Parcaroli lascia l’incarico in Confindustria
Residenza fuori città? Non è il solo

MACERATA 2020 - Un atto dovuto quello del patron di Med Store, lo statuto dell'associazione prevede l'incompatibilità con la vicepresidenza. Intanto è al lavoro per il programma e qualcuno fa notare che anche Ricotta risiede in un altro comune, a Tolentino. Entrambi trascorrono la maggior parte del tempo nel capoluogo
- caricamento letture
sandro-parcaroli

Sandro Parcaroli

 

di Luca Patrassi

Confindustria Macerata perde uno dei suoi vicepresidenti. Con l’accettazione della candidatura a sindaco del centrodestra, Sandro Parcaroli, patron di Med Store, ha lasciato la carica nello staff guidato da Domenico Guzzini. Un atto dovuto, quello di Parcaroli, visto che Confindustria è un’associazione apolitica e lo statuto prevede l’incompatibilità tra le cariche negli organismi direttivi dell’associazione e quelle politiche. Quanto al fronte elettorale comunale, Parcaroli – come promesso nel discorso di presentazione della candidatura – sta lavorando su alcuni progetti che saranno presentati a brevissima scadenza ed in questo senso sta incontrando alcuni “saggi” per un confronto su alcuni temi. Partiti e movimenti civici sono intanto al lavoro per formalizzare la presentazione delle liste. L’Udc ha annunciato per sabato prossimo un incontro di presentazione dei quadri dirigenti e delle motivazioni che hanno portato alla scelta di campo nella coalizione guidata da Sandro Parcaroli.

NarcisoRicotta_SedeElettorale_FF-19-325x217

Narciso Ricotta

Intanto l’attacco mosso da alcuni esponenti del centrosinistra a Sandro Parcaroli per il suo, “non essere un maceratese”, ha prodotto il risultato che, sempre all’anagrafe, anche il candidato sindaco del centrosinistra Narciso Ricotta è un “non maceratese” essendo residente a Tolentino. Come dire che se di residenza bisogna parlare, bisogna prima controllare dove finisce il colpo che si pensa di “sparare”. In realtà, ammesso che la residenza a Macerata debba essere uno strumento di lotta politica, sia Parcaroli che Ricotta a Macerata si incontrano tutti i giorni da diversi anni per una lunga serie di motivi, affettivi, sociali e di lavoro. Parcaroli ha già replicato dicendo che – pur abitando in campagna a Crispiero di Castelraimondo – i suoi figli sono residenti a Macerata, la sua azienda ha il quartier generale a Macerata, ha sostenuti attività sportive e culturali a Macerata, lui stesso è stato residente per tanti anni a Macerata oltre a lavorarvi per 13 ore al giorno. Quanto a Ricotta a Macerata lavora, vi fa politica da tanti anni, poi ha la residenza a Tolentino. Non è reato, neanche per un candidato sindaco, a meno di non voler tornare all’epoca delle mura, dei castelli e dei ponti levatoi.

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X