagati nell’inchiesta della Procura di Pescara che riguarda le società di Montesilvano. Mattucci è anche presidente della Civita Park che a Civitanova sta realizzando il centro commerciale Adriatico di prossima inaugurazione e le opere pubbliche relative alla fiera e al palazzetto dello sport. Sulla società sono in corso accertamenti per presunti reati fiscali. Tra i 40 indagati ci sono i legali rappresentanti delle società direttamente o indirettamente riconducibili al gruppo Mattucci. Tra gli indagati anche Mauro Mattucci e il figlio Marco. Nell’ambito dell’inchiesta sono in corso numerose perquisizioni da parte degli uomini della Guardia di Finanza. Il personale delle Fiamme gialle, un centinaio di uomini in tutto, punta ad individuare e sequestrare la documentazione contabile ed extracontabile per arrivare, eventualmente, ad accertare le ipotesi investigative, che sono riconducibili a reati finanziari. Le sedi “visitate” dai finanzieri si trovano a Montesilvano e Chieti, ma anche nelle Marche e nel Lazio. Nel mirino della Guardia di Finanza ci sono anche alcuni fallimenti, ritenuti pilotati. “Siamo a disposizione della Finanza – ha commentato Mauro Mattucci – non abbiamo nessun imbarazzo rispetto alle perquisizioni se non il fastidio per vedere ancora una volta il nostro nome tirato in ballo, ma siamo fiduciosi negli accertamenti”. Il presidente della Civita Park rassicura sugli investimenti civitanovesi: “anche a Civitanova sono stati acquisiti dei documenti, ma l’inchiesta non riguarda direttamente la Civita Park e si tratta di una presunta evasione fiscale. La Civita Park non ha però alcun vincolo con la società su cui verte l’indagine abruzzese, siamo tranquilli e anche le scadenze che avevamo concordato per la consegna delle opere in città verranno rispettate senza alcun problema”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X