Macerata 2020: verso una corsa a cinque
Il centrodestra rischia la spaccatura
Primarie: confronto a quattro su Cm

IL QUADRO - Con Lega e Forza Italia ai ferri corti si potrebbero separare le strade e avere due candidati sindaci. Altra fumata nera dal tavolo. Il centrosinistra sceglierà domenica, difficilmente si andrà al ballottaggio. Il M5S si presenta con Roberto Cherubini. In campo anche la civica Strada Comune
- caricamento letture

Cercasi_sindaco_Macerata-1

 

AGGIORNAMENTO DELLE 21,20 – La riunione del tavolo del centrodestra si è conclusa dopo le 21 con un’altra fumata nera. Nessuna intesa sulle candidature a sindaco, gli esponenti del tavolo hanno rinviato ogni decisione ad un prossimo incontro che si terrà tra qualche giorno. E’ stato chiesto alla Lega di portare tre nomi, quindi non solo quello di Andrea Marchiori. Anche le altre forze politiche metteranno sul tavolo le loro proposte.

***

Macerata, i candidati sindaci si potrebbero moltiplicare. Se dalle primarie di domenica del centrosinistra uscirà un candidato sindaco (difficilmente si andrà al ballottaggio visto che la soglia da raggiungere è del 30%), stasera dalla riunione del centrodestra a porte blindate potrebbe palesarsi una spaccatura che porterebbe a due candidature. Appare complicato infatti risanare i rapporti tra Forza Italia e Lega dopo le uscite di questi giorni. Da una parte c’è la proposta dell’ex assessore di centrosinistra Raffaele Delle Fave, vicino alle liste annunciate da Deborah Pantana; dall’altra il consigliere comunale Andrea Marchiori, candidato naturale della Lega. Si vota tra pochi mesi (data ufficiosa 31 maggio) e il centrodestra è ancora in alto mare. Che si trovi al fotofinish un nome che metta tutti d’accordo? Al momento non c’è, anche perché Maurizio Mosca ha confermato di essersi ritirato dalla corsa. Qualche chance le ha Francesca D’Alessandro di Fratelli d’Italia, ma l’accordo regionale tra Salvini e Meloni porterebbe a un candidato leghista per Macerata. Ma se nessuno nel tavolo farà un passo indietro è possibile che si vada verso una doppia candidatura con una buona dose di autolesionismo. Per poi magari pensare a un accorpamento al ballottaggio.

strada-comune-volti

I volti della civica Strada Comune

Il Movimento 5 Stelle ha invece individuato da tempo il candidato sindaco: il consigliere comunale Roberto Cherubini, completati i passaggi sulla piattaforma Rousseau, venerdì presenterà la sua scesa in campo. Un quinto candidato sindaco arriverà da “Strada Comune”, civica di sinistra composta da molti giovani.

PRIMARIE – Faccia a faccia tra i quattro candidati alle primarie del centrosinistra a tre giorni dall’appuntamento elettorale. Gli aspiranti sindaci di Macerata saranno chiamati a confrontarsi sui temi davanti alle telecamere di Cronache Maceratesi. L’incontro si svolgerà giovedì 13 febbraio alle 15,30 in una location d’eccezione: il Caffè Venanzetti, chiuso al pubblico da qualche settimana, simbolo delle difficoltà che incontra il centro storico cittadino.
I 4 candidati David Miliozzi (Macerata Insieme), Stefania Monteverde (Macerata Bene Comune), Luciano Pantanetti (La Città di Tutti) e Narciso Ricotta (Pd) hanno già confermato la loro presenza. L’incontro non sarà aperto al pubblico ma verrà trasmesso giovedì sera sulle pagine di Cronache Maceratesi.
La community di Cm è comunque chiamata ad essere protagonista. Potrete inviare le vostre domande o spunti di riflessione da sottoporre ai candidati attraverso tutti i nostri canali: con un commento a questo articolo, via mail all’indirizzo info@cronachemaceratesi.it, scrivendo un messaggio al nostro numero Whatsapp (tel. 3313307773) o ancora via Facebook o attraverso un messaggio diretto su Instagram.

montaggio-primarie-macerata-1-325x171

I quattro candidati alle primarie: Luciano Pantanetti, Narciso Ricotta, Stefania Monteverde e David Miliozzi

Le primarie si terranno domenica 16 febbraio. Si potrà votare dalle 8 alle 22. Potranno votare tutti i cittadini iscritti nelle liste elettorali del Comune di Macerata oltre a coloro che abbiano compiuto 16 anni prima del giorno delle primarie. Il voto è gratuito. Per votare si dovrà dare espresso consenso a che il proprio nominativo sia inserito nell’elenco dei partecipanti alle primarie per la scelta del candidato sindaco del centrosinistra per le elezioni comunali del 2020. L’eventuale ballottaggio, che si è fatto di tutto per evitare e probabilmente non ci sarà, avverrà il domenica 1 marzo solo nel caso in cui nessuno raggiungerà il 30% dei voti validi.

(m. z.)

 

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X