Pantana: “Le piscine di Fontescodella,
l’ennesima incompiuta di Carancini
Noi le faremo con 4 milioni”

MACERATA - Il candidato sindaco rivela che sarà assegnato l'inizio dei lavori: "A 25 giorni dal voto l'ennesimo spot elettorale, un colpo mortale per la città". La sua proposta: "Scissione immediata del contratto e realizzazione dell'impianto con i soldi del mutuo già pagato"
- caricamento letture
Il candidato sindaco Deborah Pantana ha annunciato la sua proposta per le piscine di Fontescodella

Il candidato sindaco Deborah Pantana ha annunciato la sua proposta per le piscine di Fontescodella

di Alessandra Pierini

E’ l’impianto natatorio di Fontescodella a Macerata il nervo scoperto dell’amministrazione Carancini che il candidato sindaco Deborah Pantana ha deciso di attaccare subito dopo la presentazione delle liste elettorali (leggi l’articolo). «Non vogliamo l’ennesima incompiuta, noi proponiamo di fare le piscine con i 4 milioni di euro del mutuo già pagato» esordisce la Pantana la quale rivela che, secondo le sue fonti, nel pomeriggio Romano Carancini firmerà, come previsto dal contratto integrativo, l’atto di inizio lavori, affidandoli alla Fontescodella spa. «A 25 giorni dalle elezioni – commenta l’aspirante sindaco – Carancini, con superficialità tenta di realizzare l’ennesimo spot elettorale con un atto che metterebbe davvero in discussione l’opera. Lo hanno già fatto in passato per il palasport a Villa Potenza. Allora Giorgio Meschini presentò accordi di programma e piani finanziari ma non si fece nulla. In questo caso la situazione è ancora più grave perchè Carancini sta impegnando la futura amministrazione».
Deborah Pantana_Foto LB (2)I dubbi della Pantana sono diversi: «Ad oggi non sappiamo ancora se la ditta ha stipulato un mutuo per ottenere liquidità per l’impianto, il Comune è creditore nei confronti della Fontescodella spa di un milione di euro che la ditta ha disconosciuto perchè non ha liquidità, come farà a fare un’opera di 17milioni?». Ricorda poi i lavori in corso alla piscina della Filarmonica in via Ghino Valenti: «Il sindaco fa finta che la Filarmonica non esiste e non prende contatti perchè ostinato a dare l’ennesimo colpo mortale a Macerata. Sta impegnando il Comune in maniera sconsiderata senza progettualità per il futuro»
La candidata, appoggiata da Forza Italia, Popolari per l’Italia e da 5 liste civiche non si limita alla critica ma passa a proporre: «Tra i punti del nostro programma abbiamo inseritola realizzazione di una piscina, senza beauty farm e accessori che a Macerata non servono, al costo di 4 milioni di euro. Scinderemo il contratto e la pagheremo con i soldi del mutuo già acceso con l’università che, grazie alla decisione seria da parte del rettore, finora non ha pagato la sua parte. Sarà economicamente sostenibile». E come affronterebbero la Pantana e i suoi eventuali penali per il mancato rispetto degli accordi? «In ogni caso – conclude – la rescissione sarà più conveniente ma sono sicura che anche i privati avranno tutto l’interesse a trovare un’altra soluzione».

(Foto di Lucrezia Benfatto)

Articoli correlati

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X