Primarie: Monteverde più sì che no,
Italia Viva non partecipa
Ricotta: «Accoglienza? Legge di Salvini»

MACERATA 2020 - Ritirati i moduli per la raccolta firme a sostegno della candidatura della vicesindaca. Nel Pd si tenta il "piano last minute" per presentare un secondo nome. Ulderico Orazi: «Appoggeremo chi vincerà le primarie. Probabile arrivo di Matteo Renzi in città». Intanto l’assessore provoca il centrodestra: «Oltre a parlare di immigrazione contraddicendo il loro capo, hanno qualche idea?»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

LiceoScientifico_Protesta_FF-14-325x217

Stefania Monteverde, vice sindaca e assessore alla cultura

 

di Matteo Zallocco

Primarie del centrosinistra: dopo la candidatura di David Miliozzi che martedì presenterà la civica “Macerata Insieme” (leggi l’articolo), si attende la decisione della vice sindaca Stefania Monteverde. Durante la riunione di maggioranza di ieri sera la sua lista “Macerata bene comune” ha aderito al documento programmatico del centrosinistra e da qualche giorno sono stati ritirati i moduli per la raccolta firme a sostegno della candidatura. Dunque anche la Monteverde sembra in procinto di annunciare la sua scesa in campo. La decisione, in un verso o nell’altro, dovrebbe arrivare la prossima settimana. La scadenza delle candidature è fissata per il 18 gennaio (sì voterà il 16 febbraio). Ed entro quella data qualcuno nel Pd che si è mosso un po’ tardi spera di riuscire a trovare una seconda candidatura di partito che segni la discontinuità rispetto a quella di Narciso Ricotta. Dopo il passo indietro del segretario cittadino Stefano Di Pietro sono stati avviati altri contatti. Ma il “piano b” a questo punto sembra essersi ridotto a un “piano di serie b” a vantaggio dello stesso Ricotta. Se questo “piano last minute” dei dem andrà in porto i candidati sarebbero cinque (con la Monteverde oltre a Miliozzi, Ricotta e Luciano Pantanetti, che è stato il primo a entrare in gara).

consiglioComunale_211019_FF-7-325x216

Ulderico Orazi, capogruppo di Italia Viva

Non è riuscita a trovare un candidato Italia Viva che cercava un nome espressione dalla società civile ma ha incassato diversi “no” o “chi me lo fa fare”, in particolare da medici e dirigenti dell’ospedale. L’asse con Pensare Macerata non è andato in porto e la lista di Miliozzi sarà sostenuta da altri due partiti: Verdi e +Europa. «Restiamo comunque nel centrosinistra – puntualizza Ulderico Orazi, capogruppo di Italia Viva in Consiglio comunale – e faremo una lista a sostegno del candidato sindaco che uscirà dalle primarie. Ci auguriamo di poter portare Renzi e la Bellanova a Macerata per la campagna elettorale». 

IncontriDAutunno_Maggi_FF-4-325x216

Narciso Ricotta, candidato del Pd alle primarie

Intanto Narciso Ricotta, assessore ai lavori pubblici con delega a futuro primo cittadino, replica alle dichiarazioni arrivate dal centrodestra durante la conferenza di fine anno (leggi l’articolo) e in particolare ad Andrea Marchiori,  consigliere della Lega, che ha poi attaccato il Comune sulla proroga dei progetti di accoglienza (leggi l’articolo): «Il nuovo sistema di protezione per stranieri rifugiati e minori non accompagnati (già Sprar, ora denominato Siproimi) è stato istituito con legge del 1 dicembre 2018 n. 132 che porta la firma dell’allora ministro dell’Interno Matteo Salvini – dice Ricotta –  E’ Salvini che ha proposto ai Comuni italiani questo sistema di accoglienza per stranieri. Insomma gli stranieri che arrivano in Italia vengono distribuiti sul territorio nazionale dal Ministero dell’Interno con questo sistema proposto proprio da Salvini. Inoltre, se la Questura individua uno straniero minore non accompagnato nel territorio di un Comune lo affida al sindaco di quel Comune che, a spese dell’amministrazione, dovrà collocarlo in una struttura adeguata: invece con questi progetti è il Ministero a dare le risorse ai Comuni che non debbono fare fronte con quelle proprie. Insomma la Lega da una parte propone una risposta al tema immigrazione e dall’altra critica chi la adotta. Infine mi chiedo se la Lega, oltre al tema degli immigrati di cui parla contraddicendo quello che propone il suo capo, ha qualche idea per la città», conclude Ricotta.

 

Primarie, il “ni” di Stefania Monteverde «Cultura orgoglio di questa Giunta Servono più donne in politica»

Macerata accoglie migranti per altri 3 anni, il Comune va avanti con il Gus

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X