Maceratese fermata a Centobuchi,
Severoni risponde a Diarra

PROMOZIONE - I biancorossi, in difficoltà nel trovare gol, raccolgono un solo punto al Nicolai. Padroni di casa in vantaggio nel primo tempo, restano in dieci negli ultimi venti minuti. Finisce 1 a 1
- caricamento letture

 

centobuchi-maceratese-1-325x244

 

di Salvatore Mastropietro

Dopo una gara accesa e condotta per buona parte, l’HR Maceratese raccoglie solo un punto al “Nicolai” di Centobuchi. I biancorossi, dopo essere andati in svantaggio nella prima frazione, recuperano il risultato nella ripresa con rete di Severoni. Nel finale manca il guizzo giusto per trovare il vantaggio contro un avversario in inferiorità numerica per l’espulsione del proprio numero 9.  Pari con qualche rimpianto, dunque, per la Rata, che ancora una volta ha mostrato qualche difficoltà dal punto di vista offensivo. Merito anche dell’Atletico Centobuchi, difesosi con ordine, che resta in zona playout.

La cronaca. Le condizioni del terreno di gioco fanno presagire fin dai primi minuti le difficoltà a giocare la palla per gli uomini di Moriconi. La Maceratese prova a fare la gara, con i padroni di casa ordinati e pronti a ripartire. La prima occasione del match capita al 15′ sui piedi di Ridolfi, che riceve sulla sinistra e calcia di non molto a lato dopo essersi liberato di un paio di avversari. L’agonismo in campo non manca e, complice qualche protesta di troppo, il direttore di gara allontana dal campo il tecnico dell’Atletico Gennaro Grillo. Al 20′ ancora Ridolfi prova un tiro-cross su punizione da posizione laterale, ma Lattanzi blocca senza problemi. Tre minuti dopo una ingenuità di Capparuccia, che entra fallosamente su Liberati all’altezza della linea di fondo, regala il rigore ai biancocelesti: dal dischetto Diarra spiazza Tomba e porta in vantaggio i suoi. La reazione della Rata arriva al minuto 33 con un doppio tentativo: prima Lattanzi alza sulla traversa un insidioso calcio di punizione di Moriconi; poi sempre l’estremo difensore di casa blocca sul primo palo un radente di Mongiello dall’imbocco dell’area di rigore. Il solito Ridolfi al 42′ prova ad accendersi di nuovo, ma la difesa avversaria si chiude in maniera efficace e riesce a smorzare il suo tiro. I biancorossi continuano ad attaccare alla ricerca del pareggio e sul finire della prima frazione collezionano una grande palla gol: sugli sviluppi di un corner, Moriconi riceve all’altezza del dischetto e calcia verso la porta; il solito Lattanzi, però, si distende e blocca. Al rientro dagli spogliatoi, la Rata riprende ad attaccare. Il primo tentativo della ripresa è di Bigoni, ma l’iniziativa del 3 finisce ancora docile tra le braccia di Lattanzi. Al 53′ altra opportunità su punizione per Ridolfi, con palla di poco alta. Moriconi corre ai ripari e fa passare i suoi al 4-2-3-1 con inserimento di Agostinelli. Al 62′ torna a farsi vedere l’Atletico Centobuchi, con un tiro alto di Picciola dai venti metri. I biancorossi mostrano maggior freschezza, ma continua a mancare l’incisività. Più volte gli uomini di Moriconi mancano la sfera dopo interessanti suggerimenti all’interno dell’area. Il solito Lattanzi al 70′ blocca un tentativo dalla distanza di Severoni. Un minuto dopo resta in dieci l’Atletico Centobuchi per doppia ammonizione di Rotundo, molto contestata dal pubblico di casa. Al 75′ arriva il pareggio della Rata: Lattanzi respinge miracolosamente un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma Severoni è lesto ad avventarsi sul pallone e battere a rete. I biancocelesti in difficoltà provano una reazione con l’ispirato Picciola, fermato dai centrali ospiti all’imbocco dell’area di rigore non fallosamente secondo l’arbitro. I biancorossi, in superiorità numerica e con i propri migliori uomini offensivi in campo, cercano il vantaggio nei minuti finali, ma nessuno riesce a trovare il guizzo. Un azione molto confusa allo scadere per poco non regala la vittoria ai maceratesi, che devono però accontentarsi dell’1-1.

severoni

Severoni

Atletico Centobuchi: Lattanzi, De Castri (17’st Mascitti), Diarra, Pilinti, Piemontese, Oddi; Picciola (44’st Pesce), Diarra, Calvaresi; Liberati, Rotundo, Granito (6’st Felicioni). A disp.: Capriotti, Caioni, Santirocco, Del Gatto, Marozzi. All.: Grillo.
HR Maceratese: Tomba, Piccioni (9’st Girotti), Campana, Capparuccia, Bigoni; Severoni, Massini (9’st Agostinelli), Moriconi; Ridolfi, Mongiello, Suwareh (22’st Andreucci). A disp.: Farroni, Argalia, Milanesi, Tartabini, Cervigni, Stura. All.: Moriconi.
Arbitro: Serafino Mattei di Ascoli
Note: Ammoniti Rotundo, Diarra, Oddi, Pilinti, Liberati. Espulso Rotundo al 71′ per doppia ammonizione. Recupero 0’+5’.

Marcatori: 24’pt Diarra (A), 30’st Severoni (M).

centobuchi-maceratese

 

maceratese-2-650x488



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X