Seminara, niente Assise
I giudici: “Reati non di nostra competenza”

DELITTO SARCHIE' - Oggi doveva celebrarsi la prima udienza ma gli atti del processo sono tornati alla procura che ora chiederà nuovamente il giudizio immediato cautelare. La figlia Jennifer: "Un anno vissuto come fossero dieci"
- caricamento letture
Santo Seminara (foto di Lucrezia Benfatto)

Santo Seminara (foto di Lucrezia Benfatto)

 

di Gianluca Ginella

Nulla di fatto al processo di Corte d’assise che doveva aprirsi oggi al tribunale di Macerata per uno dei 4 indagati nell’ambito dell’omicidio di Pietro Sarchiè, il 41enne Santo Seminara. I giudici hanno ritenuto che l’Assise, che giudica reati che prevedono come pena massima l’ergastolo, si sono dichiarati incompetenti per materia perché a Seminara vengono contestati reati di favoreggiamento, ricettazione, riciclaggio. Valutato questo, i giudici hanno rimesso gli atti alla procura che ora chiederà il giudizio immediato cautelare, questa volta davanti al collegio del tribunale di Macerata. In realtà Seminara era finito sotto accusa in Corte d’assise perché il suo reato era connesso all’omicidio di Pietro Sarchiè. Poi però i due indagati cui viene contestato l’omicidio, Giuseppe Farina e Salvatore Farina hanno chiesto di fare il processo con rito abbreviato (l’udienza è fissata l’8 luglio).

Jennifer Sarchiè e Ave Palestini questa mattina in tribunale

Jennifer Sarchiè e Ave Palestini questa mattina in tribunale

Questa mattina era assente Seminara, che si trova agli arresti domiciliari (c’era però la moglie che ha seguito l’udienza seduta in fondo all’aula) mentre erano presenti la figlia del commerciante di pesce ucciso, Jennifer Sarchiè, il figlio Yuri, e la moglie Ave Palestini. Si sono costituiti parte civile, assistiti dall’avvocato Mauro Gionni. “E’ stato un anno che è passato come ne fossero passati dieci, è come se fossimo invecchiati di 10 anni – dice Jennifer dopo l’udienza -. Tutti i giorni penso a mio papà”.

 

 

 

 

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X