Cherubini accusa la sinistra:
«Ricotta è al governo da 25 anni
E ora lo fanno passare per “nuovo”»

MACERATA 2020 - Il candidato dei 5 stelle punta il dito contro l'avversario, che domani inaugura la sede elettorale: «Insieme a Meschini e Carancini hanno compiuto scelte di destra liberale ed improntate al consumo di suolo e all’asservimento ai gruppi di potere mattonari»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Cherubini_5Stelle_FF-7-325x217

Roberto Cherubini, candidato sindaco del Movimento 5 stelle

 

«Davvero incredibile la mistificazione della realtà da parte di un centrosinistra che da almeno 20 anni compie scelte di destra liberale ed improntate al consumo di suolo ed all’asservimento ai gruppi di potere mattonari». L’accusa arriva da Roberto Cherubini, candidato sindaco del Movimento 5 stelle, che non risparmia nemmeno l’avversario Narciso Ricotta, candidato di coalizione: «Comunicare che Ricotta, da 25 anni in amministrazione, è il rinnovamento, è di fatto prendere in giro i maceratesi». Il riferimento è, non da ultimo, alla conferenza stampa con cui ieri la lista civica “Macerata Rinnova”, una delle sette che appoggia l’assessore uscente, ha appunto indicato in Ricotta una discontinuità rispetto all’amministrazione di Romano Carancini.

Cherubini spiega: «Ricotta è strutturale al centro sinistra ed ha governato per 20 anni sia con Meschini che con Carancini; insieme a loro ha approvato le peggiori operazioni urbanistiche cittadine (1,5 milioni di metri cubi realizzati solo in parte relativi a Piano casa e Minitematica, Valle Verde, Via Trento, Piazza Pizzarello, piscina fantasma). Parlando di sostenibilità hanno realizzato centri commerciali inguardabili e quelli che oggi fanno finta di essere sostenibili sono coloro che hanno autorizzato il nuovo centro commerciale a Piediripa (il terzo nel giro di 1 km senza considerare i grandi supermercati come Eurospin ed altri). Tra il 2008 ed il 2010 quel supermercato (Simonetti) è stato esaltato ed approvato dai 2 assessori Pantanetti (a Sinistra per Macerata) e Di Pietro (papabile in regione) e dai 2 sindaci Meschini e Carancini (Capogruppo con Meschini)».

ItaliaViva_Ricotta_Comunali_FF-5-325x217

Narciso Ricotta

Insomma, «Ricotta non era su Marte, ma era nell’amministrazione – prosegue Cherubini -. Ritornare almeno all’onestà intellettuale sarebbe da parte di tutti corretto. Ricotta è la continuazione di Carancini per cui chi lo sceglie è perché ha apprezzato l’amministrazione uscente. Farlo apparire come una novità è un inganno per i maceratesi, un inganno che i nostri concittadini non meritano».

Nel frattempo proprio Ricotta, domani, aprirà le porte della sede elettorale in via Cairoli 16 a Macerata. L’appuntamento è alle 16, nel rispetto delle norme anti Covid, per presentare l’intera coalizione di centrosinistra.

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X