Covid-19, la richiesta Anci:
«Prorogare il Cas»

L'APPELLO del presidente regionale Mangialardi: «Occorre anche sospendere gli adempimenti finanziari e contabili in tutto il territorio in capo ai comuni»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Maurizio Mangialardi

 

«Le stringenti norme che limitano a scopo preventivo la mobilità dei cittadini, rendono indispensabile differire i termini per il prossimo 18 marzo per la concessione del Contributo di Autonoma Sistemazione, ma occorre anche sospendere gli adempimenti finanziari e contabili in tutto il territorio in capo ai comuni». A dirlo è Maurizio Mangialardi, presidente di Anci Marche, coordinatore nazionale di Presidenti delle Anci regionali e prossimo candidato del Pd alle Regionali. «Come Anci Marche abbiamo chiesto formalmente al Governo ed in particolare al dipartimento della Protezione Civile competente in questa materia, così come alla Regione Marche informando della nostra azione anche il Commissario alla Ricostruzione Legnini, di prevedere la proroga per la concessione di Cas – aggiunge Mangialardi – perché, per le popolazioni terremotate, presentare le dichiarazioni stanti le norme legate al Coronavirus diventava impossibile. Abbiamo ragionevole motivo per ritenere che le aspettative non saranno deluse. Inoltre, come coordinamento dei presidenti regionali, rilanciamo con forza l’iniziativa del nostro presidente di Anci Decaro che in maniera opportuna e tempestiva ha chiesto formalmente al Ministro Gualtieri di sospendere gli adempimenti finanziari e contabili in capo ai comuni».

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X