Cena dei Fratelli d’Italia:
“Mosca condanna il passato,
Pantana accoglie gli ex del centrosinistra”

MACERATA VERSO LE ELEZIONI - Claudio Carbonari e Paolo Renna spiegano le ragioni della scelta politica: "E' stata lei a metterla sul personale arrivando a far redigere una diffida. Siamo sempre stati contrari alle infiltrazioni di candidati provenienti dal centrosinistra che ora troviamo nelle sue liste". AGENDA - Domani Rocella (Ncd) all'Excelsior e Gasparri (FI) in Galleria Scipione. Domenica Tajani ai Giardini Diaz
- caricamento letture
Fratelli d'Italia cena da Rosa 6

La cena al ristorante da Rosa coni candidati di Fdi e

Fratelli d'Italia cena da Rosa 5

Claudio Carbonari

Cena conviviale all’insegna della compattezza politica e programmatica al ristorante da Rosa per il candidato sindaco di Macerata Maurizio Mosca e il candidato al consiglio regionale per Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale Claudio Carbonari. Durante l’incontro a cui hanno partecipato anche alcuni componenti della lista di Fdi alle comunali, tra cui l’ex assessore provinciale Andrea Blarasin e il coordinatore Fdi Paolo Renna, Carbonari ha chiarito alcuni punti della dinamica che ha portato al sostegno di Mosca nella tornata amministrativa. «Abbiamo scelto la persona migliore per la politica migliore – ha detto Carbonari – sia io che Andrea ci siamo spesi nel tentativo di trovare un candidato unitario ma abbiamo riscontrato delle ambiguità in una certa parte del centro destra che attualmente appoggia Deborah Pantana. Abbiamo sempre chiesto una guida competente, seria e leale ma non c’è stato il volere di arrivare alla sintesi. Così come si è scelto di fare in regione evitando di appoggiare il governatore uscente Spacca». In una nota Renna interviene sulle ultime dichiarazioni di Deborah Pantana secondo cui il mancato appoggio alla sua candidatura da parte di Fdi, sarebbe derivato da “questioni puramente personali”.

Fratelli d'Italia cena da Rosa Maurizio Mosca 1

Paolo Renna e Maurizio Mosca

«Con riferimento alle dichiarazioni rilasciate dalla candidata a sindaco Deborah Pantana (leggi l’articolo) ritengo doveroso precisare quanto segue. La sua affermazione, secondo cui Fratelli D’Italia – Alleanza Nazionale non si è alleata con lei per questioni personali è un’ illazione assolutamente infondata e costituisce una delle tante “inesattezze” di cui fa largo uso in questo periodo di campagna elettorale, oltre ad essere altamente rappresentativo della sua personalissima visione dei fatti. Come ben sanno anche molti dei suoi alleati, il nostro partito ha provato strenuamente sino all’ultimo istante a trovare una composizione tra le forze in gioco per dare all’elettorato maceratese una proposta alternativa all’attuale amministrazione che fosse il più possibile partecipata e condivisa.
A seguito di un preciso mandato elaborato dalla direzione provinciale del partito ( e per la verità caldeggiato anche da alcuni amici che la sostengono) le era stato formulato un invito, una proposta di carattere squisitamente politico che avrebbe rappresentato un segno di trasparenza e partecipazione con la cittadinanza maceratese desiderosa di “cambiare pagina”. Invito che, non solo non ha considerato, finanche con un diniego, ma a cui ha risposto in maniera assolutamente inaccettabile per una persona che ambisca ad essere il sindaco della città di Macerata.

Fratelli d'Italia cena da Rosa Andrea Blarasin 9

Andrea Blarasin

E la questione, esclusivamente e squisitamente politica, è stata proprio lei a trasporla su piano “personale”, arrivando a far redigere una “diffida”, peraltro priva di alcun significato, perché ha avvertito la proposta come “altamente lesiva” della sua persona.
Non solo, c’erano già le avvisaglie di una “infiltrazione” (peraltro sia a livello comunale sia a livello regionale), tra i possibili candidati e i possibili alleati che, politicamente, ritenevamo, e riteniamo, non condivisibile e inaccettabile.
Ovviamente il nostro partito ha preso atto di questo atteggiamento piuttosto “autoritario” della candidata sindaco e non ha esitato a scegliere quel candidato che, per qualità umane e capacita professionali incarnasse meglio, secondo il nostro modestissimo parere, la figura di candidato ad amministrare la città. Scelta di valori e principi, dunque, portata avanti con determinazione e fermezza anche nelle scelte che il partito ha fatto per le elezioni regionali.
Fratelli d'Italia cena da Rosa Maurizio Mosca 4E, in chiusura, una nota proprio su questo. Maurizio Mosca ha dato atto, fin dalla sua discesa in campo, di totale distacco e riprovazione per il comportamento tenuto dalla sinistra nella nostra città, nonostante qualcuno lo tacciasse di essere il “sicario” mandato da qualcuno. Né, d’altro canto, può essere ritenuto responsabile per le cose giuste o sbagliate fatte da persone elette con la sua lista ben dieci anni fa e, a ben guardare, questo si nota bene anche dalla composizione della “sua” lista civica dato che non figura nessun esponente di passate amministrazioni. Altrettanto invece non si può dire per alcune liste ed alcuni candidati che competono al comune in sostegno della Pantana, ed in regione con Spacca. Ciò detto, auguriamo alla Pantana ogni fortuna elettorale, invitandola a prestare maggiore attenzione alle proprie affermazioni e ricordandole che il “nemico” è dall’altra parte».

AGENDA ELETTORALE – Venerdì 22 maggio, alle 18.30, nel cine­teatro Excelsior si terrà un incontro dibattito sul tema “Giù le mani dalla famiglia”. All’incontro parteciperà l’onorevole Eugenia Roccella (Ncd). A seguire sono previsti gli interventi di Francesca D’Alessandro (Macerata nel Cuore), Gabriele Mincio (Ncd) e Francesco Massi (Area Popolare).

Sempre domani alle 18,30 arriverà a Macerata il vice presidente del Senato Maurizio Gasparri che parteciperà ad un incontro in Galleria Scipione con Fabio Pistarelli, candidato di Fi al consiglio regionale e Deborah Pantana. Antonio Tajani, vice presidente della Comissione Europea, sarà invece in città domenica alle 10.30 per un incontro con i candidati ai giardini Diaz. 

(foto Andrea Petinari)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X