Il Pd attende, gli alleati fremono
e a sinistra nasce il listone unito

REGIONALI - L'Idv chiede primarie di coalizione e il Psi un candidato della società civile. Intanto Sel, Prc, Pdc e L'altra Europa con Tsipras annunciano la loro alternativa
- caricamento letture
Ignazio Messina, segretario nazionale Idv

Ignazio Messina, segretario nazionale Idv

Mentre si attende dopo l’ennesima proroga la decisione del Partito Democratico sulla candidatura (stasera, giovedì, convocata la Direzione) da presentare alle elezioni regionali di maggio prossimo, gli alleati fremono: “Alla luce della situazione che vivono l’Italia e la nostra comunità marchigiana, -si legge in un comunicato unitario – che necessita di una nuova governance capace, esperta e condivisa, i partiti della coalizione di centrosinistra Udc, Cd, Psi, Verdi, Ppi, e Idv chiedono alla segreteria regionale del Pd un immediato ulteriore incontro per definire il programma e le modalità di individuazione del candidato presidente, al fine anche di completare quanto prima l’interlocuzione con la nostra comunità.: “Il Pd, per favore, si sbrighi”. ha detto  il segretario dell’Idv Ignazio Messina in un incontro con la stampa ad Ancona in cui ha parlato anche delle prossime regionali e della fase di stallo in cui si trova il Pd. “Il modo modo per scegliere il candidato presidente della Regione – ha detto – è sicuramente quello delle primarie, soprattutto quando c’è confusione negli alleati”. Se si faranno, “parteciperemo con un nostro candidato”.

Dario Conti, presidente  provinciale Psi

Dario Conti, presidente provinciale Psi

Anche il Partito socialista italiano viste le difficoltà ad oggi emerse nella scelta di un candidato, fa la sua proposta: “La coalizione deve orientare – si legge in una nota della segreteria provinciale – le valutazioni su una figura che sia al di sopra ed al di fuori delle logiche partitiche e politiche, ma che possa al tempo stesso rappresentare, per capacità ed esperienza, ai massimi livelli culturali  ed amministrativi dimostrati, anche nella così detta società civile. Ovvero va ricercata la migliore espressione di rappresentatività unitaria. Su tale percorso,di grande condivisione, saremmo pronti ad impegnarci”.

Edoardo Mentrasti

Edoardo Mentrasti

Sempre oggi è arrivato l’annuncio invece delle forse a sinistra del Pd. Sel, Prc, Pdc e L’altra Europa con Tsipras si presenteranno insieme alle prossime elezioni regionali sotto il nome ‘Cantiere altre Marche Sinistra unita’. “Entro metà febbraio – ha detto Edoardo Mentrasti (Sel) – si terrà un’assemblea regionale per discutere di candidature”. Alla domanda su eventuali primarie di coalizione dell’intero centrosinistra Mentrasti ha risposto: “Siamo su rotta e percorso autonomo. Non aspettiamo nessuno, il Pd se la suona e se la canta”.

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X