Maurizio Mosca: «Non mi candido
ma farò di tutto per Parcaroli»

MACERATA 2020 - Il consigliere comunale annuncia che la sua lista 'Città Viva' confluirà nella civica di Parcaroli: «dal primo agosto fino al giorno delle elezioni mi metterò in pausa dal lavoro per aiutarlo in ogni modo». Il quadro delle liste di centrodestra con Anna Menghi data quasi per certa come candidata alle Regionali per la Lega
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

mosca-parcaroli

Maurizio Mosca e Sandro Parcaroli

 

E’ stato il regista del tavolo del centrodestra che si è riunito per oltre un anno alla ricerca di un candidato sindaco che accontentasse tutti. Ed ora che il centrodestra di Macerata si è ritrovato unito dopo 20 anni di divisioni dietro al nome di Sandro Parcaroli, Maurizio Mosca (il regista) fa un passo di lato. «Non mi candiderò ma sarò vicino a Sandro come e quando lui lo vorrà e al meglio delle mie possibilità – dice Momo Mosca a Cronache –  La mia lista (Città Viva) non si presenterà e qualcuno confluirà nella civica di Parcaroli. Credo di aver fatto il mio tempo, non intendo fare ancora il consigliere comunale, è giusto dare spazio altri». Già lo scorso inverno Mosca era stato più volte tirato per la giacchetta da diversi esponenti politici per candidarsi sindaco essendo il nome che più degli altri metteva d’accordo la coalizione ed avendo ottenuto un gran risultato alle comunali del 2015 correndo quasi da solo. Ma lui aveva sempre risposto no, “a 66 anni voglio fare il nonno” ha ripetuto più volte. Oggi ha un grande rammarico: «Cinque anni fa non ha vinto Carancini, abbiamo perso noi presentandoci divisi, addirittura con quattro candidati sindaci di centrodestra. Ora incredibilmente siamo tutti insieme, Parcaroli alla fine ha accettato la candidatura e mi sembra un miracolo». Mosca, storico presidente della Maceratese e sponsor del softball campione d’Europa, ha in comune con Parcaroli il sostegno alla sport cittadino e anche alla cultura (è l’ideatore dei cento mecenati). «Sono sicuro, Sandro è la scelta migliore che il centrodestra potesse fare – aggiunge Mosca – Io dal primo agosto fino al giorno delle elezioni mi metterò in pausa dal lavoro per aiutarlo in ogni modo. Voglio vedere una Macerata diversa, più competitiva. E con Sandro questo sarà possibile».

anna-menghi

Anna Menghi

Non ci sarà neanche la civica di Anna Menghi che confluirà nella Lega in vista di una sua candidatura alle regionali che viene data quasi per certa. Lo schieramento di centrodestra sarà composto dalla civica di Parcaroli e da cinque partiti (Lega, Fdi, Forza Italia, Udc e il Nuovo Cdu che domani sera presenterà la lista). Anche Deborah Pantana, candidata alle regionali nella civica di Acquaroli, ha annunciato che presenterà una lista a sostegno di Parcaroli. Nella Lega resta il nodo Andrea Marchiori che vorrebbe fare l’assessore in caso di vittoria ma senza scendere in campo: gli altri della lista e lo stesso Parcaroli non ne sono certo entusiasti.

(m .z.)

 

Mosca 2020: «Non mi candido sindaco Gioco regista contro il sistema Carancini Per colpa di Renzi dovrò cambiare lista»

 

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X