Giampaoli rimanda al 26:
«Peccato, per una manciata di voti»
Pierantoni: «Non festeggiano, è già positivo»

ELEZIONI CORRIDONIA - I dati definiti e le dichiarazioni dei due contendenti che si sfideranno al ballottaggio. Il terzo, Sandro Scipioni, attende alla finestra: «Se vogliono qualcosa da noi ce lo dovranno chiedere, altrimenti lasceremo libero il nostro elettorato»
- caricamento letture

corridonia_risultati_definitivi_fb

di Giulia Sancricca

Ci hanno sperato fino all’ultimo Giuliana Giampaoli e i suoi. E fino all’ultimo è sembrato possibile vincere al primo turno. Per una manciata di voti, invece, anche Corridonia rimanda tutto al 26 giugno per il ballottaggio. 

La candidata del centrodestra ha ottenuto il 48,774% con 3.044 voti. Seguono Manuele Pierantoni con il 35,669% con 2.228 voti e Sandro Scipioni 15,526% con 969 voti.

Giampaoli-e-Calvigioni-2-325x217

Giuliana Giampaoli con Nelia Calvigioni

Si dice comunque soddisfatta la candidata del centrodestra: «Per me è un risultato molto buono – dice – credo che siamo tutti soddisfatti del buon lavoro fatto. L’unico rammarico è per la differenza di voto davvero risicata, ma è più grande la gioia: la nostra è una soddisfazione consapevole. Certamente – confida – se avessimo vinto stasera ci sarebbe stata una bella festa, ma accettiamo il verdetto dei cittadini». Guardando ai prossimi 15 giorni di campagna elettorale, Giampaoli annuncia che anche al «ballottaggio faremo la cosa più onesta come fatto fino ad oggi: portare avanti la nostra proposta. A questo, però, si aggiunge l’impegno di convincere gli indecisi e portare a votare chi non ha votato perché importante far riprendere il senso di appartenenza alla città».

giuliana-giampaoli-1-325x217

Giuliana Giampaoli

Anche Corridonia non può non guardare alla bassa affluenza alle urne. «Bisogna tenerne conto – aggiunge Giampaoli – perché è un dato a livello nazionale e bisognerà analizzare anche la qualità del voto, per poi capire cosa hanno scelto i cittadini». Sebbene siano costretti al ballottaggio, uno dei dati emersi è quello del vantaggio in tutte le sezioni: «Abbiamo parlato a zone, persone, categorie diverse che hanno tutte recepito lo stesso messaggio. Credo che sia stata fatta una operazione molto chiara e una offerta alla libertà di scelta dei cittadini». Infine l’appunto sul terzo candidato: «Se fossimo stati solo in due il risultato sarebbe stato diverso – ammette – , ma è chiaro che ognuno ha trovato il proprio elettorato e credo che i toni e i contenuti della campagna elettorale abbiano determinato il risultato».

pierantoni

Manuele Pierantoni

Anche Manuele Pierantoni parla di toni e contenuti, ritenendo però quelli utilizzati dagli avversari «troppo offensivi». A suo avviso la «campagna elettorale poteva essere migliore, invece si sono basati solo su attacchi e critiche alla precedente amministrazione. Certamente – l’affondo – quando abbiamo fatto il confronto in piazza c’era chi diceva che stasera avrebbe festeggiato, invece non è così e già questo è positivo. Per quanto mi riguarda ho fatto il mio dovere, non ho mosso nessuna critica, insulto e offesa. Eravamo soddisfatti del nostro lavoro e lo siamo tuttora che ci giochiamo altri 15 giorni per la partita». Anche secondo il candidato di centrosinistra «bisogna lavorare sull’astensionismo. Cercheremo di convincere chi è rimasto a casa sulla validità del nostro progetto. Siamo sereni e contenti di come è andata e speriamo che le cose possano cambiare». Non si sbilancia su eventuali alleanze in vista del ballottaggio. «Domani vediamo come organizzarci – dice, ricordando che rispetto a cinque anni fa la sua colazione ha perso quasi otto punti percentuali – . Ora è difficile fare una analisi del voto – conclude –  credo che siamo mancati sulle frazioni e bisogna valutare il motivo: se gli elettori hanno scelto questo non è un caso».

sandro-scipioni-1-325x217

Sandro Scipioni

Attende di essere “corteggiato” il terzo candidato, Sandro Scipioni, che non prenderà posizione per il 26 giugno, a meno che non gli vengano fatte delle proposte concrete. «Abbiamo dichiarato dall’inizio che eravamo contrari ai simboli di partito – dice – se gli altri vogliono qualcosa da noi ce lo dovranno chiedere, altrimenti lasceremo libero il nostro elettorato. Possiamo valutare le offerte in base alle nostre richieste che provengono dal nostro programma in cui crediamo fino in fondo per poi dare, se ci sarà un eventuale accordo, il nostro supporto. In settimana ci riuniremo tra noi per fare una analisi del voto e discutere del futuro delle nostre due liste». Scipioni ringrazia però i suoi elettori, soddisfatto della fiducia ricevuta. «Corridonia ha votato in maniera chiara e trasparente – dice – . Per noi comunque è stato un successo, perché ci siamo presentati per la prima volta fuori dai partiti e i mille voti sono una base di partenza per i prossimi anni. Non ci sentiamo colpevoli di nulla – precisa – , abbiamo fatto la nostra campagna e l’elettorato la sua scelta».

Per quanto riguarda le liste a sostegno dei candidati, di seguito i risultati:

Per Giuliana Giampaoli la lista “Cambiamo Corridonia” ha ottenuto il 30,46% con 1.865 voti e “Centrodestra Corridonia” il 19.45% con 1.191 voti.

Per Manuele Pierantoni “Corridonia insieme” ha ottenuto il 24.42% con 1.495 voti e “Pensare Corridonia” il 10.06% con 616 voti.

Per Sandro Scipioni la lista “Corridonia rinasce” conta l’8.41% con 515 preferenze e “Noi cittadini” il 7.19% con 440 voti.

Le schede bianche sono 83 e quelle nulle 179.

Giampaoli-e-Calvigioni-1-650x434

Giampaoli-e-Calvigioni

pierantoni1-650x434

Manuele Pierantoni nella sua sede elettorale

sandro-scipioni-4-650x434

Sandro Scipioni davanti la sede elettorale

sandro-scipioni-3-650x434

sandro-scipioni-2-650x434

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =