Moriconi sotto scacco
da un giovane tecnico

SOMMA ALGEBRICA - Il mister del Chiesanuova Tassi imbriglia la Maceratese che ora si ritrova di nuovo in lotta per mantenere un posto nei playoff. La sfida di mercoledì all'Helvia Recina contro la Palmense diventa decisiva
- caricamento letture

 

enrico-maria-scattolini

Enrico Maria Scattolini

 

di Enrico Maria Scattolini

SCACCO MATTO! L’ha subito Francesco Moriconi (-) da un giovane collega all’esordio come allenatore di prima squadra, in un campionato di secondo livello regionale dilettanti.

PROTAGONISTA (+) Samuele Tassi, appunto alla sua prima panchina da tecnico del Chiesanuova in successione al fresco esonero di Pierantoni.

EFFETTO LETALE (-) PER L’HR MACERATESE una sconfitta che ripropone antiche paure per il suo accesso ai play off. Sembravano definitivamente dimenticate a tre turni dalla conclusione della stagione regolare.

E’ COMUNQUE CERTO (-) che, anche se si realizzasse la migliore delle ipotesi, il piazzamento dei biancorossi sarebbe al confine dell’appendice del torneo, la cui conquista è da tempo legittimamente al vertice delle ambizioni, ma dicevo anche delle preoccupazioni, del presidente Crocioni.

chiesanuova-maceratese-13-e1554653565200-325x151

L’esultanza del Chiesanuova

AL “SANDRO ULTIMI” DI CHIESANUOVA (bell’impianto che ricorda l’indimenticabile figura del parroco don Bibini) ieri pomeriggio è accaduto che una formazione generosa d’impegno ma dalle risorse inevitabilmente contenute, tanto da restare ancora coinvolta nel serrate finale per la salvezza, è riuscita a tirare lo sgambetto ad una Rata da considerare, al confronto, squadra professionistica.

E L’HA FATTO NEL MOMENTO MIGLIORE (+), in prossimità della conclusione del derby. Quand’ormai le possibilità di recupero degli avversari erano praticamente pari a zero.

ED INFATTI HA VINTO, condannando gli ospiti ai turbamenti ed all’asprezza degli ultimi due incontri del cartellone 2018-19, che avrebbe dovuto avere ben altro respiro (-).

L’ULTIMO DEI QUALI, altra trasferta treiese, contro l’Aurora, si profila come minaccioso clone (-) di quella di domenica scorsa al “Sandro Ultimi”.

chisanuova-maceratese

Una punizione calciata da Mongierkllo

DOVE LA RATA HA CONFERMATO, al di là del temuto, la sua idiosincrasia (-) nei confronti di avversari che preferiscono la concretezza alla estemporaneità; molto bene organizzati su un terreno dalle dimensioni adatte all’attenta ma semplice lettura delle dinamiche; assolutamente privi di complessi reverenziali perché consapevoli del primato della concentrazione agonistica in questo tipo di match.

PER ALTRO AFFRONTATO DALL’HR MACERATESE – questo va sottolineato – con la
pesante rinuncia (-) a Severoni a causa del grave infortunio subito la domenica precedente contro il Montecosaro.

LA CONDIVISIBILE SOLUZIONE DI MORICONI (+) è stata la sua sostituzione con Falco dall’inizio; e con Brugiapaglia – al suo primo impegno stagionale dopo il grave infortunio estivo – nell’ultima mezz’ora.

SONO MANCATI equilibrio e geometrie nel primo tempo (-), ma senza particolari conseguenze dal momento che il Chiesanuova, aggressivo ma non suicida, si è limitato ad una gestione che proteggesse il suo impianto tattico. Senza particolari velleità.

Maceratese_Monaldo_FF-15-325x310

Mister Moriconi

L’ESATTO CONTRARIO DELLA …FURIA OFFENSIVA che ha invece caratterizzato le scelte di Moriconi dopo i primi venti minuti della ripresa (progressivo utilizzo degli altri due attaccanti a disposizione: Suwareh ed Agostinelli).

PURE QUESTE CONDIVISIBILI, dal momento che l’importanza del successo giustificava l’azzardo (+).

A CONDIZIONE PERO’ DI MANTENERE un minimo di prudenza difensiva, esattamente come aveva fatto Tassi nell’iniziale frazione di gara(+).

PREOCCUPAZIONE che, al contrario, non ha sfiorato l’allenatore biancorosso (—); neanche quando, in pratica, Capparuccia si è trasformato in mezzo attaccante per dare supporto acrobatico ai cross di Agostinelli.

NE HA APPROFITTATO IL SUO OMOLOGO con la mossa vincente (+). Con cui non rinunciato completamente ai presidi di centrocampo, nonostante la forte pressione degli ospiti, per eventuali azioni di ripartenza o comunque di ….ossigenazione.

L’ULTIMA DELLE QUALI, quella di Medei, azzeccata(+).

ECCO COME LA RATA ha perduto una partita che avrebbe largamente meritato di pareggiare (+).

maceratese-civitanovese-3-325x244

Capparuccia e Arcolai

SORPRENDE CHE SENATORI COME ARCOLAI E LO STESSO CAPPARUCCIA, sicuramente consapevoli dei rischi derivanti dalla forzatura tattica della partita (-), non abbiano consigliato (o preso personalmente) contromisure …autoprotettive.

L’ANTICIPO DEL PENULTIMO TURNO a mercoledì concede l’immediata chance di riscatto (+). Di nuovo all’Helvia Recina (+).

CONTRO UNA PALMENSE da prendere però con le molle (-), perché anch’essa con grossi assilli di classifica e perché dotata di uno dei migliori attacchi del girone (ma nel contempo appesantita dalla peggiore difesa in assoluto). Giocherà quindi con il coltello fra i denti!

LA SETTIMANA SI CHIUDERA’ con la finale di Coppa Italia. Ritorna il superderby con l’Anconitana.

A ME FA TRISTEZZA rifrequentarlo a questi livelli, anche per l’inconsistenza dell’evento (-). Non mi risulta che il successo dell’anno scorso dell’Helvia Recina di Carassai abbia lasciato tracce.

COMUNQUE NE APPROFITTERO’ per salutare il mio amico Nocera (+).

 

Medei condanna la Maceratese, Chiesanuova esulta nel finale

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X