umberto cherubini


Utente dal
10/10/2011


Totale commenti
51

  • Maggiordomo e gentiluomo:
    “Ho servito i potenti della terra”

    1 - Lug 1, 2014 - 23:37 Vai al commento »
    Grande Clem Clem!
  • Muore a 30 anni, dopo una malattia

    2 - Giu 26, 2014 - 22:50 Vai al commento »
    R.i.p.
  • L’ultimatum di Netti
    alla Fontescodella Piscine
    Consegna del cantiere entro il 30 giugno

    3 - Apr 13, 2014 - 3:41 Vai al commento »
    Palasport decente NO, Polo Natatorio NO, Uscita superstrada Mc Est-S'Claudio con collegamento lottizzazione ind.le Valleverde NO, Uscita superstrada Mc Centro-Cobuccaro con collegamento c.da Pieve-rotatoria via Mattei NO, 
  • Malore dopo il derby,
    muore storico tifoso

    4 - Gen 21, 2014 - 2:26 Vai al commento »
    R.i.p.  Marco
  • Verso Maceratese-Civitanovese,
    la parola ai protagonisti del passato

    5 - Gen 15, 2014 - 21:51 Vai al commento »
    Caro Gengis quel gol Moreno l'avrebbe sempre segnato, Castoldi o no... all'epoca saltava di testa più alto della traversa....   moro gol sarà in panca anche domenica, occhio!
  • Maceratese, i tifosi interrompono l’allenamento
    Parole durissime ai giocatori

    6 - Gen 10, 2014 - 2:15 Vai al commento »
    Ma per arrivare a tanto, vuol dire che hanno fatto davvero schifo in campo...... domenica! 
  • Nuovo collegamento tra via dei Velini e via Martiri delle Foibe

    7 - Dic 29, 2013 - 19:58 Vai al commento »
    ed aggiungo, unimendomi ad ac new business con il quale condivido pienamente la critica della mancanza di un elisuperficie (ma non è di certo l'unica cossa che manca al capoluogo...), che i 750.000€ previsti per un ulteriore collegamento tra la strada di scorrimento veloce e via dei velini, mi sembrano davvero un spesa assurda. Una strada comunque a 4 corsie che collega l'accesso sia da sud-est che da sud-ovest della città, attraverso le due rotatorie vicine al Palas, si conclude in direzione Nord con un imbuto davvero ridicolo ed incredibile, credo unico in Italia ed in Europa, molto simile alle famigerate curve dell'autostrada Milano-Serravalle che però hanno una quasi giustificazione dovuta ad un "territorio particolare" e ad un progetto vecchio come la nostra repubblica. Non varerbe la pena invece risparmiarli questi 750.000€ per migliorare in futuro quell'assurdo imbuto dell'incrocio per Montanello e Via Velini? Continuando in qualche maniera lo scorrimento verso Villa Potenza in maniera civile? Non basta la vergogna della strada di scorrimento che attraversa da decenni il quartiere di S'Lucia, "spaccandolo" di fatto in due? Ridicoli siamo già, ma così rischiamo davvero l'accusa di "dementi maceratinis"....
  • Maceratese, esonerato Bacchi
    Cappelletti nuovo direttore sportivo

    8 - Dic 29, 2013 - 20:41 Vai al commento »
    Cari pistacoppi tifosi della curva della tribuna e della gradinata, non scherziamo, chi può pensare veramente che la Rata è dei maceratesi? Mi spiace deludere Francy, anche se per ora è vero, la rata è di una maceratese: per fortuna, forse, ma non sapriamo cazzate sul fatto che la Rata sia dei maceratesi. Chi governa le sorti della nostra squadra, come di tutte le altre società è colui (nel ns. caso caso colei) che possiede la proprietà o comunque la quota maggiore. Poi ci siamo noi che andiamo allo stadio e possiamo apprezzare gli ultimi anni vissuti in maniera positiva, rispetto al recente passato, ma anche al passato remoto, che ha sempre visto alti e bassi (più bassi) nella storia calcistica marchigiana e nazionale dei biancorossi. Va  comunque rimarcata a Mariella la vicinanza specie ai tifosi della Curva Just, apprezzatissima finora da questi ultimi, perchè le cose le ha rimesse a posto lei e speriamo che riesca a continuare così, però ripeto: la tifoseria può solo sostenere la squadra andando allo stadio, null'altro. Abbiamo vissuto diversi fallimenti, qualche tifoso vero ha potuto fare qualcosa, tranne inscenare manifestazioni di protesta, ricorrere a "collette" insieme alle tifoserie gemellate per sostenere alcune trasferte ai giocatori e poc'altro?   Se l'azionariato popolare potesse diffondersi veramente anche con quote accessibili a tutti, allora e solo allora potremmo parlare di una Maceratese 1922 dei maceratesi!  Comunque in bocca al lupo a Giammario Cappelletti, grazie a Bacchi, dal quale ci aspettavamo qualche altra soluzione tra gli Under, un bomber per sostituire Orta, ma non sappiamo come sono andate davvero le cose...   P.S. guardando oggi la serie B su "novantesimo minuto" oltre ad apprezzare ancora Federico Melchiorri, ho avuto un pensiero comune a tutti noi che seguiamo da anni la Rata: ma possibile che tante società di città anche più piccole o simili alla nostra, affrontate nella storia dalla Maceratese, abbiano avuto il loro lampo (C.di Sangro, Fermana, Gubbio, che talvolta è proseguito (Chievo , Carpi, Lanciano Sassuolo etc ) ed altre come il Cittadella, l'Albino-Leffe o tantissime raggiungendo la B o addirittura la A, e noi neanche la C/1 o attuale 1^ divisione (tranne la parentesi del 39-40 con la mitica serie B ormai passata alla storia e anche alla notte dei tempi...)? soldi? competenza? provincialismo  eccessivo?   
  • Maceratese brutta e impacciata
    La doppietta di Stefanelli
    premia il Fano

    9 - Dic 14, 2013 - 19:19 Vai al commento »
    niente alibi come dice qualcuno, solo alcuni errori arbitrali che ci posson stare. Ed al di là di questo se vai sotto e crei solo un apio di occasioni una a gioco ingiustamente fermo ed un altra lisciata clamorosamente da Conti o da Romano, non puoi recriminare nulla. Loro hanno avuto 4 palle gol, tutte causaste da errori matornali della nostra retroguardia. Retroguardia ultimamente spesso in difficoltà con chiunque, attacco privo di un "punteros" vero, nonostante sia Ambrosini che Gabrielloni e Cavaliere siano attaccanti di categoria. Partita speculare a quella del Polisportivo ed al finale 2' tempo  di Matelica, ed al recente capitombolo interno con la Recanatese (vedi 1' tempo incolore) . In alcuni occcasioni lasciano gli attributi a casa, e la concentrazione negli spogliatoi... Peccato, non è un girone trascendentale, con 4-5 squadre insieme a noi in odore di vice-Ancona, e altre 4-5 in odore di fallimento... 
  • La società non paga i rimborsi
    Civitanovese nel caos, salta l’allenamento

    10 - Dic 14, 2013 - 19:08 Vai al commento »
    bravo Paul Wilkins credo from Citanò, tutto quello che dici è sacrosanto. Però è anche una conseguenza naturale della situazione attuale economica e sociale. Dico io, nel 2013 e probabilmente nel 2014, si possono concordare dei "rimborsi" (è questo l'eufemismo con il quale si devono chiamare contratti da 2.000/3.000/4.000/5.000€)  in alcuni casi anche superiori ai 5.00€ al mese? di cosa stiamo parlando, di Dilettanti che dovrebbero avere un altro lavoro, e di under credo che dovrebbero studiare al liceo o al 1' anno di Università? Ma se ci voglion prendere per i fondelli, sappiano che si stanno prendendo in giro da soli. Piuttosto che di Lega Dilettanti parlerei di Lega a delinquere. La Lega Dilettanti, che mi sembra piuttosto autonoma rispetto alla FIGC ed alla Lega Pro, è davvero ridicola. Ed i presidenti o proprietari di club che ci continuano ad investire centinaia di migliaia euro all'anno sono pazzoidi. Giusto che lo facciano in Ancona per risalire, ma per il resto è un campionato ridicolo che andava riformato prima della C e ridotto al massimo a soli 5 gironi. Chi garantisce rimborsi "adeguati" con una fidejussione, un campo di calcio adatto, può iscriversi, gli altri tutti in Promozione o 1^ categoria. Ci spiace sinceramente da pistacoppi se Citanò dovesse fallire, d'altronde il derby è uno dei pochi momenti davvero divertenti (a prescinder dal risultato che di recente ci ha visto soccombere) di questo campionato. Spero vi salviate, ma niente di più... :-),  e che la crisi societaria si risolva con qualche inserimento di uno o più dei molti imprenditori che ancora, bontà loro, restano bene a galla, appartenenti al territorio civitanovese: con un piccolo investimento potrebbero scacciar via i sedicenti imprenditori abruzzesi e la paura del fallimento. Forza Rata, nonostante oggi i ns. giocatori hanno "rischiato davvero grosso" a venire sotto la gradinata ospiti del Mancini di Fano, a fine partita...  qualcuno dei presenti non ha perdonato loro una prestazione simile a quella del Polisportivo, e paragonabile anche al 1' tempo contro la Recanatese, ed agli ultimi 10 minuti di Matelica. Ogni tanto i black-out si ripresentano, annata difficile nonostante le spese della Presidentessa: manca un puntero Mariella, di quelli alla Stefanelli, alla Cristian Mercenario Pazzi...
  • La traversa stoppa la Civitanovese
    Con la Fermana termina a reti bianche

    11 - Nov 3, 2013 - 23:01 Vai al commento »
    Ci si lamenta in riva all'adriatico?  Non piangete, il peggio ha da veni.... Mica pensavate de vigne davvero il campionato?!
  • Viaggio nei cantieri Quadrilatero
    “Pronti ad aprire nel 2014”

    12 - Ott 5, 2013 - 3:35 Vai al commento »
    Serve tutto, sia il completamento della nuova 77 fino a Foligno, che il potenziamento della linea ferroviaria Civitanova Albacina.  Ma servirebbe anche il collegamento Pieve-Mattei  e gli svincoli nuovi all'altezza di Colbuccaro e S'Claudio sulla superstrada x togliere Macerata da un isolamento ormai evidente e deleterio: la costruzione delle due nuove uscite Mc Est - S'Claudio e Macerata Centro Colbucaro (con innesto sulla Pieve-Mattei) sarebbe quantomeno auspicabile. Ma non credo che comune e provincia  di Mc riescano nell'intento.... visti i risultati sin qui ottenuti e le capacita' dimostrate. Non riescono neanche ad accordarsi col comune di Corridonia per le autorizzazioni dello svinco di S'Claudio.... che era previsto da tempo! Fguriamoci!
  • Maceratese umiliata a Civitanova Rossoblù, vittoria e vetta

    13 - Set 15, 2013 - 23:28 Vai al commento »
    @mirko cognigni: condivido Citano'  superiore in campo,  ma in quanto al pubblico credo che senza li sambini al vs.fianco, sete poca cosa.. molto meglio noi in 700 e la gradinata vostra che la presunta curva (?!) 12' in campo.  Concludo ricordando ai tutti voi che siete diventati un feudo abruzzese...... che come tradizione Vi va' pure bene. Tranne l'anno scorso hanno vinto sempre  loro sto girone di serie D.  
    14 - Set 15, 2013 - 23:14 Vai al commento »
    Pescia' illusi: voi vi salverete alla penultima giornata anche quest'anno, noi e' facile che retrocediamo. Comunque la vera delusione e' stato mister Jaconi: ostruzionismo, randellate dei giocatori a destra e a manca, e inviti continui ai suoi a perder tempo. E' proprio vero che la vecchiaia imbruttisce chiunque.... E poi siamo sempre in vantaggio lo stesso nel computo dei derby.  
  • Massaccesi, Recine e Giuliani in coro:
    “Lasciate la Lube fuori dai campanilismi”

    15 - Set 1, 2013 - 12:23 Vai al commento »
    Bravo Diomedi. Ti ho visto spesso ragionare con criterio anche su altri argomenti. Per quanto mi riguarda, confermo che i progetti vanno studiati in anticipo, non improvvisati o modificati in corso d'opera: vedi esempio di Piacenza. Comunque vada e' emerso l'opportunismo dell'imprenditoria  e l'impotenza o inefficenza della politica maceratese. Cio' che mi sorprende di piu' e'  l'atteggiamento di Massaccesi, ideatore all'epoca della Lube Macerata, lui maceratese: posizione molto allineata la sua.... alla societa', a dimostrazione del fatto che ormai lui conta poco. Ovvio che coloro che sganciano i soldi la fanno sempre da padrone. Concludo con un idea per il nuovo nome: Lube Marche. Cosi potrebbe servire a non perdere una buona parte dela tifoseria finora al seguito.... sempre Forza Rata. 
  • Con la festa del patrono, torna
    Sport in vetrina nei locali ex Upim

    16 - Ago 27, 2013 - 23:37 Vai al commento »
    Mancano Lube.... Vis Mc, Robur Mc, ABM, Helvia Recina, Cluentina etc etc etc. Ossia il gotha del Volley, la crema dei settori giovanili calcistici cittadini,   e la terza e quarta squadra di calcio...... 
  • “Centro storico, ce ne andiamo”
    No dei commercianti all’isola pedonale

    17 - Ago 20, 2013 - 9:56 Vai al commento »
    @Paolo Pieroni: concordo sul fatto che i politici locali dovrebbero " politica re" gratuitamente e quelli del governo centrale col solo rimborso spese. Giusto chiudere tutto il centro, tranne residenti corrieri e autorizzazioni straordinarie, ma ad un patto: migliorare l'accesso dai parcheggi con altri attracchi meccanizzati, migliorare l'offerta con eventi artistici, culturali,  enogastronomici e commerciali costanti, cioe' con periodicita' settimanale. Una vera citta' viva come dice Maurizio Mosca.... deve vivere almeno 4-5 giorni ogni settimana. Collaborazione massima tra le componenti commerciali politiche artistiche e soprattutto menti ideatrici di eventi. Faccio un esempio: siamo ancora capoluogo della provincia? Rsppresentiamo ed esibiamo in centro tutte le eccellenze non solo enogastronomiche(dal ciuscolo di Visso al verdicchio di matelica, dal pescato di Civitanova all'oliva di cingoli, dalle trote di Sefro AA vernaccia di serrspetrona) dalla  biennale del'umorismo di Tolentino ai festival de folklore e dei popoli di Apiro e Mogliano, l'antiquariato di Sarnano e Recanati. Celebriamo una volta l'anno Leopardi e Gigli. Esponiamo in anteprima le creativita' calzaturiere e della pelletteria di tutta la Val di Chi enti. Per fare questo occorre collaborazione massima con tutti i 57 comuni  della provincia. Umilta' e non vanto dell'essere capoluogo. Tutto cio' ed altro ancora insieme ad altre poche iniziative gia' esistenti potrebbe ravvivare il centro e non soli di Macerata. 
  • Turbacci supera il periodo di prova
    E’ il nuovo portiere della Maceratese

    18 - Ago 18, 2013 - 2:00 Vai al commento »
    Meglio che va a Cosenza.... qui non avrebbe di certo ricevuto una bella accoglienza. Giocatore forte. Seconda punta. Ma piccolo uomo, davvero poco rispettoso. A noi serve un personaggio piu' leale. Uno da venti goal. Non e' facile trovarlo. 
  • La Maceratese sogna Napolano
    Per la difesa spunta Garaffoni

    19 - Ago 16, 2013 - 2:56 Vai al commento »
    E' vero. Gran giocatore ma poco signore. Se viene da noi deve cantare "chi non salta e' un pesciarolo" tutti i fine partita insieme alla curva just...! 
  • Un anno di Daspo alla Tardella
    “Sentenza ingiusta, farò subito ricorso”

    20 - Ago 14, 2013 - 21:55 Vai al commento »
    @Principi:cosa c'entrano le scritte sui muri?  Stavolta hanno scritto meglio i NS.cugini rossoblu..  @giusto Marco?
  • Più virtuosi i maceratesi
    dei loro cugini del litorale?

    21 - Ago 13, 2013 - 9:51 Vai al commento »
    @mi vedo costretto a rispondere al concittadino Andrea Marchiori: ho dovuto comprare casa per motivi logistici all'inizio di via due fonti. Mi puo' spiegare dove sarebbe il verde o meglio ancora il verde pubblico in questo quartiere? Qui si sono dimenticati del verde sia pubblico che privato,  e dei parcheggi. Inoltre hanno fatto dei marciapiedi lungo via dei velini appositamente vietati alle carrozzine dei bimbi e a quelle dei disabii. Quindi per finire, la parrocchia aveva costruito l'unico campetto seppur verde artificiale, inutilizzato per anni e blindato per i ragazzi: dopo due partite dei politici e dei ....VIP.. contro gli ecclesiastici lo hanno smantellato per la costruzione de terzo supermercato della via!  Macerata citta' dei supermercati e della cementificazione "barbara" incapace di costruire una tribunetta al Palazzetto, e debellare un funghetto allo Stadio. E' proprio vero,siamo un po' statici. Solo Universita' Sferisterio e Uffici non credo ci basteranno a salvarci ne confronto con le citta'
  • La Civitanovese si presenta alla città
    Di Stefano: “Dateci fiducia, faremo bene”

    22 - Ago 11, 2013 - 11:40 Vai al commento »
    Per il momento parlano i punti di distacco accumulati nell'ultimo campionato..... poi si vedra'. Certo senza i 22 gol +4 del ns.ex pistacoppo superstar F. Melchiorri ci avviciniamo parecchio alla vs.mediocrita'. Pero' Jaconi  e' una sicurezza. Ma noi ci teniamo Di Fabio. Tranne alcune gare toppate alla grande, ha fatto due ottimi campionati!   
  • Lube e Maceratese
    Lasciapassare per l’espatrio

    23 - Ago 8, 2013 - 2:36 Vai al commento »
    Quali soluzioni x l'immediato Sindaco Carancini & giunta?  Rispondete. Grazie. Ma con i fatti. Basta parole e promesse! Che  cavolo Vi paghiamo a fare se non risolvere nulla? 
  • Caso Lube, Corvatta: “Nessuno scippo”
    Canesin: “Noi, dispiaciuti e all’oscuro”

    24 - Ago 2, 2013 - 1:09 Vai al commento »
    Caro Baccifava. i capoluoghi ormai non esistono più.... aggiornati... rimarrano solo le aree metropolitane: ne Citanò, ne Ancona ne tantomeno Macerata o Ascoli o Pesaro rientrano in tali comparti... Così non avrete più il complesso di inferiorità nei nostri confronti.... !?
    25 - Ago 2, 2013 - 1:01 Vai al commento »
    a parte il dispiacere immenso di coloro che frequentano la Curva Just dell'H.R. alla notizia di un eventuale trasferimento della Lube a Civitanova, vorrei sapere, ora parlo da sportivo maceratese e non da tifoso ormai di vecchia data della Rata, se il Comune con o senza il patrocinio della Lube Volley abbia mai chiesto seriamente di far realizzare un progetto vero e magari anche il preventivo, per l'ampliamento dell'attuale Pala Fonte Scodella (che per me, date le dimensioni la capienza e la struttura rimane Palestra Polivalente di Fonte Scodella). Io so per certo, frequentando per lavoro aziende specialiste del settore operanti nella nostra regione, realtà molto serie ed apprezzate grazie a curriculum strepitosi di realizzazioni o ristrutturazioni di palazetti non solo nelle Marche ma in tutta Italia, che tale richiesta fu fatta e sventagliata ai media all'epoca della semifinale scudetto 2011-2012 credo contro Cuneo, in maniera molto approssimativa, ma poi mai confermata o vidimata. Ricorderete tutti la promessa fatta alla Lega Volley dalla Lube e dal Comune, secondo la quale, la società treiese e credo o stgesso Comune di Mc, avrebbero dovuto pagare una multa pesante se entro la stagione successiva non si fosse almeno dato inizio ai lavori di realizzazione dell'ampliamento del Fonte Scodella o la costruzione di un altro Palas più ampio.. il tuitto pur di disputare quella semifinale scudetto al Fonte Scodella.. (riunione a Bologna presso la sede dela Lega Volley tra i vertici Lube-Comune Mc e appunto Lega Volley). Ma poi di questa soluzione che prevedeva l'abbattimento della parete e costruzione di nuovi spalti e abbassamento del terreno per rendere l'altezza totale sufficente, non se ne è più parlato, la Lube ha giocato i suoi match decisivi grazie a dergohe ulteriori a Macerata o ad Osimo. E poi? Il nulla.... Ma tutti i soldi delle licenze edilizie con cui si continua a cementificare nuove cubature in città ed in periferia, supermercati, palazzi etc.. dove andranno a finire? Con questo non voglio dire che l'ampliameto del Palas e l'adeguamento dello stadio H.R. rappresentino le attuali priorità della nostra comunità, però a dire il vero, secondo il mio parere e di molti altri pistacoppi doc, siamo un pò ridicoli di fronte a tanti centri più piccoli e molto meno blasonati a livello di titoli e trofei, i quali a differenza nostra sono riusciti a realizzare poli sportivi, impianti moderni piscine parchi giochi etc.  Il nostro emblema rimane lo spazio della Filarmonica, dove nonostante la possibilità di ampio parcheggio, di sfruttamento di una vasta area ulteriore e di vicinanza al centro abitato, tranne che per i due campetti di calcio, per il resto siamo a livelli di abbandono e degrado totale... la Società Filarmonico Drammatica, che nella sua costituzione dovrebbe dare lustro e goliardia al popolo maceratese..... !?    E allora che sia Lube Civitanova.... o Lube Treia....   Perchè no Lube Osimo? Nella cittadina dei "senzatesta" credo accoglierebbero quasi gratutitamente il gotha del volley marchigiano maschile, dato che il PalaBaldinelli mi sembra sia attulamente una cattedrale nel deserto, pur se realizzato coi migliori crismi. I nostri vicinati osimani, se non vado errato, sono senza squadre di basket nè di volley in grado di far fruttare la loro bella struttura... Senza ulteriori spese per nessuno. Magari potrebbe eseere Lube MARCHE, senza BANCA....
  • Pazza idea della presidente Tardella
    Portare la Maceratese a Corridonia

    26 - Lug 27, 2013 - 22:21 Vai al commento »
    Non siamo stati capaci di dare un Palace adeguato a una squadra campione d'Europa e campione d'Italia (2 volte) di pallavolo, come pensiamo di riuscire ad adeguare lo stadio cittadino piu' importante dove gioca la Rata in serie D?  Siamo stati l'unico capoluogo in Italia senza una piscina per anni. Meglio non avere squadre importanti, rimanere nell'anonimato senza render la vita difficile ai politicanti.... Lasciate li tranquilli.... Un suggerimento a Mariella: perche' non ti costruisci una tribù netta a Collevario lato ovest, una gradinata lato giardini. E quest'anno giochiamo al Colle. Molto meglio dell'H.R.u  
    27 - Lug 27, 2013 - 14:37 Vai al commento »
    Peccato x la distanza degli spalti dal terreno digioco del Martini. Per il resto ancora gente comune imprenditori tifosi e quanti altri che si meravigliano delle incapacita' dei politici italiani locali e aggiungo io del governo centrale. Avete capito o no che siamo in Italia. Un paese ed un popolo che e' incapace di avere una sanita' decente (basta affacciarsi nei reparti di pronto soccorso...!?)oppure vedere come vengono gestiti finanziamenti dei partiti finanziamenti pubblici le tasse dei contribuenti. Ma cosa volete         K aaspettarvi dal Comune di Macerata di diverso dagli altri?
  • Ricorso respinto, sparisce la Sambenedettese

    28 - Ago 2, 2013 - 18:35 Vai al commento »
    A fede rossoblu guarda che se solo fossi un po' sincero devi ammettere che se falliva l'Ascoli soprattutto ma anche la Rata si sarebbe scatenata la festa lungo la riviera picena.  Fallire e' triste per tutti. La mia era una battuta.  Noi ci siamo gia' passati diverze volte. Ma pure voi mi sembra che per risalire dalla Promozione c'avete impiegato un decennio...e cm noi nonostante tutte le mazzate da Perugia fine sani '70 in poi dovremmo lasciar perdere. Ma evidentemente 
    29 - Lug 26, 2013 - 2:06 Vai al commento »
    Derbies in vista a p.to d'Ascoli, Acquaviva, Centoprandone e Cupra:  forse una bella fusione col Grotta potrebbe facilitare.... la dura risalita!  Oppure si ptrebbe profilare una stagione in appoggio fisso al Polisportivo de Citano'....... 
  • Le grane della Maceratese, dai gironi al reparto offensivo

    30 - Lug 25, 2013 - 23:58 Vai al commento »
    Non me ne vogliate, ma al momento vedo la NS.Rata decisamente sotto tono rispetto all'Ancona, ma soprattutto rispetto allo scorso anno. Troppo pesanti le perdite di Capparuccia e Melchiorri.Di minor peso ma ugualmente importanti quelle di Carboni Carfagna e Negro. Comunque rispetto assoluto x il triumvirato Tardella Chicchi Di Fabio.  Ma almeno un bomber di razza la curva Just se lo merita.... Sempre Forza Rata!
  • Melchiorri è un giocatore del Padova
    “Ho realizzato un sogno”

    31 - Lug 13, 2013 - 4:40 Vai al commento »
    Grande Federico, la serie B ti appartiene!   Un grande in bocca al lupo! Forza Rata Sempre! E per quest'anno anche Forza Padova!
  • Canil sbotta: “Chi viene a Matelica
    non lo fa solo per soldi”

    32 - Giu 29, 2013 - 18:55 Vai al commento »
    ...e allora tutti a Matelicaaa!!! E che il verdicchio di lì (molto più buono e meno aspro di quello dei castelli di jesi) inondi tutta la provincia e che il Matelica possa continuare la sua corsa inarrestabile verso la serie A! Un altro miracolo stile Castel di Sangro, o un altro Chievo? Chissà, cmq evviva i miracoli all'italiana! Certo che difendere l'indifendibile è sempre stato un merito degli imprenditori italiani: chissà se verranno a Matelica per la movida notturna?! e quindi non solo per i soldi.     Forza Rata Forever!
  • Dossier su Banca Marche
    L’estate milionaria del dg Bianconi

    33 - Lug 26, 2013 - 11:02 Vai al commento »
    Mi meravigliio di ....chi si meraviglia! Questa ennesima porcata degna dei NS. Pop  top manager/politici  non solo locali e'  ormai un classico all'italianpa..... Ma non temete: Banca Italia indichera' la retta via (Credt Agricole o Paribas o Unicredit) x la salvezza e tutti i Top saranno salvi coi loro tesoretti incamerati ed ormai al sicuro e il popolino avra' il suo retto rotto.... C'est la vie... e come diceva Andreotti: il potere logora chi non ce l'ha. Ma anche ieri notte credo si siano dimenticati della legge sugli emolumenti dei top manager cover 300.000€.....
  • Melchiorri riprende due volte la Samb
    Maceratese vicina al colpaccio

    34 - Feb 25, 2013 - 1:36 Vai al commento »
    Bene ragazzi, ci siamo divertiti a goderci le giocate di Melchiorri-gol, potevamo esser un pochini di più in curva, ma abbiamo incitato la squadra a squarciagola per tutti i 90 minuti: ed anche prima e dopo abbiamo dato spettacolo, specie con uno roboante finale "salta la bomba, salta anche il molo ..." ripetuto quattro volte sotto lo sguardo sbigottito dei cuginastri rossoblu.... Grazie a tutti i quattordici scesi in campo e stavolta anche a Mister Di Fabio, se fossimo andati sull'1 a 0 nel primo tempo, segnando almeno una delle due clamorose occasioni Romanski-Melchiorri ci saremmo divertiti anche di più... Però accontentiamoci, credo che questi due punti (persi o guadagnati) possano pesare tantissimo alla Samb a fine campionato, lo spero davvero, per vedere soprattutto la faccia di Pazzi, quella di Napolano (entrambi protagonisti del gesto di azzittire la ns.curva sia all'andata che al ritorno in occasione dei gol segnati davanti a noi) e anche quella del fotoreporter impazzito a fine gara sotto la Sud: davvero incredibili 'sti Sambini. Ma può un autorizzato al terreno di gioco mettersi a sperloquiare con i tifosi avversari?!? Mi sà tanto che stanno tutti un pò arrabbiati ed anche un pò nervosi lungo la Riviera delle Palme. Loro debbono vincerlo 'sto campionato, noi ci godiamo tutto quello che viene di buono... Ma certo che se non ci dovessero riuscire, allora a fine campionato glielo potremo fare pure noi l'indice sul naso, ed anche il medio eretto! Forza rata 4ever!  
  • Accolto il ricorso della Samb
    Contro la Maceratese a porte aperte

    35 - Feb 23, 2013 - 22:10 Vai al commento »
    Pazienza, ormai quanti ne saremo domani a S' Benedetto del 'Congo' poco importa. Certo  è che si poteva dare più risalto a livello di media alla notizia della miracolosa quanto clamorosa riapertura al pubblico del Riviera... Comunque, ognuno presente, dovrà incitare la Rata e cantare x due!        
  • Giannino pronto al passo indietro
    Serena Sileoni: “Non può lasciare
    orfano il movimento”

    36 - Feb 21, 2013 - 1:10 Vai al commento »
    Ragazzi Giannino o Grillo chiunque altro, basta che qualcuno scalzi dalla poltrone tutti, 'ste migliaia di politici o fantomatici politici, che divorano da anni risorse: ma è possibile che si votino ancora pesonaggi che sono lì dagli anni '70? Ma quanti cazzo di soldi ci han rubato? Una legislatura, poi tutti a casa. E se non si riesce a portar a termine nemmeno il mandato, meglio, a casa prima. Rotazione, turn over. A lavorare DEVONO ANDARE, tutti quelli che hanno partecipato almeno ad una legisaltura, parlo anche di politici locali. Mica ci raccontiamo le bugie nelle tasche. Non venite a dirmi che per fare i politici occorre esperienza: cazzate, solo cazzate. Con cariche o senza, se hanno partecipato, la volta dopo non si posson ricandidare, e vanno a LAVORARE! Ma io credo che solo degli idioti, o coloro che hanno degli interessi, possono continuare a votare personaggi che ci hanno già derubato per anni o almeno hanno assistito inermi allo scempio, molti dei quali sono per giunta ignoranti (è stato provato e riprovato) come le capre! Altro che destra sinista centro, A CASA, CHI HA AVUTO GIA' I SUOI 5 ANNI, DEVE TORNARE A LAVORARE.  Ma non vi accorgete che non si parla più di riduzione dei costi, delle pensioni extra e di lusso, dei doppi o tripli stipendi dovuti a doppi o tripli incarichi, delle provincie da 150.000 abitanti che servono a piazzare ed accontentare gli esponenti dei partiti, delle mini regioni come la Valle d'Aosta, il Molise o la Lucania o della riduzione immediata del finanziamento pubblico dei partiti dove nessuno controlla nessuno e tutti si appropriano di qualcosa... Quando faranno la legge per cui chi viene eletto percepisce lo stesso stipendio che aveva nella vita lavorativa (insieme alle spese ovvio e l' ammortamento auto personale, altro che auto blu!) rinunciando al raddoppio, allora e solo allora si presenteranno personaggi davvero missionari della politica, apssionati senza secondi fini o scopi di lucro! Altro che 500 candidati alle comunali in città di 40.000 abitanti. Vedrete che riduzione di candidature. Ma chi riuscirà a fare una roba simile?
  • Maceratese, occasione sprecata
    La vetta rimane a -4

    37 - Feb 17, 2013 - 18:33 Vai al commento »
    piucchealtro bisogna buttarla dentro...! anzi io dico che noi, quelle poche volte che ci arriviamo, dobbiamo buttarla dentro e basta! E nonostante Melchiorri pesa circa 20-22 punti da solo, ogni suo errore ci è fatale, perchè è l'unico che arriva almeno due o tre volte a partita davanti al portiere creandosi spesso l'occasione da solo. Per il resto bisogna ammettere che è vero che oggi noi potevamo andare sul 2 a 0 nel primo tempo, e poi sul 2 a 1 nel finale, ma che  lo stesso Termoli poteva raddoppiare appena dopo aver pareggiato, e in un paio di occasioni i molisani ci sono andati davvero vicini... E aggiungo anche che il nostro gol poteva esser annullato se il guardalinee o l'arbitro si fossero accorti che c'erano stati due palloni in campo per almeno una ventina di secondi, e che il nostro raccattapalle, nel recuperare il secondo pallone, ha distratto incosciamente seppur per un attimo, il portiere molisano poco prima dell'uscita su Melchiorri, che così invece l'ha "uccellato"..! A tal proposito, tutti gli ultraquarantenni, ricorderanno che ad Ascoli in serie A o B, accadde di peggio, con la palla che venne respinta addirittura da dietro la rete proprio dal raccattapalle con un preciso e fulmineo colpo di piatto desttro, cosicchè mentre l'attaccante avversario esultava, l'arbitro annullava un gol regolarissimo :-)! Bisognerebbe insegnare a 'sti ragazzini che vanno a fare i raccatapalle, a guardarsi intorno quando recuperano il pallone prima di rilanciarlo in campo! Concludo dicendo che Piegallini doveva andare dentro prima, Negro (che ha giocato bene i primi 25 minuti), doveva uscire prima... Peccato davvero. Domenica tutti al "Riviera delle Palme" .. tempio del tifo Samba. E vi confermo che i pescià piceni, son convinti di un "fantomatico" quanto improbabile gemellaggio curva just/Settembre Bianconero!  Forza Rata, siempre! e chi non saltaaaa, è un pesciarolooo, oh oh oh, oh-oh-oh-oh! 
  • Malore durante il derby
    Preoccupazione per un tifoso
    della Civitanovese

    38 - Gen 22, 2013 - 1:32 Vai al commento »
    auguri incondizionati al 'coetaneo' rivale tifoso rossoblu'... speriamo di poterci rivedere al prossimo derby!
  • Maceratese, naufragio a Civitanova
    I rossoblù trionfano nel derby

    39 - Gen 22, 2013 - 2:17 Vai al commento »
    Ok @Ghento, ti rispondo in ritardo, sai com'è, anche quassù nell'entroterra si lavora fino a sera (e per sfortuna non semo tutti impiegati pubblici ma poco ci manca...) si gioca a calcio a 7 e si va a cena con gli amici e avversari dopo la partita.... e si finisce per tirar tardi, roba da riviera dirai tu!? Allora ti ricordo che a Macerata, la gloriosa Polisportiva Giovanile Robur, ha cominciato a giocare, tra i vari sport che faceva praticare ai suoi frequentatori, anche a calcio, e parliamo del lontano nel 1905, periodo in qui al porto c'era poca roba, giusto qualche insediamento su dai falchetti di civitanova alta. Poi nel 1922, dopo diversi campionati regionali giocati ognuno per proprio conto, la stessa Robur, insieme ad altri due sodalizi cittadini, la Virtus e l'Helvia Recina si unirono dando vita alla S.S. Maceratese. Che poi nel 39-40 disputò il campionato di serie B, promossa stravincendo la serie C. Credo insieme all'Ancona tra le prime società marchigiane a disputare la 'B'. Poi tanti e tanti campionati di serie D e C, qualche discesa nei campionati regionali, tante delusioni e ingiustizie, poche gioie... Però il resto te lo faccio raccontare dal mio amico Glauco, che ha scritto una triologia fantastica, sul calcio biancorosso, lui sì che ne sà una più del diavolo.. Forse un giorno riuscirai a leggerli. Se te lo meriti. E li potrai vedere trasferte serie, anche negli anni '50 e '60, davvero mitiche. Voi all'epoca contavate davvero poco... proprio come adesso... Poi le tante amarezze hanno portato ad alllontanarsi migliaia di tifosi, dalle sorti del Pistacoppi F.C.  Tra le altre la sconfitta a Perugia sul finire degli anni '60 (circa duemila tifosi al seguito in treno e auto), dove ci giocammo la serie B, o la sconfitta a Reggio Emilia contro il Livorno nel '96 (tremila tifosi in treno auto e pullman) dopo un campionato ed un Play-off per la C/1 memorabili (10 pulmann ad Arezzo  più le le auto anche sotto il diluvio per la semifinale d'andata). Ai tuio concitttadini che dicono averci sempre visto poco al Polisportivo, ricordo che anche quattro anni fa erano 8 i pullman al seguito.  E per esempio in C/2 nel 80/81 credo, girone d'andata io e tanti altri c'eravamo lo stesso, non compatti ma c'eravamo. Scesi alla playa in treno, ma c'eravamo, da tredicenni sbarbatelli senz scooter. Di voi al ritorno in gradinata, ricordo solo i veri portuensi, che comunque le presero lo stesso...arditi contro 12.800 pistacoppi ovvio che le presero. In Coppa Italia di notte anni '90 c'eravamo, quattro pullman, i primi due tornarono senza vetri... mica l'avrete tirati a nessuno i sassi! A Senigallia eravamo più di voi. Dai sempre tutta 'sta superiorità numerica non ce la ricordiamo. Anche ieri, settore ospiti batte gradinata nord almeno di un paio di cento unità!  E comunque ripeto, voi negli ultimi anni nessuna vittoria del campionato, tanta Promozione ed Eccellenza, noi qialche campionato di recente l'abbiamo vinto, non da ripescati, che per un pescià è davvero ...il colmo (esser ripescato volevo dire..!?). Anzi questa la devo suggerire per il prossimo derby: sai qual'è il colmo per i pescià? Esser ripescati!!  
    40 - Gen 21, 2013 - 12:18 Vai al commento »
    Debbo complimentarmi per la precisione e l'educazione del Ghento, che comunque comprende e apprezza i presidenti che si sobbarcano le spese per sostenere queste avventure. Presidenti soggetti spesso ad insulti sia da parte dei tifosi acerrimi avversari, ma talvolta anche degli stessi propri tifosi (come è capitato di recente anche a voi, prima di domenica 20 nei confronti di Antonelli...). Essendo questo scambio di vedute uno tra i pochi senza di insulti o sfottò, quindi di un livello appena più elevato degli altri, vorrei sottolineare al Ghento, che s'è dimenticato di inserire anche il curriculum de Citanò, che nell'ultimo decennio mi sembra possa vantare parecchi campionati di PROMIOZIONE ed ECCELLENZA, ilustri derby con quartieri o centri demograficamente all'altezza di una via di Civitanova o di Macerata. Non credo che andavate in 680 come a Macerata (complici i vs.fratelli di S'B.d Tr) e quindi conveniamo tutti che se anche noi in pasasto ci siamo presentati spesso in 20, 30 o 60 in occasioni di trasferte non memorabili, o stessi numeri anche in curva da noi per partite di serie D eccellenza o promozione, non c'è da farne l'unico motivo di superiorità a livello ultras, se è di questo che vogliamo parlare. D'altronde converrai che pur essendo tutti appssionati, talvolta è meglio andare a spasso cò le mogli o i più giovani a caccia di passere, che assistere a spetttacoli davvero poco emozionanti come quello che abbiamo dovuto sorbirci noi ieri: ecco volevo dire che se ieri, noi pistacoppi andavamo per esempio coi figli a sciare a frontignano, visto che aveva nevicato, è vero che avremmo perso un pò di onore nei vs. confronti, era decisamente meglio, vista la gara disputata dai nostri (praticamente uguale alle ultime due partite). Scusi presidentessa, ma talvolta credo il Mister abbia degli abbagli sui giocatori da far scendere in campo, e come farli scendere in campo, e credo anche che il preparatore atletico abbia consigliato ai nostri, durante le vacanze, la dieta de Castelluccio de Norcia!!! Ieri e non solo, erano impresentabili. E poi voreri sapere per ultimo, quì coinvolgo pure il Direttore Sportivo, ma è vero che Segarelli ha giocato in serie B? Ma non sarà stata la seire B de calcetto?  Sempre Forza Rata comunque, mi scuso con i giocatori anche a nome di altri tifosi vicini a me, ma ieri non siamo proprio riusciti ad applaudirvi come avevamo sempre fatto anche perdendo 2 a 0, 3 a 0 o 4 a 1 in altre occsioni. Però per come avete giocato a Citanò, visti da fuori, sembravate proprio d'accordo sul fatto di voler resuscitare i rossoblu.....  
  • Ultimo dell’anno amaro per la Maceratese

    41 - Gen 1, 2013 - 19:39 Vai al commento »
    A marmo 56 che consiglia alla società di punire Carboni, io invece consiglio di disputare una gara come quella di domenica scorsa, poi vediamo se dopo 75 minuti di gioco ed orrori della terna, gli può capitare di andare in tilt per un attimo... ti ricordo che in campo vanno uomini con un cuore un cervello e due gambe, e resistere ad un arbitraggio come quello del pezzo di m_ _ _ _  che è venuto da Portogruaro (credo commissionato da qualcuno per cercare di rompere le uova nel paniere biancorosso) non è semplice. Capita ai professionisti di Serie A. Inutile prendersela con uno come Carboni, che spesso si sacrifica e dà l'anima per mettersi a disposizione della squadra, pur non essendo la grinta e la corsa le sue doti migliori. A Francesco Rametta voglio rammentare che anche nel primo tempo l'arbitro è stato giustamente apostrofato sia dalla curva che dai pochi che ci eravamo sistemati in gradinata (per evitare la fila al botteghino...): dopo soli cinque minuti un fallo da giallo (forse da rosso se non si era all'inizio) su Melchiorri, lungo la fascia sinistra, sanzionato con una semplice punizione. L'intervento è stato davvero duro, abbiamo sentito distintamente il colpo. E già lì si è capito l'andazzo. In generale dico a tutti che è vero che bisognerebbe mantenere i nervi ben saldi, giocatori pubblico dirigenti, per non rovinare il giocattolo che la presidentessa Tardella ci ha confezionato. Ma in alcune occasioni è davvero difficile. Quello che si potrebbe fare, è riproporre il filmato della gara a qualche dirigente dell'AIA (a Macerata per esempio abbiamo l'amico Gilberto Sacchi, scusa se ti chiamo in causa inavvertitamente) per poi sentire un loro parere e magari così forse possiamo restituire al sig. Xausa pan per focaccia, almeno alla domenica và a pescare in alto adriatico, i tonni come lui.. anzichè venire a prendere in giro un pubblico che si è limitato a dargli del buffone, dl venduto e dello scemo, cioè niente più della verità. Io dico che un arbitraggio simile con uno stadio diverso (tipo Jesi, con gli spalti a ridosso del terreno di gioco) avrebbe di sicuro provocato una multa ben più pesante. Concludo dicendo che se avesse diretto così a S'Benedetto, non sò come sarebbe in Veneto... Xausa. E chi è Xausa del suo mal pianga se stesso....!?  cioès sto Xausa, se le và proprio cercando..  Tutti in Ancona!  
  • La Maceratese “ingabbia” l’Astrea
    e vince in 9 contro 11

    42 - Dic 30, 2012 - 21:18 Vai al commento »
    E aggiungo anche un consiglio alla dirigenza biancorossa: fate vedere alla Federazione e all'AIA Dilettanti, le immagini di come quel carceriere chiamato Di Fiordo ha rincorso per mezzo minuto Montanari, provocandolo ed istigandolo al fallo di reazione, senza che quei tre infami più il quarto uomo che 'dirigevano' (si fa per dire...), non si siano accorti o hanno fatto finta di non vedere, di quello che stava facendo. Un comportamento da squalifica di tre turni, a sto carceriere maledetto. Ste squadre laziali, andrebbero inserite nel girone Tunisino, in mezzo ai magrebini ed ai berberi del deserto: dirigenti giocatori e tecnici spocchiosi, superiori del fatto di venire dalla capitale o dai dintorni, in realtà una marsumaglia di caciopecorari, incartapecoriti, ripudiati dai giri che contano. Ma chi li ha composti i gironi di serie D? Uno che in Geografia c'aveva 4 alle medie, e poi ha interrotto gli studi per andare a fare il boss in Lega Dilettanti. Per non dire dei commenti degli inviati dal Lazio durante la diretta del sabato sui Raisport contro il San cesareo, un manipoolo di 'bburini esaltati', in realtà mentecatti de li castelli che non hanno fatto altro che decantare il gioco dei laziali... Ancora e sempre di più orza rata! 
    43 - Dic 30, 2012 - 21:01 Vai al commento »
    Concordo pienamente con Savi: arbitraggio scandaloso da partita venduta! E di questo questo Xausa??!! cosa vogliamo dire? Ma da dove veniva, dall'Albania? non credo possa esser un cognome veneto e spero che l'abbiano visto anche gli organi federali competenti, ha diretto da campionato amatori, sempre distante e controsole, ammonizioni ed espulsioni a senso unico, dopo 5 minuti c'era un giallo forse rosso su Melchiorri involatosi sulla sinistra ed ha concesso solo la punizione, roba dche solo per quello andava picchiato a fine partita, così avrebbe smesso di arbitrare e continuare a fare danni in giro.. Operazione chirurgica nei confronti dei giocatori biancorossi, ben mirata ai fini della gara di domenica al Del Conero. Eppoi agggiungo anche che i presidenti di tutte le squadre del girone dovrebbero opporsi alla presenza di una formazione finananziata dal ministero di grazia e INgiustizia e boicottare le gare conttro sti carcerieri maledetti. Ministero di grazia ed INgiustizia: sì perchè se perpetra anche queste cazzate come iscrivere la società dei secondini pagati dalle nostre tasse si può chiamare solo così. E voglio tralasciare su come poi il Dicastero gestisce la giustizia!? Concludo ringraziando i giocatori biancorossi davvero stoici, in 9 contro 12! Credo che ad Ancona porteremo lo stesso un pò di carbone, ai cattivi dirigenti dorici, aiutati in tutto e per tutto sin dalla 1^ giornata: peccato che si sono dimenticati di mirare su Melchiorri, non riuscendo a farlo squalificare.  Così almeno sanno già di partire sotto di un gol, minimo! Grande Fede, grande squadra, domenica tutti in curva al Del Conero! Forza vecchio cuore biancorosso!   Domenica segna anche Piergallini, anconetano, così godiamo come oggi, quando lo scemo di turno dei secondini è rimasto a terra a guardare la nostra azione implacabile: guardie giurate a lavorare in carcere, altro che a bivaccare in centro a pranzo al ristorante. E  a fare i cascamorti sul terreno dell'Helvia Recina! Magnapà a tradimento siete, Astrea n'altr'anno annate a fa la promozione Laziale anzichè stà a rompe in serie D, ladroni!
  • Da Civitanova a Macerata in motorino
    Tafferugli nei pressi dello Sferisterio

    44 - Set 23, 2012 - 13:21 Vai al commento »
    Mentre noi maceratesi (intesi come abitanti della provincia) ci stiamo 'scannando' a causa del proverbiale campanilismo diffusissisimo in tutta Italia, ed in particolare nelle regioni del Centro Sud, ad Ascoli se la ridono, prevedendo di diventare il capoluogo della nuova macroprovincia Marche Sud, nonostante la lo loro attuale popolazione ed il loro territorio sia pari a circa la metà della ns. provincia. La storia è di sicuro dalla loro parte, forse più di tutti nel Piceno, e solo Fermo se la potrebbero giocare. Ma soprattutto calcisiticamente parlando se la ridono ancor di più, essendo ormai loro dagli anni '70 su di un altro pianeta rispetto a tutte le altre squadre marchigiane (tranne dei lampi sporadici anconetani, ed in passato l'eccezione di alcune decine di anni di B della Sambenedettese). Ma tornando all'aspetto sociale (non solo sportivo) dico che forse è giusto, rimaniamo divisi dalla storia: d'altronde negli anni duemila le scorie del medio-evo si avvertono ancora, tutti siamo vanitosi dei trascorsi più o meno gloriosi delle nostre cittadine (capoluoghi storici, sedi di parlamenti, tribunali della Rota, ducati, sedi Universitarie etc. etc. etc.) Ma in fin dei conti specie dalle nostre parti, si paga soprattutto lo scotto di una popolazione residente davvero scarsa rispetto ad altre regioni: frutto della storia, del clima, del territorio e via dicendo.  E quindi di un peso politico elettorale davvero irrisorio (anche se in Abruzzo, regione meno popolata, forse i politici sono stati più forti dei nostri..).  Francamente fa sorridere sentire come ognuno parla o forse straparla degli abitanti del comune limitrofo o della città rivale o antagonista per un derby o per un campionato.  Ed ora, di nuovo, si straparla per l'accaparramento (passatemi il termine) di un capoluogo o di territori. La sacrosanta realtà è che siamo provinciali, anzi provincialotti, anche se è giusto peronare la causa della propria terra d'origine, preservandone aspetti storici-culturali-enogastronomici che contraddistungono ogni quartiere-paese-vallata dall'altro. Ma questo deve servire solo per favorire il turismo: non esageriamo con differenze etniche che non esistono: l'unica cosa che ci distingue, nel 21' secolo,  tra gli umani, non tra le città, lo sappiamo qual'e: il proprio bagaglio culturale, e purtroppo, la propria ricchezza patrimoniale. Sono solo queste due, poi inutile fare "di tutta un erba un fascio" e cercare di dividersi tra pescià, pistacoppi, curetonia, tulintì, recanati, camerì etc. etc. etc.  Capisco che un derby è un derby, e l'esito sia in campo che fuori, determina o può valere mesi di 'supremezia sportiva e campanilistica', però smettiamocela di provocarci sistematicamente. Pensiamo a come difendere il ns. territorio e come farlo sviluppare. E soprattutto se ad un comune occorre un esproprio sulla terra di un altro comune per migliorare la viabilità, non cerchiamo cavilli per sbarrare la continuazione del progetto. Siamo già abbastanza arretrati sul fronte viabilità anche erispetto al vicino Abruzzo, non ostacoliamoci tra di noi. Cmq bravo Tommy Gun (per i Clash...).                     
  • Maceratese-Civitanovese, la storia del derby

    45 - Set 15, 2012 - 20:06 Vai al commento »
    Comunque la ns. Rata a Citanò ha vinto diverse volte, voi mi pare di capire che quàssù ci siete riusciti in una sola occasione valevole però per la Coppa Italia...(peccato). E sono sicuro che domani l'Helvia Recina sarà ancora tabù per i rossoblù.. in Campionato. Noi in serie B ci siamo stati, seppur 70 anni fà, voi no.... E' vero, forse vi sentite superiori per aver disputato un paio di campionati di C/1, ma PURTROPPO questo ORMAI,  è un ricordo che anche per voi si perde nella notte dei tempi... Comunque alla fine non riusciamo a capire (seppure la nostra visuale parte piuttosto dall'alto, in cima alla collina definita 'campagna),  questo complesso di superiorità che vi portate appresso: superiori in che cosa?    Di certo c'avete lo mare fra, però nuà c'emo la coltura... e un pò più di storia ...e non mi sembra poco.  Di certo una volta eravate una meta commerciale ambita, addè me pare che sete un pò 'calati'....   Certo nuà Giannini e Paciotti non ce l'emo, però non me pare che cossora, pò cambià le sorti del popolo intero marinaro... Certo nuà non semo gemellati con nessuna tifoseria marchigiana, abbiamo però un seguito molto forte in tutta la vallata del Potenza, da Montecassiano a Treia, fino a S'Severino, ci accontentiamo di questi amici....oltre che dei Mestrini e  dei Massesi, vuà ve sete 'ccoppiati co' li fratelli sambenedettesi.... Ecco forse sono queste le cose che vi fanno sentire superiori, insieme alla vostra collocazione geografica più favorevole rispetto alla nostra. Però non sembra notarsi tutto questa differenza che dite: in fin dei conti, molti di voi spesso devono risalire il colle per acculturarsi, noi al mare possiamo andare anche a Portorecanati, Porto Potenza, Porto Sant'Elpidio etc. etc.    Comunque alla fine: NOI SIAMO LA CURVA SUD, ODIAMO I ROSSOBLU! ..NOI SIAMO, NOI SIAMO, NOI SIAMO, NOI SIAMO, ....NOI SIAMO LA CURVA SUD!!!                   
  • Maceratese, che pasticcio!

    46 - Set 4, 2012 - 1:30 Vai al commento »
    Ok, abbiamo steccato la prima, ci poteva stare visto l'avversario. I commenti tecnici sulla formazione servono a ben poco, è ovvio che vorremmo vedere Melchiorri, Negro, Orta e Piergallini tutti in campo, ma mica siamo il Real Madrid... solo Di Fabio (al quale perdono l'errore dei cambi) poteva sapere al meglio chi scegliere. Certo la marcatura in occasione del 2' gol su Borelli è stata decisamente da dimenticare (giustificata solo dal fatto che lo stesso difensore credo rientrasse proprio domenica da un infortunio), e anche sul primo gol, altro svarione di un centrale: non si può saltare e girarsi così davanti a Ruffini che si sta apprestando a calciare dal limite... quasi ovvio che poi ti scavalca col tocco fintando il tiro; e siamo stati graziati in alcune altre occasioni (bravo comunque Marani). Però non dimentichiamo che Melchiorri ha avuto un'ottima chance sul finire del 1' tempo e anche all'inizio del 2' tempo abbiamo accelerato, troppo poco però per impensierire davvero i dorici.  Domenica andiamo a riprenderci i tre punti a Pesaro, e poi cerchiamo soprattutto nella gara successiva, di non perdere la storica imbattibilità in casa contro la Civitanovese (mentre noi al Polisportivo ed a Senigallia, campo neutro, ma loro giocavano in casa, li abbiamo già battuti due volte). Mi auguro che per  quella gara, concedano l'accesso anche al settore di gradinata attiguo alla curva, visti i lavori di adeguamento effettuati con la costruzione della seconda recinzione, altrimenti molti tifosi di casa rimarranno senza biglietto. Credo che i tagliandi a disposizione fino a sabato scorso per la gara con l'Ancona per i settori curva e tribuna fossero quasi 'sold-out', e sappiamo tutti quanto richiami di più l'attenzione il 'derbissimo' con Citanò, a prescindere dall'esito della 2' giornata. Almeno un altro migliaio di posti si dovrebbero ricavare. Forza Rata, e mi raccomando dalla tribuna un pò di passione in più contro li pescià! Domenica contro l?Ancona, sembravate il telone con le sagome del pubblico disegnate, come quello che copriva la gradinata dello stadio nereo rocco di trieste alcuni anni fà..): cercate di esser un pò meno imbalzamati..  :-)
  • La doppia faccia
    del campanilismo

    47 - Ago 26, 2012 - 12:16 Vai al commento »
    Lo ribadisco e lo vado ripetendo da anni: troppe province, troppe regioni, troppi enti e comunità, troppi assessorati e posti da consiglieri da attribuire per soddisfarre le posizioni di ogni partito, troppi impiegati a poltrire negli uffici. Limitare il finanziamento dei partiti, questa rimane una delle priorità essenziali, via scorte, auto blu e servilegi/prilvilegi della casta. Alla fine il progetto sarà rispettato, via tutte le province tranne quelle metropolitane, rimaranno solo le regioni: e quì resto sempre dell'avviso che ne occorrerebbero non più di 6-7 in Italia, da 8-10 milioni di abitanti ciascuna (cioè le macro-regioni stato sul modello della Germania, e i comuni minimo di 5.00 abitanti). Gli accorpamenti che stiamo vivendo attualmente, sono solo un passaggio, che spero duri il minimo tempo necessario, dopodichè verranno abolite tutte le province, rimaranno solo Roma, Milano, Napoli, Torino, Genova, Palermo, Catania, Bologna, Firenze, Bari, e forse Venezia-Padova. L'informatica elimina già attulamente inutili lunghi viaggi per ragiungere gli uffici preposti.... Non c'entra il campanilismo, essere maceratese o ascolano o anconetano non conterà più, l'appartenenza sarà solo regionale, i valori continueranno ad essere espressi esclusiavmente attraverso le individulaità che sapranno imporsi ognuna nel proprio ambito sportivo-artistico-culturale-politico-imprenditoriale, così come è sempre stato, e soprattuto prevarranno i distretti specializzati nelle diverse produzioni. Fine dei giochi, altro che campanilismo: d'altronde è risaputo che ogni centro sia piccolo che medio o grande vanta dele peculiarità, che vanno preservate e fatte apprezzare non solo dalla popolazione locale  e limitrofa, ma soprattutto dagli abitanti delle altre regioni e nazioni che devono partecipare assistendo agli eventi, decretando il successo delle iniziative. Il campanilismo rimarrà a livello sportivo.   Sappiamo tutti che i maceratesi della provincia, non possono fare a meno della spiaggia e del mare di  Porto Recanati. P.to Potenza o Civitanova e di quest'ultima anche delle elite-calzaturiera-modellistica, dell'Ospedale di Ancona, dell'Università e dello Sferisterio di Macerata, della casa di Leopardi e del Colle dell'Infinito a Recanati, del ciauscolo di Visso, di San Nicola da Tolentino o delle fabbriche di quest'ultima cittadina come delle sue terme, della storia dei Duchi Da Varano di Camerino o della Piazza del Popolo di San Severino, delle piste da sci e delle terme di Sarnano, etc. etc. Ognuno ha le sue peculiarità: laddove valgono e verranno salvaguardate tramite incassi ed apprezzamneti internazionali, proseguiranno, anche senza la provincia. Dove non ci sarà continuità di risultato, rimarranno le feste di quartiere, le rievocazioni storiche a carattere locale, le sagre e le feste patronali. Ma solo a livello locale.  Il medioevo è passato, le battaglie tra villaggi e centri vicini è teminato, rimangono solo le lotte di potere tra politici per accparrarsi le migliori poltrone: caro Liuti ho letto anzi sono cresciuto attraverso i suoi tanti ed apprezzatissimi articoli sui quotidiani, ma stavolta non la considero al paso coi tempi, glielo dico da Macertaese doc.   
  • La carica dei sindaci maceratesi
    per difendere la Provincia

    48 - Ago 7, 2012 - 10:45 Vai al commento »
    Da maceratese, ammetto che tutto ciò mi dispiace: l'accorpamento determinerà la perdita d'identità del nostro terrtorio. Saremo mescolati con i fermani, con i quali però condividiamo molto pecurialità: dal dialetto simile (addirittura uguale per quanto riguarda i comuni confinanti della parte del Fiastra e del Chienti) alle attività produttive e anche tanti altri aspetti caratteriali. La cosa più preoccupante è invece che con Ascoli abbiamo poche affinità, mentalità imprendotiariali differenti (loro hano usufruito e non poco della cassa del mezzogiorno e affini successivi, dialetto completamente diverso, abitudini usi e costumi non proprio uguali. Ma poco importa, ormai ci dovremo abituare alla nuova provincia Picena, Ascoli capoluogo è d'altronde inevitabile, la storia parla evidentemente a loro favore, anche se il recente passato ha visto molta decadenza in riva al Tronto: economica, imprendotitoriale, e la perdita del Fermano aveva svuotato le casse della provincia Ascolana, i cui pochi grandi industriali che avevano approfittato degli incentivi degli anni 70-80-90, sono ormai ridotti al lumicino. Hanno abbandonato Campolungo, unici sopravvisuti la Pfizer (Viagra...) e la Barilla che deve ancora completare il risanamento dell'ultima alluvione. Però aggiungo anche un altra cosa, di cui mi vanto di averne parlato con amici, clienti e conoscenti in tempi non sospetti: ma nessuno si è reso conto prima che in Italia ci sono regioni come la Lombardia da 10 milioni di abitanti, o come la Sicilia e la Campania o il Lazio che superano i 5-6 milioni di abitanti, ed in parallelo giunte regionali da 100.000 abitanti (Val dAosta), 350.000 abitanti (Molise), 850.000 abitanti (Umbria)? Secondo me è giusto che le provincie scompariranno, tutte, tranne quelle metropolitane, e rimaranno 6 macro-regioni: una sorta di federalismo tedesco, dove però le 6 o 7 regioni sono olto più uniformi, e garantiscono lo stesso il rispetto delle identità locali, con gran risparmio di politici, consiglieri etc. etc etc.. Meno posti da ripartirsi tra gli esponenti politici locali e nazionali, determinerà meno burocrazia, più fluidità nelle decisioni, meno campanilismi. Ripeto se esiste la Lombardia, può esistere il Nord-Ovest (Piemonte-Aosta-Liguria), il Nord-Est (il Triveneto è già cosa fatta), la Toscana e l'Umbria, l'Emilia-Romagna -Marche; il Lazio-Abruzzo-Molise; la Puglia e la Lucania, la Campania rimarrebbe da sola o con la Calabria, e le Isole sarebbero accumunate. In effetti 8 macroregioni sarebbero forse anche troppe, potrebbero ridursi anche a 6.  Con alcune provincie metropolitane: Roma, Milano, Torino, Napoli, Genova, Palermo, Catania, Bari, e poche altre. Ma poi che glielo va a dire a tutti i politici che verrebbero 'trombati' di andare a casa e tornare ognuno a guadagnarsi la pagnotta solo con il loro lavoro?!?!        
  • Piazza Mazzini si veste di biancorosso
    In 500 per la presentazione della “Rata”

    49 - Ago 3, 2012 - 10:10 Vai al commento »
    Credo che il calcio non abbia uguali come seguito e passione a livello planetario, mentre la pallavolo è comunque uno dei primi 4 sport di squadra in Italia in Europa e nel mondo. Detto questo non vedo rivalità tra Macerata e Treia, anzi, dalla cittadina del gioco del bracciale c'è sempre stato un gran seguito di tifosi biancorossi della Rata, come da tutta la vallata del medio Potenza (Montecassiano e San Severino sono insieme a Treia appunto, delle roccaforti storiche del tifo biancorosso). Mentre è ovvio che da Treia provengono tantissimi tifosi della Lube. Ma pensate veramente che dobbiamo per forza far crescere ed instaurare una rivalità tra le due società, che comunque in questo momento stanno tenendo alto il nome di  Macerata nello sport? O peggio ancora, vogliamo far rivaleggiare le due tifoserie? Ma non facciamoci del male, rispettandoci reciprocamente, senza invidie e gelosie. D'altronde molti tifosi come me seguono entrambe le squadre, ed in quanto a rivalità accontentiamoci e restiamo a quelle storiche calcistiche con le altre città (quest'anno non mancherà occasione di rinnovare le sfide campanilistiche più sentite con Citanò, Jesi, Ancona, Pesaro e mettiamoci pure S'Benedetto). Per cui servirà tutto il conforto e la partecipazione del grande pubblico, per non sfigurare con queste tifoserie, da sempre molto agguerrite contro di noi. E dall''altra parte anche alla Lube, impegnata su tre fronti, occorrerà l'appoggio di tutte e due le città, e di tutta la provincia (anche se il palazzetto/palestra potrebbe contenere giusto un quartiere a malapena... ). Io prevedo il ritorno di un grande pubblico all'Helvia, spero solo che l'amministrazione comunale non voglia costruire, come ho sentito, una sorta di barriera separatrice che non consenta di guardarsi alle due tifoserie in gradinata dove già sorge una bruttissima grata carceraria. Non credete che l'aggiunta di un'altra, deturperebbe in maniera grossolana, pacchiana ed obrobriosa l'impianto di via Velini? Non scherziamo sindaco, magari se proprio ce l'hai da spendere, 'sti soldi utilizzali per tirar su 10 gradoni anche in curva 'bocciofila', così hai risolto per lo spazio ospiti, avendo già la zona cuscinetto nel settore di gradinata fino ad ora destinato a loro. E magari fai apporre anche una scritta lungo il cornicione della gradinata col nome dello stadio, insieme allo stemma della città, affiancato da quelli della Maceratese e dell'Atletica Avis che utilizzano normalmente l'impianto. Un po' di colore non guasta. E fai la stessa cosa all'interno dell'impianto, lungo il cornicione della tribuna. E dico l'ultima: coloriamo i gradoni di biancorosso. Chi viene a giocare e tifare da avversario, deve capire che il colore dominante è quello biancorosso!     Forza Rata, Forza Lube.
  • Melchiorri è della Maceratese
    “Sono onorato di giocare
    con la squadra della mia città”

    50 - Giu 21, 2012 - 20:12 Vai al commento »
    Tolentinati rassegantevi, avete vissuto dei bei periodi, alla pari o addirittura per qualche anno anche in categorie superiori alla squadra del vostro capapoluogo di provincia, ora provate a godervi un altro anno di Eccellenza: d'altronde per noi, venire a giocare a Tolentino, non è mai stato derby, ma solo una comoda trasferta. E d'altronde Melchiorri merita pacoscenici migliori del vs. campetto.. Forza Rata, presto saremo la Regina delle Marche.
  • La Maceratese rallenta la corsa
    Pari in extremis grazie a Carboni

    51 - Apr 25, 2012 - 22:08 Vai al commento »
    Ed ora andiamo a vincere le prossime due partite! Forza Rata!
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy