Pierantoni al vetriolo su Calvigioni:
«E’ lei che attacca e ora fa la vittima
Accordo con Scipioni?
Non abbiamo deciso»

CORRIDONIA VERSO IL BALLOTTAGGIO - Il candidato del centrosinistra: «È incredibile che chi abbia condotto una campagna elettorale con toni vendicativi e di arroganza verso l'avversario, oggi sostenga di aver vinto perché attaccata. Dalla coalizione della Giampaoli tante offese che minano la mia credibilità»
- caricamento letture
IMG_2982-325x244

Manuele Pierantoni

di Giulia Sancricca

I giorni che porteranno Corridonia al ballottaggio sono giorni di fuoco. Lo si percepisce dai toni accesi con cui le due compagini si affrontano in vista dell’esito finale. Il candidato del centrosinistra, Manuele Pierantoni, non ci sta alle dichiarazioni rilasciate dalla candidata consigliera più votata, Nelia Calvigioni, che tra i ringraziamenti cita anche chi l’ha attaccata (leggi l’intervista).
«È incredibile – esordisce Pierantoni – che chi abbia condotto una campagna elettorale con toni vendicativi e di arroganza verso l’avversario, oggi faccia la vittima e sostenga di aver vinto perché attaccata.
All’incontro organizzato dal Comitato Cittadini Corridonia – ricorda il candidato – , mi è stato dato del vigliacco e mi sono state dette altre pesanti offese, che tutti i presenti hanno ascoltato, solo per aver detto la verità sulla scuola media all’ex Mattatoio, su cui, peraltro, non c’è stata alcuna smentita».

Secondo il candidato che il prossimo 26 giugno sfiderà alle urne Giuliana Giampaoli si tratta di «offese che minano la mia credibilità, quella della mia famiglia e la mia professionalità, senza portare alcuna utilità alla città e perdendo di vista il bene comune».
Poi ne approfitta per togliersi un altro sassolino dalla scarpa che riguarda un commento lasciato sotto un articolo di Cronache Maceratesi. « Un comportamento, quello della minoranza, che si è ripetuto anche con Stefania Tamburrini (assessore uscente della giunta Cartechini, ndr), la quale è stata offesa pesantemente e nessuno ha preso le distanze da affermazioni che riteniamo essere di una gravità assoluta.

Commento-cronache-maceratesi

Il commento a cui si riferisce Pierantoni

Abbiamo assistito a una delle campagne elettorali più scorrette della storia di Corridonia. Offese personali, sermoni di una candidata durante la messa e, dulcis in fundo, volantinaggi e pressioni fuori dai seggi elettorali, anche il giorno del voto. Se i cittadini di Corridonia sono contenti di questo atteggiamento – l’affondo – , li invitiamo a votare per una candidata senza programma elettorale, intenta solo a destabilizzare quanto costruito finora. Noi siamo l’alternativa a questo modo infimo di fare politica – sostiene Pierantoni – , sostenuti da un programma elettorale serio e che guarda al futuro».
Tutto tace, invece, sul fronte degli accordi. Pierantoni non si sbilancia su un possibile patto con Sandro Scipioni. «Abbiamo fatto passare un paio di giorni per analizzare i dati – dice – . Devo ancora valutare insieme al mio gruppo come procedere, non abbiamo ancora deciso se ci faremo avanti o no».

 

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =