Potenza Picena, manifestazione del Pd contro il biogas

L'iniziativa pubblica "Salviamo l’Acquedotto" si terrà domenica 14 aprile
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Enrico Garofolo, segretario Pd Potenza Picena

Enrico Garofolo, segretario Pd Potenza Picena

 

Da Enrico Garofolo, segretario del Pd di Potenza Picena, riceviamo:

Il Partito Democratico di Potenza Picena promuoverà domenica 14 aprile una manifestazione pubblica la cui finalità è impedire la realizzazione della centrale biogas in contrada Marolino intitolata ‘Salviamo l’Acquedotto’.

La nostra ferma intenzione è quella di salvaguardare l’acqua che, tramite l’acquedotto comunale, arriva nelle nostre case proteggendola da possibili e pericolosi sversamenti di sostanze inquinanti.

L’impianto di biogas autorizzato in c.da Marolino è situato nella fascia di rispetto dei pozzi di captazione dell’acquedotto comunale e abbiamo visto come questi impianti siano soggetti a episodi di ‘sversamento’ (purtroppo già verificatasi nelle ultime settimane sia nell’impianto di Loro Piceno che in quello di Morrovalle).

A questo obiettivo si aggiunge anche una forte inquietudine per come si è svolto l’iter che ha troppo facilmente autorizzato l’impianto di Marolino negli uffici della Regione Marche.

Uffici sui cui funzionari sta indagando la Procura di Ancona che ipotizza reati di associazione a delinquere finalizzata alla truffa e/o all’abuso di ufficio in relazione all’autorizzazione di diversi impianti a biogas nel territorio della nostra regione.

Per salvare l’acquedotto comunale e ribadire ancora una volta la nostra contrarietà all’impianto in contrada Marolino, il Partito Democratico invita il comitato contro il  Biogas, l’Amministrazione comunale, le forze politiche tutte e la cittadinanza a partecipare attivamente alla manifestazione pubblica del 14 aprile.

Vogliamo far sentire la nostra voce e vogliamo concretamente impedire la realizzazione di questo impianto.

Per questa ragione invitiamo l’Amministrazione e il Consiglio comunale a non lasciare niente di intentato e ad approfondire e verificare anche la fattibilità e la possibile efficacia di un ordinanza sindacale che, sulla base del principio di precauzione, non consenta l’avvio dei lavori”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X