Conferenza dei servizi sul biogas
Negato l’accesso al consigliere Marangoni

L'esponente di FIT chiede a Spacca di sanzionare i dipendenti regionali responsabili
- caricamento letture
Enzo Marangoni, consigliere regionale

Enzo Marangoni, consigliere regionale

Dal consigliere regionale Enzo Marangoni (Famiglia, identità e territorio) riceviamo:

“Nonostante le indagini  in corso da parte della magistratura sulle strane vicende del biogas nelle Marche, continua il comportamento non trasparente dei funzionari e dirigenti della Regione che si occupano delle autorizzazioni delle centrali a biogas. Questa mattina si sarebbe dovuta svolgere in regione Marche la conferenza di servizi, prevista dalla legge, in relazione alla richiesta presentata da un’azienda privata di procedere alla realizzazione di una centrale a biogas nel comune di Recanati. Alla conferenza avrebbe voluto partecipare anche il Comitato di cittadini No biogas del comune di Recanati, ma i funzionari della regione hanno impedito loro di partecipare. Ero presente anche io, ed ho difeso il diritto del Comitato recanatese di partecipare alla conferenza ma i funzionari mi hanno invitato ad allontanarmi in quanto, a parer loro, nemmeno il consigliere avrebbe potuto partecipare. Per tutta risposta ho ricordato che i consiglieri regionali hanno il diritto di partecipare alle conferenze di servizi in forza del potere ispettivo garantito dallo Statuto della regione Marche e dal regolamento del consiglio regionale. D’altra parte è già accaduto che i consiglieri regionali, me compreso, abbiano partecipato a conferenze di servizi sul biogas. Di fronte alle insistenze di allontanamento nei miei confronti da parte del responsabile del procedimento, Maria Pia Cavallone, e del dirigente Antonio Minetti,  sono rimasto fermamente seduto al mio posto, dicendo che nessuno può impedirmi di esercitare i diritti per i quali sono stato eletto. A quel punto, dopo consultazione della  funzionaria e del dirigente con l’ufficio legale della regione, la conferenza di servizi è stata sospesa e riprenderà a data da destinarsi. Chiedo che il presidente Spacca intervenga con provvedimenti disciplinari nei confronti dei dipendenti della regione protagonisti di questo brutto episodio e che il presidente del Consiglio Solazzi garantisca i diritti negati dei consiglieri regionali”.

Articoli correlati

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X