La Lega Pro stoppa
l’asse Macerata-Matelica
Mosca: «Ci aspettavamo una deroga»

SOMMA ALGEBRICA - La delusione dell'ex presidente della Maceratese: «Stupito dalla loro indifferenza sul valore etico che un settore giovanile bene organizzato ed efficiente avrebbe avuto per i ragazzi del nostro territorio colpito dai recenti eventi sismici». Previsto incontro con Canil per decidere modalità e tempi della collaborazione
- caricamento letture
enrico-maria-scattolini-1-325x346

Enrico Maria Scattolini

 

di Enrico Maria Scattolini

DUNQUE LA GEOGRAFIA si sta opponendo impietosamente (-) al progetto di Mauro Canil e Maurizio Mosca del gran calcio nell’entroterra maceratese.

I CHILOMETRI CHE SEPARANO MACERATA E MATELICA si stanno infatti rivelando un insormontabile ostacolo (-) man mano che si scorrono e si approfondiscono le carte federali.

MANCA LA CONTIGUITA’ FRA LE DUE CITTA’ (-). Invece imprescindibile sia al vertice dell’ipotesi della domanda di ripescaggio in terza divisione della squadra dell’imprenditore veneto, sia in quella del piano b di un’altra stagione tra i dilettanti.

DA POTER GIOCARE ALL’HELVIA RECINA, dopo l’anno sabbatico (-).

CON SIMBOLI che riescano ad esprimere e sintetizzare(+) il dna delle due anime del progetto.

SALVO CHE NON SI VOGLIA SACRIFICARE un secolo di storia (+) della patria del Verdicchio.

IPOTESI INIMMAGINABILE, quindi conseguente situazione di stallo (-).

MA ANCHE PREVEDIBILE (-), conoscendo i regolamenti.

mosca-facebook

Il commento di oggi di Maurizio Mosca sul suo profilo facebook

MAURIZIO MOSCA cancella subito il sospetto di eventuali amnesie (+):”Certo che siamo a conoscenza della normativa, ma tutti noi- Canil ed il sottoscritto per primi -confidavamo nella comprensione della Lega per ottenere una deroga.”

CHE INVECE E’ STATA DECISAMENTE RIFIUTATA (-), al punto di indurre il Matelica a rinunciare alla domanda di ammissione al professionismo attraverso la classifica di merito disegnata dai recenti play off del campionato nazionale dilettanti.

“QUELLO CHE MI HA PARTICOLARMENTE COLPITO –prosegue Mosca – è stata l’indifferenza con cui la controparte ha sorvolato sul valore etico che un settore giovanile bene organizzato ed efficiente – così come delineato da Canil- avrebbe avuto per i ragazzi del nostro territorio colpito dai recenti eventi sismici”.

PROBABILMENTE LO STESSO SENTIMENTO la scorsa estate provato dal sindaco Carancini di fronte alla risolutezza dimostrata dall’allora presidente della Figc ,Tavecchio(-), inflessibile nel negare appelli alla disperazione della Maceratese.

LA VIA D’USCITA DALL’IMPASSE è stata comunque disegnata da Canil (+).

LA SUA INTENZIONE DI NON ABBANDONARE DEFINITIVAMENTE IL PROGETTO pone il “Gruppo Mosca “di fronte ad una scelta:
Confermare la sinergia dell’asse Macerata-Matelica anche nel prossimo campionato che quest’ultima disputerà in serie D, però a cinquanta chilometri di distanza dall’Helvia Recina, puntando decisamente alla promozione ed in tal modo acquisendo il diritto di giocare quello successivo nello stadio maceratese?; oppure riposizionarsi su obiettivi più limitati, che però potrebbero avere il pregio di evitare al calcio cittadino il rischio di un probabile secondo anno sabbatico? Con l’intervento di Carancini,libero da condizionamenti.

Riservandosi eventualmente di riannodare il feeling con Canil al momento opportuno,visto che un Matelica “autonomo” avrebbe in ogni caso adeguate possibilità di successo finale.

“CI DOBBIAMO RIFLETTERE, nelle prossime ore ne parlerò con Canil(+) “. E’ la risposta del dottor Mosca che poi ha commentato la vicenda nel suo profilo facebook (nella foto).

HO MOTIVO DI RITENERE che il nodo potrebbe essere sciolto nel week end. (+)

Asse Macerata-Matelica, niente serie C Canil: «Costretti a ripartire dalla D» Rinviato il trasferimento nel capoluogo



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X