Acquaroli: “Il biogas avvilisce il territorio,
urge una reazione politica”

Il consigliere regionale del Pdl critica le scelte dell'amministrazione di Potenza Picena
- caricamento letture
acquaroli

Francesco Acquaroli

Il consigliere regionale del Pdl Francesco Acquaroli interviene sulla questione biogas e critica l’amministrazione comunale di Potenza Picena:

“È grave, in particolare in momenti così difficili, l’incapacità dell’Amministrazione di ergersi a guida, a motore d’idee e a difesa del nostro territorio; sono eclatanti, proprio in tal senso, la quasi totale assenza di politiche in vari settori, da quelli produttivi a quello sociale, che sono lasciati alle esclusive iniziative dei singoli, fin troppo bravi; inquietanti sono stati i silenzi, i ritardi e le mistificazioni rispetto a molti temi cruciali, solo ultimo il biogas.Tutto ciò, unito alla irriverente supponenza di alcuni Amministratori ed alla inerzia supina di altri, costituiscono un quadro d’insieme che ha contribuito a screditare il ruolo di tutto il territorio e delle sue Istituzioni. Così, oltre al rischio di divenire terra di conquista degli speculatori, che qui da noi potrebbero trovare utili estimatori per i loro fini, si rischia un compromettente svilimento dell’immagine e delle prospettive. In questo contesto le bacchettate del Sindaco a chi ha cercato di dare una scossa attraverso la mozione di sfiducia appaiono strumentali ad una difesa d’ufficio; il Sindaco immagino intuisca benissimo quanto la sua maggioranza sia attaccata ad un senso di parte e che perciò non lo sfiducerebbe mai, pur non difendendolo; ma avrebbe dovuto sapere anche che quella mozione era per noi l’unico strumento possibile per denunciare l’insostenibilità di questa situazione e prenderne le distanze, al di la dei numeri di cui disponiamo che non sono sufficienti per discuterla.
Urgono proposte e risposte politiche forti, credibili, condivise, che mirino a rappresentare le vere volontà del territorio. I tentativi arroccati, i raggiri sulle priorità, le faziosità, i veleni, le mistificazioni delle verità non hanno solo smantellato un sistema, hanno anche minato le speranze di un paese intero. Si parla di passione, spirito di servizio, di bene comune e allora, proprio per questi principi, l’Amministrazione sia leale con il ruolo che le compete e si metta in discussione; e dato che non lo ha mai voluto fare con noi, e a testimoniare questo ci sono anni di fatti concreti e non la nostra assenza esasperata ad una riunione dei capigruppo, lo faccia con il territorio, con i cittadini, con le associazioni. Se poi non è in grado di farlo nemmeno con loro allora tragga le doverose conclusioni, perché il Comune non è un condominio, soprattutto non il loro”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X