“Deve essere affidata al Cosmari
la gestione integrata dei rifiuti”

Il Consiglio provinciale ha approvato ieri una mozione bipartisan in cui si riconosce al Consorzio professionalità ed esperienze necessarie e si fa pressing sull'acquisto della Smea
- caricamento letture
Il presidente della Provincia Antonio Pettinari

Il presidente della Provincia Antonio Pettinari

Affidare la gestione integrata dei rifiuti urbani, nella modalità in house providing, al Cosmari, per un congruo periodo. È univoca la richiesta del Consiglio provinciale all’Assemblea territoriale d’ambito, presieduta da Antonio Pettinari, che il 31 ottobre si riunirà in Provincia proprio per decidere in materia di programmazione, organizzazione e controllo del servizio di gestione dei rifiuti all’interno dell’Ambito territoriale ottimale n. 3 – Macerata.

“Un Consorzio pubblico, rappresentativo dell’intero territorio, che negli anni ha maturato un’esperienza e una professionalità tali da ottenere risultati che pongono la provincia di Macerata ai vertici nazionali della raccolta differenziata”. Sono questi i requisiti che fanno del Cosmari il soggetto idoneo a gestire i rifiuti nel territorio.
È scritto nella mozione votata ieri sera all’unanimità, che mette insieme e ottimizza le due mozioni presentate dai consiglieri Capponi e Agostini e dal consigliere Montesi più altri consiglieri della maggioranza.
Un documento importante che rappresenta la piena condivisione dell’azione già intrapresa da Antonio Pettinari che giusto un mese fa, nella sua qualità di presidente dell’Ata, ha convocato l’Assemblea, e ne rafforza il ruolo: “dopo un lungo e impegnativo lavoro per cercare di arrivare a una soluzione unitaria in materia di gestione integrata dei rifiuti – aveva ribadito Pettinari – è tempo delle decisioni”.

I banchi della minoranza

I banchi della minoranza

A questo proposito, nella mozione approvata il Consiglio provinciale auspica che il Cosmari dia seguito, in tempi rapidi, all’indirizzo dato dall’Assemblea dei sindaci del 20 giugno relativamente all’accordo col Comune di Macerata per l’acquisizione della Smea, un obiettivo per altro condiviso dalle parti sociali e dagli stessi lavoratori, in modo da evitare la frammentazione e garantire una gestione interamente pubblica di un settore così delicato e importante.

***

DOMANI A SFORZACOSTA LA FESTA DI ADDIO ALL’INCENERITORE (LEGGI L’ARTICOLO)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X