Fiera, Marinelli: “Corvatta pensa alla Lube
e intanto ci sono zero padiglioni”

CIVITANOVA - Per il consigliere di centrodestra l'Amministrazine ha perso di vista "la vera vocazione, commerciale e industriale, della città". Poi attacca sulle fidejussioni e i contratti
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Erminio  Marinelli

Erminio Marinelli

Da due padiglioni fieristici a zero in meno di due anni. Questa oggi è Civitanova, una città che deve far finta di avere una fiera nuova e di non vedere il degrado in cui è piombata la vecchia, situata in pieno centro, nel salotto fra la piazza e il mare“. Torna a parlare della Fiera di Civitanova il consigliere d’opposizione Erminio Marinelli, molto critico con l’Amministrazine per la gestione del polo: “Corvatta e soci pensano di averci fatto bere la balla della consegna della nuova fiera in occasione dell’apertura del centro commerciale. Pensiamo davvero che se la fiera fosse stata pronta la Giunta comunale non sarebbe corsa a tagliare un nastro, arrivando persino a negare l’accesso ai locali alla minoranza su richiesta del centrodestra? La stampa ha potuto vedere l’interno della fiera?

Più o meno tutti facciamo finta di credere che la fiera sia stata consegnata in tempo perché fermare il centro commerciale significherebbe perdere posti di lavoro, avviare cause, eccetera eccetera. Tuttavia la Regione chiede di vederci chiaro. Fidejussioni mancate, cambi di destinazione, contratti senza gare… Cosa sarebbe successo se a comportarsi così fosse stato il centrodestra? La stessa Regione dice di essere in attesa che il Comune di Civitanova si pronunci sulla destinazione dell’area della vecchia fiera in centro. Questo perché, se il Comune decide di acquistare ciò che è ancora di proprietà della Regione, il prezzo di vendita dipenderà dall’uso proposto per gli spazi: piazza e giardini, scopi sociali, locali commerciali? I ritardi, l’insicurezza, il vandalismo e la perdita dei marchi storici delle fiere sono problemi imputabili a questa maggioranza. E purtroppo, sono certo che la situazione della vecchia fiera non si risolverà a breve: l’opposizione di Centrodestra non accetterà infatti che a decidere sulla destinazione dell’area sia la sola Giunta. Attendiamo una proposta della maggioranza e una vera discussione in Consiglio, non una mera ratifica.
Facendo i migliori auguri per un progetto importante per Civitanova come quello del palazzetto, temo però che l’Amministrazione sia completamente concentrata sulla Lube e abbia perso di vista la vera vocazione della città che è quella commerciale e industriale e non quella sportiva. Un altro anno senza fiere indebolisce di più la città. Un altro anno di criminalità nei vecchi padiglioni del centro è un allarme sociale. La Regione aspetta Civitanova. L’immobilismo è colpa di Corvatta. Battiamo un colpo”.

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X