Maceratese, ultimo atto:
dichiarato il fallimento

CAOS BIANCOROSSO - La decisione è arrivata oggi. A presentare istanza Comune e Apm. Alessandro Benigni nominato curatore fallimentare
- caricamento letture
tifosi-maceratese_foto-LB-1-650x433

Tifosi della Maceratese

 

Dichiarata fallita la Maceratese calcio. La decisione del giudice Tiziana Tinessa del tribunale di Macerata è arrivata oggi. A chiedere il fallimento del club, di cui ultimo amministratore risulta Claudio Liotti, l’imprenditore campano che aveva rilevato le quote da Filippo Spalletta, sono stati il Comune di Macerata (che chiede 48mila euro) e l’Apm (38mila). C’è poi la questione del campo di Collevario di cui il Comune potrebbe rientrare in possesso in seguito al fallimento. Nominato curatore fallimentare Alessandro Benigni. Il club dopo le vicissitudini proprietarie dei mesi scorsi non gioca in nessuna serie e sono in corso i tentativi di far rinascere la squadra e di farla ripartire dal campionato di Serie D. Sarebbe però un’altra società, slegata da quella dichiarata fallita in tribunale. Liotti aveva acquistato il club dall’imprenditore italo svizzero Spalletta a fine aprile. In seguito, due mesi dopo, era sceso in campo Carlo Crucianelli, che aveva acquistato il club ma in seguito aveva deciso di tirarsi indietro e dunque non era mai stato amministratore. Liotti è dunque l’ultimo amministratore del club ora fallito.

(redazione CM)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X