Mosca rilancia l’asse Macerata-Matelica:
«Progetto Canil ambizioso,
unire le forze per la Lega Pro»

L'EX PRESIDENTE della Maceratese è ottimista: «Grazie a lui vogliamo provare a costruire una squadra che faccia calcio a grandi livelli. Il piano nei prossimi giorni sarà presentato al sindaco Carancini. La politica non c'entra niente, non mi ricandiderò». Lo stadio Helvia Recina carta decisiva per il ripescaggio
- caricamento letture

 

Maurizio-Mosca_Foto-LB-2-e1501958900907-325x251

Maurizio “Momo” Mosca

 

«Mauro Canil non lascerà il Matelica, ho avuto il piacere di ascoltare il suo ambizioso progetto che coinvolgerà Macerata e altre zone della provincia». Parole di Maurizio “Momo” Mosca, amatissimo ex presidente della Maceratese, che da tempo sta lavorando dietro le quinte per far risorgere la Rata. Insomma si sta cercando di costruire una società che partirà da Matelica ma abbraccerà il territorio con la possibilità di giocare allo stadio Helvia Recina. Ci sono ancora diversi aspetti da chiarire, passaggi burocratici da risolvere e bisognerà aspettare l’esito della domanda di ripescaggio in Lega Pro. Ma il progetto c’è ed è ambizioso.

Canil

Il presidente del Matelica Mauro Canil

E insieme a Canil che ieri aveva inviato alle redazioni un comunicato stampa che lasciava spazio a diverse interpretazioni (leggi l’articolo) c’è anche Momo Mosca. «Finalmente c’è un progetto sportivo che coinvolge gran parte della provincia – dice Mosca – . Un progetto rispettoso della realtà di Matelica ma anche di quella di Macerata. L’obiettivo è unire le forze, di avallare il progetto di Canil con l’appoggio di altri imprenditori tra cui il sottoscritto. Perché da soli non si va lontano. Vogliamo provare a costruire una squadra che faccia calcio a grandi livelli, parliamo di Lega Pro e non solo. Una società che possa rappresentare una provincia rispettandone le varie realtà».

E uno dei parametri fondamentali per la domanda di ripescaggio è lo stadio e dunque sarà indicato l’Helvia Recina che negli scorsi anni è stato adeguato per i campionati professionisti con lavori costati oltre 800mila euro all’Amministrazione comunale. «Nei prossimi giorni incontrerò Romano (il sindaco Carancini, ndr) per spiegargli bene la situazione – aggiunge Mosca – Io sono ottimista, è un progetto che avrei voluto fare da molto tempo e oggi con Canil ci sono tutte le possibilità per portarlo a termine. Voglio chiarire che qui la politica non c’entra niente, io non mi candiderò più a sindaco di Macerata. Ho 64 anni e voglio solo aiutare a fare qualcosa di buono per il calcio maceratese».

(m. z.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X