facebook twitter rss

Federica Curzi non appoggia Miliozzi:
«Pensare Macerata è implosa,
i reduci vedranno cosa fare»

L'ASSESSORE uscente resterà «alla finestra» in attesa del risultato delle primarie. «Massimiliano Bianchini che è il regista di tutta questa partita ci dirà qualcosa dopo il 16 febbraio, ci riuniremo e vedremo»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
10 Condivisioni

L’assessore Federica Curzi

 

di Federica Nardi

«David Miliozzi ha fatto la sua scelta e ha costruito la sua lista. Massimiliano Bianchini che è il regista di tutta questa partita ci dirà qualcosa dopo il 16 febbraio, ci riuniremo e vedremo. Chi sosterrò alle primarie? Non Miliozzi ma nemmeno nessun’altro apertamente». Federica Curzi, nelle file della Giunta uscente di Macerata, in vista delle urne del centrosinistra ha deciso di «stare alle finestra». La sua assenza alla presentazione di David Miliozzi come candidato alle primarie con l’associazione “Macerata insieme” (una costola del gruppo consiliare “Pensare Macerata” di cui anche Curzi fa parte), non è passata inosservata.

«La mia non presenza vuol dire che non lo sosterrò – specifica Curzi -. Non c’è un sostegno perché “Pensare Macerata” è un progetto che avevamo e che è finito. Non è però certo una guerra né è detto che sia la fine del progetto comune». Certo è che «Pensare Macerata è implosa, com’è naturale alla fine del mandato. Ma non c’è nessuna presa di distanza, è una cosa che si è concordata. “Pensare Macerata” è un progetto superato, David è andato avanti.  Fin dall’inizio non sono stata coinvolta, non ne faccio parte. E’ la lista che si è spostata, non io».

La presentazione di “Macerata Insieme” a sostegno della candidatura alle primarie di David Miliozzi

L’obiettivo per Curzi è «portare più persone possibile a votare alle primarie, credo che sia di fondamentale importanza. Ma apertamente non sostengo nessuno». Nemmeno Pantanetti? «No, anche se è un amico. Non sto facendo il pesce in barile. Ne ho parlato con tutti e quattro i candidati». L’attesa insomma è per i risultati del 16 febbraio: «Al momento il mio progetto è sospeso. I progetti futuri si vedranno a partire dal 17 febbraio, quando vedremo dove ci collochiamo tutti. Devo vedere quali saranno le liste e come ci organizzeremo». Noi chi? «I reduci di Pensare Macerata, Alessandra Orazi e Massimiliano Bianchini».

 

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X