Civita Park, l’assessore Poeta replica a Mobili

CIVITANOVA - Al centro della querelle politica i documenti che fanno riferimento alla realizzazione del manto stradale nella zona della nuova fiera
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
L'assessore ai lavori pubblici Marco Poeta

L’assessore ai lavori pubblici Marco Poeta

“Felice di essere un dilettante e non un politico di professione e di navigata fama”. L’assessore ai lavori pubblici Marco Poeta risponde al consigliere Massimo Mobili che nel corso di una conferenza stampa relativa all’utilizzo dei materiali utilizzati dalla Civita Park per la realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria ha contestato all’assessore di aver richiesto la relazione del collaudatore, morto da circa un anno alla data della richiesta (leggi l’articolo). “In merito alle affermazioni di Mobili – dice Poeta –  ricordo che la lettera cui fa riferimento, quella del 28 novembre scorso, non era indirizzata al collaudatore deceduto, come ironizza l’ex sindaco, bensì al dirigente di settore e Rup (Responsabile unico del procedimento), cioè Capozucca, al quale ho chiesto di rendicontare quanto fatto successivamente all’informazione di fine maggio sull’uso dei materiali per le strade. I casi sono due: o Mobili non sa leggere,oltre ad avere la memoria corta come sostiene la Civita Park, oppure continua semplicemente a fare dell’ironia con il risultato che non era simpatico da indaco, figuriamoci ora che è consigliere di opposizione”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X