Maceratese alla prova Camerino,
l’under Girotti non ha dubbi:
«I playoff obiettivo minimo»

PROMOZIONE - Sfida delicatissima per i biancorossi che saranno impegnati domenica alle 15 all'Helvia Recina contro la formazione guidata da mister Ruffini. Il giovane centrocampista: «Abbiamo ancora molte gare davanti e possiamo recuperare punti. Non facciamo la corsa su altre squadre ma guardiamo dentro noi stessi: in rosa ci sono elementi di categoria superiore capaci di fare la differenza»
- caricamento letture

 

maceratese-1-325x223

La Maceratese che ha espugnato Camerino nella gara di andata

 

di Mauro Giustozzi

Da un derby all’altro. Dalla costa alla montagna. Dalla Civitanovese al Camerino che domenica alle 15 scenderà all’Helvia Recina per una sfida che in casa Rata ha un solo risultato da raggiungere: la vittoria. Occupando l’ultimo posto disponibile per i playoff in classifica, infatti, i biancorossi di mister Moriconi, corroborati dal pareggio colto al Polisportivo nel derby, sanno benissimo che più va avanti il girone di ritorno e più ogni passo falso o battuta a vuoto rischia di compromettere definitivamente il cammino verso, almeno, i playoff.

michele-girotti

Michele Girotti

Traguardo più realistico alla portata, a meno che le prime della classe improvvisamente si piantino. Ipotesi difficile da pronosticare, visto anche l’affollamento che c’è davanti all’HR Maceratese. Un’altra cosa lega in comune Maceratese e Camerino che si affronteranno domenica: l’aver all’orizzonte uno stesso avversario da affrontare, la capolista Valdichienti Ponte. I ducali nel recupero della gara rinviata per neve, la Rata sabato 16 febbraio nel turno successivo di campionato che si disputerà però con fischio d’inizio spostato alle 18,30 a Monte San Giusto. «Sono tre punti che dobbiamo assolutamente centrare, non possiamo fallire la vittoria. –afferma il giovane centrocampista Michele Girotti rientrato per uno scampolo di gara proprio a Civitanova-. Io sono stato fermato da uno stiramento che mi ha fatto saltare alcune partite, sto pian piano recuperando la miglior condizione, anche se non sono ancora al top della forma. Del resto sono dieci giorni che ho ripreso ad allenarmi in gruppo e quindi è naturale un graduale reinserimento nella squadra. A livello mentale abbiamo dimostrato di avere una buona tenuta, portando a casa un prezioso pareggio nella partita di Civitanova. Non dobbiamo fermarci ma proseguire su questa strada per dare continuità al nostro gioco ed ai punti da mettere in classifica».

civitanovese-hr-maceratese-FDM-10-325x217

Mister Francesco Moriconi

Per Girotti un periodo di stop che gli ha consentito di osservare da fuori le gesta dei suoi compagni in alcune gare dove non tutto è sempre girato per il meglio, sia come gioco che come risultati. «A parte la trasferta di Monturano dove non c’è stato un giusto approccio alla partita che ci attendeva –sottolinea il centrocampista under – nelle altre abbiamo dimostrato di essere una buona squadra e di aver trovato delle ottime trame di gioco soprattutto in fase offensiva. La lotta per i playoff si conferma molto dura, ma quello resta l’obiettivo minimo che inseguiamo. Gli infortuni sommati ad altri problemi non ci hanno consentito di dare continuità alle nostre prestazioni però abbiamo ancora molte gare davanti e possiamo recuperare punti in classifica. Non facciamo la corsa su altre squadre ma guardiamo dentro noi stessi: in rosa ci sono elementi di categoria superiore capaci di fare la differenza. Guardiamo una partita alla volta e alla fine vedremo dove saremo arrivati». Michele Girotti fino all’infortunio aveva avuto molto spazio nell’undici titolare, risultando tra gli under uno di quelli più impiegati da mister Moriconi.

MacerataHR_Civitanovese_FF-2-325x216

Capitan Arcolai non sarà della partita

«Mi ritengo molto fortunato per aver disputato tante partite prima di infortunarmi –sottolinea-: ora spero presto di tornare quello di prima e di riconquistarmi lo spazio che ho avuto in passato. A proposito del Camerino non sarà una squadra da sottovalutare anche alla luce del successo che hanno colto con l’Atletico Ascoli. Per cui ci vorrà un’HR Maceratese determinata e concentrata dal primo pallone all’ultimo per prevalere. Non conta che li abbiamo già battuti due volte, una in coppa e l’altra nella sfida di andata. Se non ci sarà un giusto approccio e la voglia di arrivare al successo tutto sarà più difficile». Dal punto di vista dell’organico a disposizione di mister Moriconi, rispetto alla gara di Civitanova il tecnico potrà contare su Agostinelli (destinato però alla panchina) e su Falco che dovrebbe tornare titolare al fianco di Capparuccia dopo aver saltato alcune partite causa infortunio. Niente da fare, invece, per Arcolai e Severoni che torneranno a disposizione non prima della fine del mese. Il Camerino, che si trova ai limiti della zona playout, vanta una caratteristica particolare, essendo una squadra che segna tantissimo (28 le reti fatte) ma anche a difesa che subisce molto (29 i gol incassati) per cui potrebbe uscire una sfida ricca di emozioni e di reti in questo derby che mette in palio punti pesantissimi per obiettivi diametralmente opposti. Questa la probabile formazione che scenderà in campo con il 4-3-3: Tomba; Piccioni, Falco, Capparuccia, Bigoni; Campana, Moriconi, Massini; Ridolfi, Mongiello, Suwareh.

 

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X