Squadroni al veleno:
«Ciarapica dove è stato questi 5 anni?
La base Lega non lo voterà»

ELEZIONI CIVITANOVA – La candidata sindaca del terzo polo controreplica al primo cittadino uscente sul porto Dubai («E' stato visto recentemente a pranzo con Antonelli») e parla del malcontento da parte di alcuni esponenti di centrodestra. Sui futuri progetti: «Forse il sindaco in questi anni non ha avuto tempo perché è stato troppo preso dalla ricerca di nuovi e più alti incarichi in Regione»
- caricamento letture
silvia-squadroni

La candidata sindaco Silvia Squadroni. Si presenta con la civica SiAmo Civitanova

 

di Laura Boccanera

«Mi si accusa di parole in libertà e poco serie per chi aspira a fare il sindaco, se le mie sono parole al vento le sue restano supercazzole». Silvia Squadroni risponde al sindaco Fabrizio Ciarapica e ai partiti che lo appoggiano.

La candidata del terzo polo che nei giorni scorsi, dopo il consiglio comunale che ha stabilito il mancato interesse nel portare avanti il progetto Eurobuilding sul porto, aveva messo in guardia i civitanovesi suggerendo che il “progetto Dubai” non fosse completamente tramontato e sarebbe potuto tornare sui tavoli di Palazzo Sforza in caso di rielezione del sindaco uscente. I partiti di sostegno a Ciarapica hanno negato accusando la Squadroni di strumentalizzazione e oggi l’avvocatessa replica: «ora parla di definire un progetto condiviso per la città, ma dov’è stato fino ad oggi? Lo sa di essere sindaco da 5 anni, o, forse, è stato troppo preso dalla ricerca di nuovi e più alti incarichi in regione, provincia o chissà ancora dove? Doveva tacere e invece ha preferito esternare rabbiosamente perdendo, insieme alla dignità ed al senso dell’onore, anche il contatto con una città che non lo vuole più anche se si ostina ad inviare comunicati firmati dai partiti che lo sostengono ed i cui segretari regionali in privato confermano di non saperne nulla».

La Squadroni lascia intendere anche alcuni retroscena che girano da settimane, ma mai confermati ufficialmente dal partito secondo cui i vertici regionali della Lega non sarebbero convinti dell’appoggio a Ciarapica. La prima a parlarne ufficialmente è proprio la Squadroni: «se la base della Lega non voterà Ciarapica sindaco e quella di Fratelli d’Italia drenerà non riuscendo a contenere il dissenso dei militanti, fa sorridere l’inviare comunicati stampa pre siglati ed esattamente contrari a quanto più volte da lui stesso scritto nei giornali nei mesi scorsi a sostegno del progetto. Ma che vuole scrivere, ancora, Fabrizio Ciarapica? Che ha lavorato e fatto lavorare i suoi sodali per un quinquennio a beneficio di pochi e ben identificabili soggetti dimenticandosi di un’intera città? Che ha lasciato l’urbanistica al suo mentore il quale ne ha fatto terreno personale. Monta in città una inarrestabile voglia di cambiamento e di pulizia morale ed esiste anche Mirella Paglialunga che in tema di pulizia, trasparenza, onestà e legalità la pensa esattamente come me, al di là della diversità di formazione politico-culturale e di indirizzo programmatico.

Invito chi ha sbagliato a scegliere nel 2017 a non temere nulla nel tornare sulla retta via, poiché questi signori sono alla fine del loro percorso amministrativo e non li salverà né l’ipocrisia delle dirigenze dei due maggiori partiti che li sostengono, né tantomeno i ricatti o le minacce di ripercussioni rivolte alla presidenza regionale pur di garantirsi la riconferma su Civitanova. I civitanovesi si sono svegliati e sanno perfettamente che l’operazione porto-Dubai è solo rimandata pronta a resuscitare se dovessero vincere ancora loro a meno che nel recente pranzetto alla Serra con il buon Antonelli il caro sindaco non abbia dovuto prepararlo alla ferale notizia, ma chi ci crede più? Io ho ben chiaro ciò che non hanno fatto e lo racconterò direttamente nei quartieri insieme a quello che intendo fare io, che certamente non sono a corto di argomenti e non vado riciclando programmi già presentati alle scorse elezioni amministrative, ma presentando progetti e metodo nuovi, per l’interesse generale dell’intera città e di tutti i cittadini: li esporrò analiticamente dalle prossime settimane con supporti audio e video, invitando l’intera cittadinanza».

 

Articoli correlati




 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =