Comi: “Noi abbiamo le idee chiare,
Spacca non tema l’unità del Pd”

ELEZIONI REGIONALE 2015 - Il segretario regionale risponde al governatore invitandolo a sciogliere il nodo della natura dell'associazione Marche 2020 e chiedendo un suo "leale contributo"
- caricamento letture
Francesco Comi, segretario regionale del Pd

Francesco Comi, segretario regionale del Pd

«Il Pd ha le idee chiare. Spacca non tema l’unità del partito»: è diretta e pungente la risposta di Francesco Comi, segretario regionale del Pd, alle accuse mosse ieri dal governatore delle Marche che, in vista delle elezioni regionali del prossimo anno, ha chiesto subito le primarie di coalizione e rivolgendosi allo stesso Comi lo ha invitato a smettere di fare la spola tra Ascoli e Pesaro (leggi l’articolo). Le dichiarazioni del segretario Francesco Comi sono arrivate durante l’incontro della campagna di resoconto e ascolto “Insieme verso il cambiamento” a Fano.

«Vorrei rassicurare il presidente Spacca, per il quale ho rispetto e stima, che non deve temere affatto il tentativo del Pd di essere finalmente unito e protagonista del cambiamento. Nel PD regionale non c’è alcun elemento di confusione, noi abbiamo le idee molto chiare e siamo anche consci delle grandi difficoltà, ma ci adoperiamo per superarle con umiltà e determinazione. Servirebbe anche il suo leale contributo. Stiamo lavorando sul territorio con una diffusa campagna di rendiconto e di ascolto, anche attraverso le feste dell’Unità; tali iniziative, a differenza di quanto afferma Spacca, vedono una larga partecipazione di liberi cittadini, amministratori e associazioni e sono molto preziose e apprezzate.

La campagna che stiamo conducendo in tutte le Marche serve a valorizzare l’azione di governo di questi anni e ad aggiornare, con la partecipazione dei cittadini, un nuovo programma, capace di affrontare le emergenze ed i problemi seri che le Marche stanno vivendo. Per questo, continuerò senza sosta a “peregrinare” per tutti i comuni della regione, arricchendo di altri appuntamenti la già impegnativa agenda del PD Marche».

incontro-Fano_platea

L’incontro a Fano della campagna di resoconto e ascolto “Insieme, verso il cambiamento”

Il segretario del Pd è poi passato ad affrontare la questione del programma: «Il programma sarà la base per riconfigurare una nuova coalizione di centro sinistra a cui seguirà la scelta dei candidati. Questo processo non esclude minimamente il metodo delle primarie anche se siamo impegnati, oggi, nella ricerca doverosa di un candidato forte capace di unire il partito e parlare alla società marchigiana.

Da mercoledì inizieranno gli incontri con tutti i soggetti politici potenziali alleati del nostro partito, per l’agenda di fine mandato. Anche a tale scopo, sarebbe opportuno che Spacca e l’Associazione Marche 2020 sciogliessero definitivamente il nodo della natura dell’Associazione stessa: questo contribuirebbe a fare chiarezza rispetto all’arco di forze disponibili per una salda e forte alleanza di centro sinistra, capace di continuare a governare la nostra Regione.

Lungi da noi la tentazione dell’autosufficienza: siamo consci dei problemi nuovi che le Marche devono affrontare per rispondere ad una crisi vasta e profonda, per queste ragioni abbiamo scelto un percorso che vuole essere denso di partecipazione, di merito, di contenuti, capace di creare le migliori condizioni per una maggioranza forte ed innovativa».

incontro-Fano_relatori

L’intervento di Comi durante l’incontro di Fano



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X