facebook twitter rss

Bar e ristoranti,
Confesercenti ai sindaci:
«Sospensione Tosap e riduzione Tari»

CIVITANOVA - La Fiepet, in assenza di provvedimenti statali, chiede al sindaco Ciarapica di sospendere i pagamenti per le imprese rese inattive a causa del Coronavirus
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
43 Condivisioni

 

Sospensione dei pagamenti per l’occupazione di suolo pubblico e riduzione della tassa rifiuti. A chiederlo è la Confesercenti Marche sud adriatico relativamente alle attività che a causa dell’emergenza Coronavirus hanno dovuto chiudere. In particolare la Federazione italiana degli esercenti pubblici e turistici (che raduna bar, ristoranti, hotel) ha scritto nei giorni scorsi al sindaco Fabrizio Ciarapica e ad altri primi cittadini della costa per salvaguardare quelle attività che hanno subìto un danno diretto. «Allo stato attuale non abbiamo notizia di provvedimenti statali che intervengano, dando sostegno alle imprese, sul tema dei versamenti inerenti la produzione di rifiuti per le attività legate a ristorazione e turistiche, per il periodo di sospensione,oltre che dei versamenti relativi all’occupazione del suolo pubblico da parte degli operatori delle categorie interessate, le cui attività sono state chiuse o sospese» spiega Alessandro Marini presidente Fiepet Confesercenti Marche sud adriatico. Da qui la richiesta ai sindaci ad adottare provvedimenti che vadano nella direzione di ridurre la tassa rifiuti dato il mancato conferimento e congelare i pagamenti per la Tosap o per il canone per l’occupazione di dehors e suolo pubblico. «Seppur in secondo piano rispetto ai legittimi timori legati alla salute – conclude Marini – la preoccupazione circa il pagamento dei tributi sta attanagliando la categoria, pagamenti difficilmente compatibili con la situazione di chiusura che stiamo vivendo. E’ per questo motivo che partendo da San Benedetto abbiamo inviato a tutti i sindaci un accorato appello affinché si attivino per una moratoria».

Articoli correlati




Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X