Carla Messi attacca il voto di scambio:
“Scegliete gli onesti, non chi fa favori”

MACERATA VERSO LE ELEZIONI - Appello finale della candidata sindaco dei 5 Stelle che non teme il voto disgiunto: "L'importante è che venga eletta gente per bene, anche nelle altre liste". Domani sera concerto dei Mortimer Mc Grave in piazza Mazzini: "I giovani devono incidere". Poi torna sui parcheggi: "Tariffa unica per tutti"
- caricamento letture
Carla Messi

Carla Messi

 

di Gabriele Censi

«Domenica la passo a cucinare per 50 persone a Camerino nell’azienda agricola di mio marito, poi dopo aver sistemato tutto vengo a Macerata per votare. Non posso mancare, e invito tutti i maceratesi a farlo senza farsi condizionare dalle tante promesse di questi ultimi giorni, avere un  marciapiede è un diritto e non un favore. Onestà è anche questo, non è solo non rubare».  E’ questa la chiusura dell’ultima conferenza stampa prima del voto di Carla Messi che dà anche il menu (ravioli ricotta e asparagi e tagliatelle al cinghiale). La candidata sdrammatizza così e annuncia l’appuntamento finale della campagna elettorale dei 5 Stelle che sarà dedicato ai giovani, domani sera (giovedì) in piazza Mazzini con il concerto dei Mortimer Mc Grave alle 21,30. Poi si toglie anche qualche sassolino dalle scarpe citando il voto di scambio come pratica che porta allo sfascio totale: «Invito a non cadere nelle trappole delle promesse che sono come polvere negli occhi. Non si può avere fede cieca in un partito che candida persone non eleggibili, parlo della Campania, ma anche a Macerata abbiamo casi di candidati con accertamenti in corso. O sei cieco o ti aspetti dei favori, non ho una terza risposta. Ho proposto con una battuta elezioni ogni anno, visti i tanti lavori che si fanno nel mese precedente, Macerata sarebbe una città bellissima».

I Mortimer Mc Grave

I Mortimer Mc Grave chiudono la campagna elettorale in piazza Mazzini

La candidata sindaco del M5s sui giovani  chiede che la loro presenza nelle amministrazioni sia concreta: «Dobbiamo ascoltarli ma debbono anche incidere, così possono superare il loro scoraggiamento per il futuro e soprattutto per il mondo della politica». Messi torna anche su temi già trattati come piscine e parcheggi precisando: «Su Fontescodella ho ricevuto la richiesta di salvare l’area verde, vedremo tutte le possibilità, sicuramente il progetto potrà avere seguito solo se ridimensionato, sul ParkSi non possiamo spendere milioni per comprare ciò che è nostro, bisogna solo fare un accordo per avere una tariffazione unica per tutti i parcheggi, ne trarrà beneficio anche il commercio nel centro storico».

Carla Messi 5 stelle 3 (foto MS)Infine interviene sul voto disgiunto: «Non è una mia preoccupazione perchè se sarò sindaco sarà importante che in consiglio siedano persone oneste e ce ne sono anche nelle altre liste. La scelta sta ai cittadini».

A proposito di questa possibilità ricordiamo che il voto disgiunto, non ammesso alle regionali e nei piccoli comuni, permette invece a Macerata di esprimere la propria scelta nella scheda azzurra con una croce sul nome di un sindaco e contemporaneamente mettendo una seconda croce su una lista a lui contrapposta. Il meccanismo apre la possibilità, solo teorica con piccoli scarti ma più concreta in caso di uso diffuso, dell’elezione di un primo cittadino senza la maggioranza consiliare.

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X