L’ultimatum di Netti
alla Fontescodella Piscine
Consegna del cantiere entro il 30 giugno

MACERATA - Il Consiglio comunale ha approvato in sede di bilancio un ordine del giorno firmato dal capogruppo del Pd e da 19 consiglieri che non esclude, in caso di mancato rispetto dei termini, la risoluzione del rapporto. Ha votato a favore anche il sindaco Carancini: "Non possiamo sprecare un'occasione come questa quando siamo ad un centimetro dal traguardo"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Andrea Netti, capogruppo Pd

Andrea Netti, capogruppo Pd

di Alessandra Pierini

L’impianto natatorio di Fontescodella irrompe in Consiglio comunale durante la discussione del bilancio e lo fa con un ordine del giorno tranchant, presentato da Andrea Netti e firmato da ben 18 consiglieri di maggioranza, che pone il 30 giugno come termine ultimo per la consegna del cantiere delle piscine.
L’atto, approvato con 15 voti favorevoli, compreso quello del sindaco Romano Carancini, non esclude la risoluzione del rapporto con la società Piscine Fontescodella S.p.a. per cause imputabili alla concessionaria.
Così il capogruppo Netti ha scelto la discussione del bilancio, atto principe dell’amministrazione, per sollevare ancora una volta, come aveva già fatto nel direttivo del Pd (leggi l’articolo) una questione che gli sta particolarmente a cuore. «Mi dedico da tempo alla questione – ha spiegato Netti –  prendo atto che ci sono delle difficoltà, non si può andare avanti così, è necessario  mettere un paletto. Fermo restando l’interesse a fare le piscine, è necessario assumere atti conseguenti non escludendo la risoluzione del contratto. Abbiamo perciò invitato l’amministrazione a valutare soluzioni alternative per giungere comunque all’obiettivo. L’ordine del giorno approvato oggi e firmato da ben 19 consiglieri è una pietra politica molto importante e detta la linea da seguire».

Il progetto della Fontescodella spa

Il progetto della Fontescodella spa

In questo modo, per la Fontescodella S.p.a. che non aveva nascosto difficoltà oggettive, specie dopo il fallimento della Sielpa, azienda capofila, la ricerca di una soluzione si fa alquanto pressante.
Sotto il profilo politico, non realizzare entro la fine del mandato Carancini le piscine, definite da sempre dal sindaco priorità delle priorità, sarebbe di certo un pessimo biglietto da visita per la coalizione di centro sinistra alle amministrative del 2015 ma la cosa non preoccupa il capogruppo del Pd: «Si tratterà solo di far capire ai cittadini che 
le difficoltà sono state tante ed esterne all’amministrazione nell’ultimo anno e mezzo. Le responsabilità non sono attribuibili in via esclusiva all’amministrazione».

E’ fiducioso il sindaco Romano Carancini: «L’odg presentato dal Pd – sottolinea il primo cittadino – non è incompatibile con la linea dell’amministrazione. A nostro parere ci sono ancora le condizioni e la volontà da parte dell’azienda di andare avanti. il contratto di concessione è un rapporto sinergico pubblico privato e ha bisogno continuo di allineamenti. Il fallimento di Sielpa, azienda capofila, ci spinge dare massima disponibilità agli approfondimenti dell’azienda, poi ci sarà un momento in cui le decisioni andranno prese. L’odg del Pd mira a riaffermare la volontà di fare le piscine e io sono d’accordo. Non possiamo sprecare un’occasione come questa essendo arrivati ad un centimetro dal traguardo. Dobbiamo fare tutto il possibile, non ad ogni costo, ma nei tempi possibili  per raggiungere il risultato. Noi abbiamo fatto il percorso in maniera netta, ora bisogna completare questo pezzo di strada con fiducia e determinazione, consapevoli che una grande opera potrebbe partire. I rapporti con la società sono costruttivi, non c’è conflitto e su questo speriamo che si possa costruire quest’ultimo tratto».

 

 

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X