Entro giugno il nuovo vescovo

MACERATA - Durante la celebrazione per l'ordinazione di quattro nuovi presbiteri, monsignor Giuliodori ha lasciato intendere che la nomina per il suo successo avverrà tra qualche settimana
- caricamento letture
Il vescovo Giuliodori

Il vescovo Giuliodori

Entro l’estate la Diocesi di Macerata avrà il suo nuovo vescovo e l’annuncio ufficiale dovrebbe essere dato il mese prossimo. Non lo si può affermare con certezza, ma questa previsione è del tutto probabile. Lo ha lasciato intendere lo stesso mons. Claudio Giuliodori al termine della lunga celebrazione da lui presieduta stamane in Cattedrale per l’ordinazione sacerdotale di quattro nuovi presbiteri. Nel rivolgere parole di augurio ai quattro neo sacerdoti e nel salutare i fedeli che gremivano le tre navate del Duomo, mons. Giuliodori ha voluto spiegare perché – contrariamente alla consuetudine – non avrebbe indicato la destinazione dei nuovi presbiteri. Per alcune settimane rimaranno qui a Macerata – ha detto l’attuale Amministratore apostolico della Diocesi – poi entro giugno, quando solitamente si stabiliscono i nuovi assetti delle Diocesi, saranno prese le decisioni. Parole, quelle pronunciate da mons. Giuliodori, che hanno lasciato intendere che entro giugno potrebbe essere nominato il nuovo vescovo e che sarà lui ha affidare le missioni a don Efrain, don David, dona Rafael e don Peter Paul, da oggi sacerdoti della Chiesa maceratese.

Molti negli ambienti ecclesiastici  pensavano che il giorno dell’ufficializzazione potesse essere oggi visto che in questi giorni il Vaticano sta comunicando i nomi di diversi pastori e in considerazione del fatto che oggi i sacerdoti sarebbero stati riuniti in occasione della cerimonia (leggi l’articolo) ma che oggi non sarebbe stato annunciato il nome del nuovo vescovo lo si era capito in un passaggio dell’Omelia, infatti, mons. Giuliodori aveva espresso il proprio compiacimento per aver avuto la possibilità di celebrare l’ordinazione presbiteriale dei quattro ex seminaristi che lui stesso ha contribuito a formare nel seminario Redeptoris Mater di Macerata. Una circostanza non certa fino a qualche settimana fa, stante la situazione della Diocesi, che mons. Giuliodori – dopo sei anni di titolarità piena – dalla fine di febbraio dello scorso anno, in concomitanza con la sua nomina di Assistente ecclesiastico generale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, guida in qualità di Amministratore apostolico in attesa del nuovo presule. Poi a mezzogiorno in punto, quando la lunga celebrazione dell’ordinazione presbiterale era ancora in corso, a far cadere ogni ipotesi di possibile annuncio è stato il Bollettino ufficiale della Santa Sede, puntualmente pubblicato come ogni giorno alle ore 12, che alla voce “nuove nomine” non conteneva alcun cenno alla Diocesi di Macerata.

(redazione CM)

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X