facebook twitter rss

Recanati, «casi di positività in ospedale
ma abbiamo solo notizie informali»
Piano per consegnare mascherine a domicilio

CORONAVIRUS - Il sindaco Antonio Bravi è in attesa di comunicazioni. I presidi arrivati dalla Cina saranno consegnati nelle case dal Comune
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
23 Condivisioni

L’ospedale di Recanati

 

«Ci sono persone positive nell’ospedale di Recanati, ma lo sappiamo in modo informale». A dirlo è il sindaco Antonio Bravi che attende di avere notizie ufficiali se vi siano persone che hanno contratto il Coronavirus nel nosocomio. Nella città Leopardiana le persone positive sono 37 e 54 quelle in quarantena (di queste per 13 il tampone è risultato negativo). «Da una comunicazione informale ci giungono notizie di alcuni casi di positività presso il nostro ospedale di comunità. Sembra chiaro quanto è spesso ribadito anche dagli esperti, e cioè che il virus attacca con più facilità persone in situazioni di fragilità, come anziani e ricoverati. La raccomandazione che ci sentiamo ancora una volta di fare è l’accurato rigore in termini di igiene delle mani e di rispetto del distanziamento sociale». Il sindaco aggiunge che «l’amministrazione tutta è impegnata nell’organizzazione della distribuzione delle mascherine arrivate ieri, grazie alla generosità dei nostri amici cinesi di Xiangcheng. Si sta elaborando un piano che prevede, quasi certamente, la consegna a domicilio di alcune di esse, in base al numero dei componenti della famiglia. Desidero esprimere la nostra gratitudine ai volontari e alle volontarie che hanno risposto numerosi alla nostra richiesta di collaborazione, per la loro distribuzione. Sulla pesantezza di queste giornate, la luminosità della solidarietà tiene accesa la speranza».

 

https://www.cronachemaceratesi.it/2020/03/25/recanati-arrivate-le-60mila-mascherine-dalla-cina/1380456/

Articoli correlati




Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X