Maceratese, sulla strada dei playoff
meglio la corazza del fioretto

SOMMA ALGEBRICA - Nelle ultime giornate i biancorossi dovranno difendere la posizione nella griglia spareggi e i risultati non dipenderanno soltanto dal merito tecnico, ma anche dalla tempra dei giocatori apparsi più volte timidi sui campi di "battaglia"
- caricamento letture

 

enrico-maria-scattolini

Enrico Maria Scattolini

 

di Enrico Maria Scattolini

E’ TUTTA UN’ESULTANZA (+++) alla fine del…set.

PARDON, di HR Maceratese-Atletico Ascoli(6-2).

COINVOLTO anche l’avvocato Carancini, che ha seguito con partecipazione (+) la partita seduto davanti alla tribuna stampa, in mezzo alla tifoseria.

LA SUA SODDISFAZIONE E’ TALE (+) da lasciargli perfino sfuggire un inusitato, ma gradito, complimento per il sottoscritto.

…CINICAMENTE gli ricordo però le procelle (-) di qualche tempo fa.

LUI SORVOLA, al pari di me medesimo. Lasciando capire come la cosa più importante sia ora la rinascita (+) della Rata da quelle ceneri.

HRMaceratese_AtleticoAscoli_FF-13-325x216

I giocatori della Maceratese salutano il pubblico a fine gara

UNA SQUADRA CHE HA OFFERTO SPETTACOLO (+) contro la seconda forza del girone, scesa all’Helvia Recina con le medesime credenziali della leader Valdichienti (12 vittorie). In più, con un attacco strapotente (45 gol all’attivo) e con frammenti di gloria di valore assoluto per lampi di primato in classifica.

EPPURE TRAVOLTA DAI BIANCOROSSI, sino al confine dell’umiliazione (-).

IMMAGINO PERO’ CHE L’ENTUSIASMO DEL SINDACO, anche per il contributo d’esperienza di ex calciatore di buona fattura (+), trovi un limite nella cognizione della realtà.

LA CUI VALUTAZIONE OGGETTIVA conferma (-) il rischio di accesso ai play-off.

DAL MOMENTO che, nonostante lo splendore tecnico, ancora sei formazioni (-) continuano a disputarsi i quattro posti a disposizione per l’appendice di stagione.

HRMaceratese_AtleticoAscoli_FF-17-325x217

Severoni esulta dopo il gol del vantaggio

ATLETICO ASCOLI, AZZURRA COLLI, MONTURANO, MACERATESE, CIVITANOVESE E POTENZA PICENA nell’attuale ordine di classifica.

TUTTE RACCHIUSE NEL RESPIRO (O NEL RANTOLO) DEL SINGOLO RISULTATO (-) di ognuno dei cinque incontri che ancora restano della regular season.

IL CUI DIVENIRE non dipenderà soltanto dal merito tecnico, ma anche (soprattutto?) dalla tempra dei giocatori. E dalle loro capacità (+) di adeguarsi alle condizioni ambientali, discrimine per la completa espressione stilistica. Altrimenti vanificata (-).

QUESTA E’ LA RAGIONE per cui il corrente campionato sarà ricordato, dai biancorossi, come quello delle occasioni perdute (—).

APPUNTO PER LA DIFFICOLTA’ (-) di imporre i diritti della classe ad avversari che hanno nell’agonismo la loro arma migliore.

maceratese-atletico-ascoli-2-325x217

Giacomo Ridolfi in azione

FORSE L’UNICA; pur tuttavia sufficiente (+) a smentire l’accredito di pronostici ritenuti inappellabili. Come accaduto alla Maceratese nel doppio turno esterno – nelle previsioni dal risultato quasi scontato – di Monteprandone (Atletico Centobuchi) e di Capodarco (Futura 96).

SAREBBE QUINDI UN GROSSO ERRORE (-) farsi prendere la mano dall’emotività per la strepitose giocate della Rata contro l’Atletico Ascoli.

LA STRADA PER I PLAY OFF passa attraverso Porto San Giorgio (dove non giocheranno per squalifica Ridolfi e Severoni), ma soprattutto i due derbies di Treia: con il Chiesanuova e l’Aurora.

DOVE LA RATA DOVRA’ NECESSARIAMENTE TRASFORMARSI da squadra timida, come sinora più volte apparsa su campi di “battaglia”, in adrenalinica. Consapevole del suo presente.

MacerataHR_Civitanovese_FF-18-325x216

Il presidente Alberto Crocioni

CHE E’ QUELLO DI UNA SOCIETA’ SERIA (+), con i conti a posto, con un presidente stimato e coraggioso per aver accettato la pesante eredità della Maceratese di passata memoria e con un prestigioso main sponsor (la “Fertitecnica” di Colfiorito) il cui amministratore è legato da antichi vincoli di amicizia a Crocioni.

CON ORGOGLIO (+), nella conferenza stampa di venerdì scorso, ambedue hanno ricordato che la domenica successiva, contemporaneamente ai titolari, avrebbero giocato altre sedici formazioni dell’Hr Maceratese in giro per le Marche. Concretezza di un vivaio di oltre trecento ragazzi.

PROBABILMENTE INDOSSARE LA CORAZZA (+) negli ultimi impegni agonistici potrebbe essere più difficile che battere l’Atletico Ascoli.

PER CHI E’ ABITUATO più al fioretto che alla spada.

NON ESISTONO però alternative!

 

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X