S.S. Maceratese 1922,
chiesti nome e simboli al Comune

SOMMA ALGEBRICA - La richiesta del presidente Crocioni al sindaco, iniziato l’iter federale per l’avvio dell’operazione. Un imprenditore, che da tempo si interessa del sorti del club biancorosso, pronto ad entrare in società
- caricamento letture

 

enrico-maria-scattolini-1-325x346

Enrico Maria Scattolini

 

di Enrico Maria Scattolini

LA “S.S. MACERATESE 1922” molto probabilmente ritornerà in vita nel prossimo campionato di promozione (+++).

QUESTA E’ LA DECISIONE DI ALBERTO CROCIONI (+) dopo una serie d’incontri svoltisi in settimana. Sia fra possibili soci di capitale e collaboratori, ma anche a livello di vertice municipale.

AL SINDACO DI MACERATA sarebbero stati ufficialmente richiesti i “simboli” biancorossi (+).

COME NOTO, a suo tempo acquistati dagli “Amici della Rata”(+) dal fallimento della vecchia Maceratese e dal suo presidente, Giovanni Orlandi, poi ceduti a titolo gratuito all’Amministrazione comunale.

Maceratese_Orlandi_FF-7-325x217

Giovanni Orlandi, presidente di Amici della Rata

CON IL MANDATO di metterli a disposizione della più importante società di calcio cittadina.

APPUNTO la ricostituenda “SS Maceratese 1922”.

SONO IN GRADO di assicurare che proprio nelle ultime ore è iniziato l’iter federale per l’avvio dell’operazione (+).

CHE POTREBBE ANCHE PRESENTARE qualche problema burocratico, per altro, nel calcio, sempre dietro l’angolo. Però Crocioni è deciso a muoversi con la massima determinazione (+).

DA EVITARE QUINDI LE FACILI IRONIE (e magari le ….attese!) dei soliti agnostici/dissenzienti (-). Fattivi concittadini.

POTREBBE ESSERE INVECE QUESTA L’OCCASIONE (+) per dare un sostegno, almeno morale, ad un presidente impegnato nella ricostruzione della tradizione calcistica di Macerata.

MacerataHR_Civitanovese_FF-12-325x216

La gioia del presidente Alberto Crocioni dopo la vittoria nel derby contro la Civitanovese

SOPRATTUTTO FACENDO LEVA SULL’IMPULSO della maggioranza silenziosa, da sempre vicina a chi preferisce i fatti alle chiacchiere (+). Ma invariabilmente …muta!

DOVREBBE invece al fine svegliarsi relegando definitivamente in un angolo i pessimisti di professione. Che tanto non mancheranno mai.

COMUNQUE I FATTI sono quelli di cui all’incipit.

UN IMPORTANTE AIUTO verrebbe dato a Crocioni da un prestigioso imprenditore marchigiano (+++). Che da tempo s’interessa alle sorti della Rata.

ENTREREBBE IN SOCIETA’ a fianco del patron (+++), in condivisione della dirigenza.

IL SETTORE TECNICO SAREBBE AFFIDATO ad operatori specializzati, nei ruoli di Direttore generale/Direttore Tecnico che, in autonomia, si occuperebbero subito dell’ingaggio del nuovo allenatore.

IL PASSAGGIO SUCCESSIVO sarebbe il mercato, per allestire una squadra competitiva (+).

GIA’ CIRCOLANO I NOMI al riguardo (leggi l’articolo), con particolare curiosità per il mister che sostituirà il non rimpianto Moriconi.

MA TUTTO E’ PREMATURO, essendo fondamentale l’ufficializzazione della mitica “S.S. Maceratese 1922” (+).

POI, MAGARI, SI POTRA’ TORNARE A SOGNARE ad occhi aperti (+).

 

Maceratese, è l’ora delle scelte: tre nomi per la panchina

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X