Cherubini contro lo spreco alimentare
«Le amministrazioni possono fare tanto»

MACERATA 2020 - Il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle propone la sua idea: «Realizzeremo una app locale che metta in rete tutte quelle attività che desiderano offrire a prezzi stracciati quei prodotti non venduti»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

«Ogni settimana finiscono nel bidone della spazzatura quasi 5 euro a famiglia, pari a 6,5 miliardi all’anno in Italia. Non è solo un problema etico ed economico, ma anche ambientale. Le amministrazioni possono fare tanto, oltre ovviamente ai cittadini che debbono fare attenzione a ciò che acquistano, alla scadenza, alle cose che hanno in frigo per settimane. Purtroppo lo spreco alimentare riguarda anche prodotti ancora commestibili ed è su questo specifico settore che le nostre proposte possono essere risolutive».

Roberto-Cherubini

Roberto Cherubini

Sono le parole di Roberto Cherubini, candidato sindaco a Macerata per il Movimento 5 stelle, che continua con un’altra puntata dei suoi video sulle proposte per la città. In questo affronta appunto il tema dello spreco alimentare e di come provare a contenerlo. «Noi – spiega infatti il candidato grillino – realizzeremo una app locale che metta in rete tutte quelle attività alimentari che desiderano offrire a prezzi stracciati quei prodotti alimentari non venduti che altrimenti andrebbero nelle pattumiere. Mi riferisco per esempio ai ristoranti o alle pasticcerie. Per essere concreto vi invito a visionare la app “Too good to go”, grazie alla quale tante attività mettono a disposizione dei clienti prodotti non consumati a prezzi eccezionali in orari da loro scelti. Lo stesso vale per altri tipi di prodotti alimentari e per i cittadini sapere che un certo locale ad una certa ora anziché buttare certi prodotti li offre a prezzi modici è utile sotto ogni punto di vista. Altro aspetto da monitorare con attenzione – continua Cherubini – è quello delle mense scolastiche che da quanto sono venuto a sapere hanno spesso degli avanzi alimentari. Potremmo organizzarci evitando che vengano buttati per essere invece inseriti in contesti diversi di bisogno. E’ un lavoro semplice, con investimenti trascurabili ma che porterà benefici a tutti. Oltre a non sprecare renderemo conveniente il compostaggio domestico anche per chi non ha un giardino per cui anche gli avanzi alimentari non riutilizzabili non andranno ad aumentare l’immondizia ma diventeranno terriccio utile in casa».

 

Cherubini punta a piantare un albero per ogni nato (Video)

Cherubini punta al poker di liste Il M5S certifica la candidatura a sindaco

 

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X