«Rimandate l’incontro con Legnini,
si rischia il contagio dei sindaci»

COVID-19 - Il primo cittadino di Caldarola, Giuseppetti, chiede come mai la riunione con il neo commissario alla Ricostruzione non sia stata rinviata: «Non è urgente e trovo la convocazione irresponsabile»
- caricamento letture
luca-maria-giuseppetti

Luca Giuseppetti

 

«Da tutte le parti le raccomandazioni sono univoche: evitate ogni forma di contatto, restate a casa, se potete non frequentate posti affollati e limitate il più possibile luoghi di aggregazione allora che senso ha la riunione di domani con tutti i sindaci del sisma?». A domandarlo Luca Maria Giuseppetti, sindaco di Caldarola, che chiede come mai la riunione non si possa rinviare data l’emergenza coronavirus in atto. Domani i sindaci sono stati convocati a Camerino per incontrare il neocommissario alla Ricostruzione Giovanni Legnini e il governatore Luca Ceriscioli.

«Sono passati quasi 4 anni dagli eventi sismici e poco è stato fatto, le riunioni convocate non hanno portato a decisioni determinanti, quindi qual’è l’utilità della convocazione di domani, in piena emergenza coronavirus, se non mettere a rischio i primi cittadini che poi potrebbero diffondere il contagio nei loro paesi – dice Giuseppetti -. Oltretutto alla riunione è prevista la presenza del presidente Ceriscioli, proveniente da Pesaro, zona arancione, dove i residenti non possono uscire se non per motivi urgenti di salute. Anche il commissario per la Ricostruzione in questi giorni praticamente sta girando mezza Italia ed è a contatto diretto anche con cittadini a rischio contagio. Non mi tiro indietro, non l’ho mai fatto e non lo farò in futuro, ogni mio dovere di primo cittadino l’ho sempre sostenuto con forza e coraggio, ma trovo irresponsabile, nonostante le tante raccomandazioni, convocare questa riunione assolutamente non urgente. Mi aspettavo un rinvio, com’è logico che fosse, visto che sono state rimandate cose molto più impellenti, non capisco come mai questa conferenza sia ancora confermata e non posticipata di qualche settimana, e soprattutto mi stupisce come mai nessuno fino a questo momento abbia sollevato il problema. Quindi, ancora una volta faccio il “bastian contrario” e, in attesa di avere riscontri da parte di chi ci amministra, mi riservo la facoltà di partecipare».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X