Lavori in corso per la piscina
Ma è quella della Filarmonica

MACERATA, L'ANTICIPAZIONE - Mentre il polo natatorio di Fontescodella resta in stand by, è stato aperto da alcuni giorni in via Ghino Valenti il cantiere per la riqualificazione della struttura di proprietà della società filarmonico drammatica. Il presidente Alfonso Cacchiarelli aveva annunciato lo scorso anno l'intenzione di aprire le vasche e di dotarle di una copertura mobile
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

piscina filarmonica

Lavori in corso nella piscina di via Ghino Valenti

 

Il presidente della Socetà Filarmonica, Alfonso Cacchierelli

Il presidente della Socetà Filarmonica, Alfonso Cacchierelli

di Alessandra Pierini

(foto di Guido Picchio)

«La piscina la facciamo noi». L’annuncio un anno fa. Ma la piscina la sta facendo davvero Alfonso Cacchiarelli, il presidente della società filarmonico drammatica di Macerata (leggi l’articolo) che a quanto pare non si è lasciato intimorire dalle perplessità manifestate allora dal sindaco Romano Carancini, impegnato nel progetto dell’impianto natatorio di Fontescodella (leggi l’articolo) e ha proseguito dritto per la sua strada. Da alcuni giorni, nella struttura di via Ghino Valenti, è stato aperto il cantiere per la riqualificazione della struttura esistente. Anche oggi, nonostante la pioggia di questa mattina i lavori proseguono a pieno ritmo. La notizia dell’avvio dei lavori è stata tenuta nascosta ma i movimenti di questi giorni non sono passati inosservati e, come promesso da Cacchiarelli, le vasche potrebbero essere pronte per giugno.

«Ce lo chiede la città» aveva detto il 30 maggio scorso Cacchiarelli, abbattendosi come un fulmine nel dibattito sulle piscine cittadine. Il presidente della filarmonico-drammatica aveva ipotizzato costi per un milione di euro per l’ampiamento dell’impianto e per una struttura con copertura mobile per il doppio uso, estivo e invernale, chiedendo anche la collaborazione del Comune. Il sindaco Carancini, da parte sua, aveva rispedito l’invito al mittente e aveva parlato di «un piano per ostacolare le piscine di Fontescodella» ricordando anche che « già nel 2009 la Filarmonica, intraprese lo stesso tipo di discorso, indicando precisi soggetti privati che avrebbero preso in gestione la totalità del centro per un periodo di 25 anni, ma poi a due giorni dalla chiusura della trattativa la società si tirò indietro».

Romano Carancini, sindaco di Macerata

Romano Carancini, sindaco di Macerata

In questi mesi Carancini ha proseguito sulla sua strada e lo scorso ottobre ha firmato il contratto con la Fontescodella Spa (leggi l’articolo). «Dopo quell’atto si è provveduto ad espletare la pratica di frazionamento indispensabile per procedure alla costituzione del diritto di superficie e alla successiva apposizione dei paletti strumentali anche alla esatta delimitazione e controllo dell’area da parte del concessionario» ha detto il primo cittadino nei giorni scorsi, per spiegare i paletti apparsi nell’area quando le piscine di Fontescodella sono diventate tema ricorrente della campagna elettorale per le primarie che si svolgeranno domenica prossima (leggi l’articolo).

Nel frattempo la società filarmonico drammatica che, già lo scorso anno aveva iniziato un percorso di riqualificazione affidando la gestione del ristorante ai Cerchi di Sarnano, va avanti nel suo intento, riproponendo una struttura, in passato molto frequentata e che potrebbe rappresentare un concorrente per le nuove piscine di Fontescodella, la cui mole presuppone che non ci siano altri impianti nel territorio comunale, capaci di attrarre utenza.

piscina filarmonica 5

 

piscina filarmonica 4
piscina filarmonica 3 piscina filarmonica 2

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X