Autorizzato il biogas in via Marolino
Paolucci: “Un colpo di mano inaccettabile”

POTENZA PICENA - Il sindaco attacca la Regione e annuncia un ricorso
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
SERGIO-PAOLUCCI-1O

Il sindaco di Potenza Picena Sergio Paolucci

La Regione Marche autorizza la centrale a biogas in contrada Marolino a Potenza Picena e si riapre la questione che tanto ha fatto discutere nel corso del 2012 quando in tutta la provincia comitati di cittadini si schierarono con forza contro le prese si posizione dell’assemblea legislativa. Oggi è l’amministrazione comunale a contestare la scelta della regione.

«Il Comune di Potenza Picena – si legge in una nota del sindaco Sergio Paolucci –  ha appreso dai giornali la notizia che la Regione Marche, attraverso il responsabile dell’ufficio incaricato, ha emesso il decreto di autorizzazione della centrale a biogas in località Marolino. Manifestiamo stupore e incredulità per quanto è stato fatto perché ciò contraddice promesse politiche e soprattutto atti ufficiali attraverso i quali era stato subordinato il rilascio dell’autorizzazione all’individuazione delle zone non idonee, il cui iter amministrativo è in corso in Consiglio Regionale (leggi l’articolo).
Lo stesso ufficio incaricato dell’istruttoria della pratica, anche di recente, nella nota trasmessa alle parti in causa n. 839591 del 19 dicembre 2012, aveva ribadito che non avrebbe emesso alcun provvedimento prima della individuazione delle aree non idonee.
Il Comune di Potenza Picena ha partecipato attivamente alla predisposizione delle linee guida regionali suggerendo criteri cautelativi a salvaguardia della salute pubblica che sono stati recepiti prima dall’Anci e poi dalla Giunta Regionale delle Marche e che non sono ancora diventati legge solo per ragioni procedurali che hanno impedito al Consiglio Regionale di esaminare ed approvare la relativa legge.
Appare quindi incomprensibile e soprattutto inaccettabile che nella fase in itinere del provvedimento, che si concluderà presumibilmente entro pochi giorni, con un colpo di mano basato su cavilli giuridici, sia stata autorizzata la centrale a biogas di Marolino, in palese contrasto con i criteri tecnici già previsti nella delibera approvata dalla Giunta Regionale.
Nel merito ricordiamo che nella conferenza dei servizi il Comune di Potenza Picena e la Provincia di Macerata hanno espresso parere negativo alla realizzazione della centrale a biogas e permangono forti dubbi sulla legittimità dell’atto emesso dalla Regione poiché non si è voluto tenere conto del merito tecnico dei suddetti pareri.
Esprimiamo tutta la nostra contrarietà al provvedimento emesso dalla Regione ed alla realizzazione della centrale in località Marolino e preannunciamo ricorso sia in sede amministrativa che in sede giudiziaria presso il Tar contro tale provvedimento e per riaffermare il principio della prevalenza dell’interesse pubblico per la cui salvaguardia è necessario che anche la centrale di Marolino rispetti le regole in corso di emanazione sulle zone non idonee».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X