Tariffe sui rifiuti,
riduzione di un milione di euro

La decisione al termine dell'incontro tra i presidenti dell'Ata Pettinari e del Cosmari Sparvoli
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Da sinistra il direttore Giampaoli e i presidenti Sparvoli e Pettinari

Da sinistra il direttore Giampaoli e i presidenti Sparvoli e Pettinari

Ad un anno dal conferimento dell’in house providing al Cosmari per la gestione dei rifiuti nella provincia di Macerata il presidente dell’Ata Antonio Pettinari e quello del Cosmari Daniele Sparvoli, si sono incontrati per verificare congiuntamente il percorso effettuato ed analizzare i risultati ottenuti.

«Da subito è emerso  – si legge in una nota congiunta – che le previsioni sono state centrate e che la scelta dell’unico gestore con caratteristiche pubbliche, fortemente voluta dall’Ata, ha consentito la velocizzazione delle procedure organizzative, l’avanzamento di quote importanti di raccolta differenziata, la stabilizzazione delle maestranze ma soprattutto una efficace razionalizzazione delle risorse economiche in campo.

Nel corso dell’incontro, grande spazio e stato riservato alla valutazione dei benefici derivanti dall’apertura della nuova discarica di Fosso Mabiglia, la cui realizzazione, avvenuta in tempi relativamente brevi, rispetto alle varie difficoltà anche giudiziarie, ha definitivamente annullato la ben nota emergenza rifiuti degli ultimi anni consentendo una riduzione dei costi e, di conseguenza, delle tariffe. Di questo aspetto hanno discusso Pettinari e Sparvoli i quali hanno concordato l’ipotesi di abbassare le tariffe fin dal prossimo anno di circa un milione di euro; un fatto sicuramente importante ed in controtendenza rispetto ai continui aumenti in tutti i settori.

Questa è la proposta che Pettinari presenterà alla prossima assemblea dei sindaci. Dal 2015 i cittadini maceratesi potranno quindi iniziare a trarre profitto da ciò ed il costo medio annuale per abitante pari a 102 euro, già oggi inferiore del 30% rispetto alla media nazionale di 148 euro, potrà scendere sotto la soglia dei 100 euro. A margine dell’incontro il presidente Pettinari ha dichiarato: “Finalmente si può dare una buona notizia ai nostri concittadini, i veri artefici insieme alle amministrazioni locali di un percorso virtuoso che ha permesso di raggiungere livelli ottimali nella raccolta differenziata”.

Soddisfazione è stata espressa anche dal presidente Sparvoli “ Il buon lavoro svolto dal Cosmari ci consente di accogliere l’appello forte e chiaro di riduzione tariffaria pervenuto dai sindaci della nostra provincia e dal presidente dell’ Ata, la trasformazione in srl ed una gestione attenta consentirà nel 2015 anche un energico primo passo verso la riduzione del debito derivato dall’emergenza rifiuti degli ultimi anni”.

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X