Contagiato un vigile del fuoco
«Non è grave,
nessun problema al comando»

MACERATA - Il comandante provinciale, Antonio Giangiobbe: «Era a casa dal 13 marzo, l'unico collega entrato in contatto con lui è stato messo in quarantena, non ha sintomi, e lunedì potrà tornare in servizio»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
antonio-giangiobbe-e1569933899252-650x546

Antonio Giangiobbe

 

Un vigile del fuoco di Macerata positivo al Coronavirus, «era a casa dal 13 marzo, l’unico collega che era stato a contatto con lui è rimasto in quarantena, non ha sintomi e lunedì potrà tornare al lavoro, non c’è nessuna emergenza in caserma» dice il comandante dei vigili del fuoco di Macerata, Antonio Giangiobbe. Il vigile del fuoco lavora come spiega il comandante, si trovava a casa dal 13 e successivamente ha sviluppato i sintomi che poi sono stati confermati: è rimasto contagiato dal Coronavirus. «E’ ricoverato all’ospedale di Civitanova, si trova in condizioni soddisfacenti. Sottolineo che in caserma già da febbraio abbiamo adottato protocolli molto ferrei per prevenire contagi». Giangiobbe aggiunge che l’unico collega che lavorava con il vigile contagiato «è stato subito messo in quarantena e non ha sintomi, lunedì potrà tornare in servizio. In caserma non ci sono problemi legati al contagio del Coronavirus».

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X