facebook twitter rss

Maceratese, addio ai sogni di primato
E un posto ai playoff è ancora incerto

SOMMA ALGEBRICA - I due pareggi esterni consecutivi contro squadre in lotta per non retrocedere mettono la parola fine alla corsa biancorossa verso la vetta. Civitanovese e Potenza Picena restano alle calcagna degli uomini di Moriconi che, ormai, non possono più compiere passi falsi
martedì 12 Marzo 2019 - Ore 15:52 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
417 Condivisioni

 

Enrico Maria Scattolini

 

di Enrico Maria Scattolini

ORMAI E’ REGOLA che l’HR Maceratese giochi all’incontrario (-).

LO HA FATTO DISCIPLINATAMENTE nelle due ultime partite (-).

SI’, IN TRASFERTA: ma contro avversarie di fondo classifica (-), Atletico Centobuchi e Futura 96, severamente impegnate nella lotta per la salvezza.

INCONTRI CLONE L’UNO DELL’ALTRO (-). Con l’unica differenza che a Monteprandone (Centobuchi), il pareggio biancorosso è arrivato solo alla maturazione dell’inferiorità numerica degli ascolani, e non ha avuto più sussulti sino al triplice fischio di chiusura.

DOMENICA SCORSA, a Capodarco, lo stesso risultato – a ranghi invariati – nel finale si sarebbe invece potuto trasformare nella sconfitta della Rata (-).

SOLO l’abituale prodezza di Tomba (+) ed una ingenuità di Cingolani (-), nell’appoggio conclusivo, hanno evitato alla squadra di Moriconi lo scivolone.

L’esultanza della Futura 96

CHE SAREBBE STATO UMILIANTE sul piano psicologico, ma di marginale rilievo nella contabilità di classifica (-).

GIA’ LARGAMENTE COMPROMESSA (-) dal match nullo, ripetitivo di quello di sette giorni prima a Centobuchi.

IMPOSTI DA DUE CONTENDENTI che hanno saputo (+) togliere i tempi di gioco alla blasonata ospite. Costretta ad un affannoso approccio agonistico, laddove la sua organizzazione (da presumere migliore), il livello tecnico dei suoi giocatori (da presumere più alto) e l’esperienza di diversi “senatori” (da presumere garanzia di sicurezza) avrebbero dovuto autorizzare l’esatto opposto.

DUE PRIMI TEMPI TRIBOLATI sono stati l’inevitabile conseguenza di questi balbettamenti biancorossi (-), puntualmente documentati dal vantaggio locale. Poi dagli ospiti recuperato a fatica, nonostante la dovizia di attaccanti alfine schierata da Moriconi, nella ripresa.

A TRATTI perfino tambureggiante (+).

L’esultanza di Suwareh

MI CHIEDO: con quale ardire squadre sprofondate nei play out aggrediscono avversarie d’élite come la Maceratese anziché impostare un pronti/via prudente?

OVVIAMENTE STO SCHERZANDOCI SOPRA, magari per cogliere l’occasione di elogiare il coraggio di Grillo e e Cuccù, gli allenatori di Atletico Centobuchi e Futura 96 (+).

ADDIRITTURA STREPITOSA LA FORMAZIONE FERMANA (+) che, subìto il gol di Suwareh, ha rispolverato energie che sembravano ormai esaurite per quei due succitati assalti alla scompaginata -per forza di cose – retroguardia biancorossa.

LA SERIA DOMANDA DA PORSI E’INVECE LA SEGUENTE: non sarà che i tecnici avversari conoscano i difetti della Rata meglio di Moriconi? (-).

DAL QUALE è ormai da 24 incontri che la tifoseria si attende una formazione equilibrata a centrocampo e consapevole di operare in un campionato di lotta e sofferenza.

Mister Moriconi

DAL MOMENTO CHE IL COACH (-) ha contribuito alla sua costruzione estiva ed alla correzione invernale.

COMUNQUE SONO ORMAI CONSIDERAZIONI SCADUTE (-), al pari della rinuncia ai sogni di primato ed anche alla conquista di una tranquilla allocazione nei play off.

CHE SONO ANCORA INCERTI (-), sempre più minaccioso prospettandosi il serrate finale di un Potenza Picena che non finisce mai stupire.

TUTTI, tranne il suo mister che ha perfettamente capito la sostanza di questo torneo (+).

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X