Vendita Maceratese,
Piangiarelli può escutere
la fidejussione di 275mila euro

CALCIO - La decisione è del tribunale di Ancona. Ora il proprietario delle quote della società, può chiedere a Spalletta e Confidi supremo la somma. Si tratta della differenza sul prezzo che l'imprenditore non aveva mai versato a lui e a Maria Francesca Tardella
- caricamento letture

 

Massimo-e-Giancarlo-Nascimbeni_Tardella_Foto-LB.jpg-2-400x267

Gli avvocati Massimo e Gaincarlo Nascimbeni con la presidente Maria Francesca Tardella

 

di Gianluca Ginella

Cessione Maceratese, la fidejussione di 275mila che non venne pagata da Filippo Spalletta quando acquistò il club da Maria Francesca Tardella e Gianni Piangiarelli, può ora essere escussa. A dirlo il tribunale di Ancona – sezione imprese – che ha accolto le tesi degli avvocati Giancarlo e Massimo Nascimbeni, procuratori e difensori di Gianni Piangiarelli e Maria Francesca Tardella (che era già stata estromessa dal procedimento cautelare in prima fase dal giudice monocratico del Tribunale delle imprese di Ancona). I legali avevano proposto reclamo, lo scorso 21 marzo, contro la decisione del tribunale di Ancona che aveva dato ragione all’imprenditore italosvizzero. Il giudice aveva ordinato, con provvedimento cautelare d’urgenza, a Confidi supremo di non pagare la fidejussione e condannato Piangiarelli a pagare le spese legali a Spalletta. Per quanto riguarda invece Maria Francesca Tardella, all’epoca presidente del club, il Tribunale aveva dichiarato il difetto di legittimazione passiva ritenendola estranea al rapporto di garanzia.

spalletta_foto-LB

Filippo Spalletta

Spalletta aveva presentato ricorso sia verso la ex presidente del club biancorosso, che verso Gianni Piangiarelli (formalmente titolare delle quote del club), che verso Confidi supremo (in questo caso per evitare venisse pagata la fideiussione in favore di Piangiarelli). La vicenda riguarda il pagamento delle quote del club della Maceratese che era stata acquistata da Spalletta nel novembre del 2016. L’imprenditore italo svizzero aveva pagato solo una parte dei 304mila euro previsti. Spalletta lamentava che sarebbero stati taciuti debiti al momento dell’acquisto del club e da qui è nata la decisione di non versare il resto. A quella sentenza gli avvocati Giancarlo e Massimo Nascimbeni avevano fatto ricorso.

piangiarelli

Gianni Piangiarelli

Una ordinanza, «non più impugnabile che definisce il procedimento cautelare a suo tempo promosso da Spalletta Filippo – dicono i legali –, il quale è stato condannato a rifondere per le spese sostenute da Piangiarelli e Tardella per la loro difesa nei vari giudizi cautelari la somma complessiva di circa 43.500 euro (il primo fu dichiarato viziato di incompetenza territoriale dal Tribunale di Macerata, il secondo correttamente proposto avanti al Tribunale delle imprese di Ancona ed accolto dal Giudice monocratico di quel Tribunale ed infine il reclamo da noi proposto avverso quella decisione da noi ritenuta ingiusta e conclusosi ora con il totale accoglimento da parte del Tribunale collegiale delle imprese di Ancona avuto riguardo anche alle spese di assistenza legale). La decisione – proseguono i legali – determina in via cautelare definitiva (fatta salva la facoltà di controparte di iniziare una lunga e dispendiosa causa di merito che comunque non sospenderebbe l’esito favorevole del giudizio cautelare conclusosi come sopra) il diritto del signor Piangiarelli di escutere immediatamente la fideiussione di euro 275mila, che rappresenta il residuo del prezzo di vendita delle quote della S.S. Maceratese, nei confronti di Confidi Supremo e del signor Spalletta, obbligati al pagamento in solido tra loro».

 

Acquisto quote Maceratese, il giudice dà ragione a Spalletta: per ora non paga i 275mila euro

 

 

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X