Il nuovo palas infiamma Giulianelli:
“A Civitanova la politica del fare,
a Macerata quella del dire”

L'INTERVISTA - La soddisfazione del patron della Lube: "Complimenti all'amministrazione Corvatta. I politici del capoluogo in 23 anni non hanno capito il nostro valore e hanno sciupato anche l'ultima occasione per realizzare una struttura a Montecassiano". Il 27 gennaio contro il Fenerbache l'esordio nel nuovo impianto: "Da febbraio sarà la nostra casa. Successivamente anche il settore giovanile lascerà il Fontescodella"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il nuovo palazzetto dello sport di Civitanova

Il nuovo palazzetto dello sport di Civitanova

Il patron della Lube Fabio Giulianelli

Il patron della Lube Fabio Giulianelli

di Andrea Busiello

“In 23 anni Macerata non ha capito il valore della nostra società. Civitanova nel giro di pochi mesi ha dimostrato qual è la differenza tra la politica del dire e quella del fare”. E’ la voce del patron della Lube Fabio Giulianelli che gioisce per aver trovato una degna casa alla sua creatura: “A prescindere dai colori politici, quando un’amministrazione fa i fatti è da lodare e Civitanova ha realizzato una struttura eccezionale che sarà al servizio di tutto il territorio, non solo della Lube”. Il nuovo impianto è stato completato nei giorni scorsi (leggi l’articolo):  “Il nostro esordio nel nuovo palazzetto – annuncia Giulianelli –  è fissato per il 27 gennaio alle 20.30 quando ospiteremo i turchi del Fenerbache nella decisiva sfida del girone di Champions League”.

Allenamenti e partite del girone di ritorno saranno a Civitanova?

“Da febbraio Civitanova sarà la nostra nuova casa e faremo degli abbonamenti per il girone di ritorno. In questi giorni di festa non abbiamo ancora pensato bene all’aspetto logistico ma nei prossimi giorni ne parleremo con coach Giuliani e con il suo staff per prendere una decisione insieme”.

Il sindaco Corvatta nel nuovo palazzetto dello sport costruito a Civitanova

Il sindaco Corvatta nel nuovo palazzetto dello sport costruito a Civitanova

Il settore giovanile biancorosso continuerà a lavorare a Macerata?

“Per ora si. L’idea è che anche loro piano piano si spostino tutti a Civitanova”.

Lei ha visto la nuova struttura?

“Non ho ancora avuto il piacere ma in molti me ne hanno parlato bene. Non vedo l’ora di viverla dall’interno, per ora posso solo fare i complimenti per essere riusciti a creare questo palazzetto nel giro di pochi mesi”.

Ci diceva che Macerata ha avuto anche l’ultima chance per “battere” Civitanova…

“Si, nella nuova area commerciale che si è sviluppata a Montecassiano, al confine con Villa Potenza,  c’erano le condizioni per poter realizzare un palazzetto ma evidentemente non rientrava nelle priorità”.

La sconfitta di Molfetta è la terza consecutiva per la sua squadra (leggi l’articolo). Cosa manca a questo gruppo?

“Un leader. Siamo reduci da tre brutte partite e mi auguro che invertiamo subito la rotta sin dalla gara di domani (domenica) in casa contro la capolista Modena perchè la Lube non è abituata a perdere”.

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X