Derby biancorossoblu per titolo Sangiustese?
Carancini in attesa della proposta

FUTURO MACERATESE - Si terrà nei prossimi giorni l'incontro tra il sindaco e il presidente della società calzaturiera
- caricamento letture

 

Maceratese_Idea88_Carancini_FF-3-325x217

Il sindaco Romano Carancini durante l’assemblea pubblica

 

Si terrà nei prossimi giorni l’incontro tra il sindaco Romano Carancini e il patron della Sangiustese Andrea Tosoni. Da fonti vicine all’amministrazione comunale maceratese si nega risolutamente che il contatto, auspicato peraltro in occasione dell’incontro pubblico coi tifosi e programmato inizialmente per i giorni scorsi, tra i dirigenti del club interessato a portare il titolo di serie D a Macerata, appunto la Sangiustese, e il primo cittadino del capoluogo sia già avvenuto. Si terrà comunque tra pochi giorni, probabilmente ad inizio settimana. L’assemblea pubblica dell’11 gennaio ha sollevato un grande entusiasmo in una tifoseria fiaccata dalle disavventure della Rata nel 2017 e orfana di una squadra di riferimento. I paletti che furono allora posti in modo chiaro dal sindaco Carancini nell’approcciarsi a questa situazione sollecitata da Marco Nacciarriti, portavoce del gruppo interessato a riportare il calcio di serie D nel capoluogo, erano inequivocabili: un incontro diretto con questi dirigenti, la verifica oggettiva delle risorse disponibili da investire in un lasso di tempo non limitato ad una sola stagione e, a febbraio, il passo ufficiale in Figc per avere le necessarie rassicurazioni che sia possibile un trasferimento di titolo sportivo da una città all’altra, compreso il cambio di denominazione nella nuova Rata che può nascere.

L’inserimento in questa situazione della piazza di Civitanova era peraltro nell’aria: nel senso che già da tempo la tifoseria rossoblu aveva chiesto un incontro vertici della Sangiustese simile a quello avvenuto ai primi di gennaio a Macerata e che dovrebbe concretizzarsi nei prossimi mesi. Anche sulla sponda adriatica c’è necessità di rilanciare il calcio arrivato ai minimi storici e che, per di più, deve confrontarsi con la concorrenza di uno sport di vertice come la pallavolo di Superlega da quando la Lube si è trasferita a Civitanova. La mossa del patron Profili, quindi, non giunge inaspettata ma serve, probabilmente, ad alzare la posta in palio per chi si aggiudicherà la possibilità di avere il prossimo anno un titolo di un campionato nazionale dilettanti che poca cosa non è visto il periodo di vacche magre che il calcio marchigiano, in genere, sta vivendo. In questo derby biancorossoblu che si gioca fuori dagli stadi potrebbe esserci anche l’inserimento di qualche terzo incomodo (Anconitana?) interessato a scompaginare le carte. La sensazione, comunque, è che a Macerata non si sia affatto disponibili a giocare al rialzo o partecipare ad aste. Il capoluogo vanta indiscutibilmente un numero di impianti per fare calcio probabilmente unici nel panorama regionale, per quantità e qualità. Ma non ci sono attualmente imprenditori del capoluogo disposti ad investire nel calcio. Bisognerà vedere se le proposte e le garanzie che salteranno fuori quando Carancini incontrerà questi interlocutori saranno considerate valide per approcciare il percorso ipotizzato durante l’assemblea pubblica. Altrimenti i dirigenti del club busseranno ad altre porte. Infine da segnalare movimenti interessati del Matelica in direzione Ancona: in caso di promozione in serie C del club, infatti, la squadra dovrà emigrare altrove per disputare le sue partite casalinghe nella prossima stagione e pare che la scelta si stia indirizzando proprio sullo stadio del capoluogo dorico.

(m .g.)

Un derby per il titolo della Sangiustese Profili: «C’è stato un incontro con Tosoni, volontà di portarlo a Civitanova»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X