Fratelli d’Italia pone le condizioni:
«Stop alll’urbanistica della cubatura»

CIVITANOVA - Il commissario Igori Pettinelli sottolinea che il nuovo peso del partito con l'ingresso di Crocetti sarà utilizzato per porre veti e verificare le condizioni su varianti e sulla riqualificazione del porto: «Non voteremo nessun atto che non sia condiviso e che vada ad arrecare ulteriori danni alle imprese»
- caricamento letture
igori-pettinelli

Igori Pettinelliil, commissario civitanovese Fdi

 

«No ulteriore cubatura senza progettualità, sul porto, ok riqualificazione ma non voteremo atti che non siano condivisi con gli operatori». Forte del consigliere in più arrivato tra le fila di Fratelli d’Italia, il gruppo consiliare inizia ad alzare la voce su alcune scelte giudicate discutibili in materia urbanistica. E in un comunicato il commissario di Fdi Igori Pettinelli puntualizza subito che il partito non vuole poltrone, ma non starà a guardare e inizia a stilare la lista di cosa non va nel tentativo di rafforzare la propria presenza e i propri desiderata: «dopo l’annuncio di adesione di sabato scorso del consigliere comunale Gianluca Crocetti al nostro gruppo consiliare – dice Pettinelli – Fdi rafforza il proprio schieramento. Un matrimonio che non è finalizzato a rivendicare un riassetto della maggioranza, ma il nostro peso lo utilizzeremo per verificare che le scelte dell’amministrazione coincidano esclusivamente con gli interessi dei cittadini».

E le prime “verifiche” sono sull’urbanistica annunciando che il partito non vaglierà nuove cubature: «abbiamo chiesto al nostro capogruppo nonché presidente della commissione urbanistica Pantella Roberto, di esaminare ogni ulteriore richiesta di variante urbanistica al fine di verificare che siano armoniche nella visione del consumo del suolo e nel progetto di sviluppo commerciale della città. Uno sviluppo che negli ultimi anni ha avuto un impatto negativo sulla viabilità, la soluzione non può essere aggiungere ulteriore cubatura senza una progettualità specifica, ma tentare di decongestionare il traffico soprattutto su alcuni punti nevralgici. L’investimento da parte della regione Marche di 25 milioni di euro per il prolungamento di via Einaudi sarà un primo passo importante. Dobbiamo avere tutti ben chiaro quali siano le priorità. Organizzeremo insieme ai nostri esponenti incontri con le varie categorie per delineare strategie che tengano conto delle necessità di ognuno, a partire degli operatori del porto ormai al centro di una discussione sterile che va avanti ormai da troppo tempo. Ok al progetto di riqualificazione, ma non voteremo nessun atto che non sia condiviso e che vada ad arrecare ulteriori danni alle imprese».

(l. b.)

Crocetti lascia la civica di Ciarapica per FdI «Convergenza di intenti»

«Progetto porto, silenzio preoccupante Urge un incontro con l’amministrazione»

Cda del Paolo Ricci, Micucci e Rossi: «Il presidente si triplica lo stipendio, come si giustifica quest’impennata?»

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X