Coronavirus, muore medico di Cingoli

PANDEMIA - Francesco Foltrani aveva 67 anni, era stato in contatto con alcuni ricoverati della casa di riposo dove si è scatenato un focolaio. I messaggi di cordoglio e dolore della comunità
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Francesco Foltrani

 

di Leonardo Giorgi

La conta dei morti da infezione di Coronavirus continua a salire a Cingoli. La sesta vittima è Francesco Foltrani. Medico di base, conosciutissimo e stimatissimo nella comunità, è scomparso oggi all’età di 67 anni. Foltrani lascia la moglie Laura e i figli Marco e Chiara. Il dottore era stato ricoverato nell’ospedale di Jesi in gravi condizioni. Nelle settimane precedenti l’uomo era entrato in contatto con alcuni ospiti della casa di riposo, dove è esploso il focolaio dell’infezione. Foltrani, durante la sua carriera, ha curato e assistito con estrema professionalità centinaia di famiglie di Cingoli, come dimostrato dall’ondata di messaggi di cordoglio che hanno invaso i social network. Oggi è il secondo morto a Cingoli dopo che questa mattina si è spenta, a 94 anni, Clara Muzi, ospite della casa di riposo. Ieri invece è morta Gabriella Angelucci, aveva 58 anni, ed era ricoverata a Jesi.

Palpabile il dolore della comunità che filtra dalle centinaia di messaggi sulle pagine social di Cingoli e dei famigliari del dottor Foltrani. «Grande amico mio, il tuo senso del dovere ti ha portato ad immolarti per gli altri. La tua famiglia deve essere fiera di te perché sei stato un grande uomo e padre» scrive Pierluigi Goro. «Ci ha lasciati una grande persona, un amico un medico sempre disponibile con tutti pronto ad aiutare. Mancherai alla nostra Cingoli, alla tua famiglia. Grazie per quando mi hai aiutata con mia madre. Persone così non si dimenticano», la dedica di Ivana Marchegiani. «Abbiamo perso una grande persona» sottolinea Giuseppe Falappa. «Il mio dottore…è atroce quello che sta succedendo», il commento di Giuseppe Francucci. «Sei stato un grandissimo uomo prima di tutto e un gran dottore» scrive Gionata Coppari. Leonardo Emiliani riflette sulla situazione di Cingoli: «Non ci sono parole per questa strage, solo rammarico e dolore. Prima di un medico, una persona buona e affettuosa». In tantissimi descrivono Foltrani come un dottore profondamente umano, sempre pronto a mettere a loro agio i suoi pazienti: «Il mio amatissimo grande dottore, sempre con il sorriso e spesso scherzava con mia figlia perché hanno lo stesso tipo di macchina! Ci mancherai dottore!», il ricordo di Patrizia Paciarotti. «Oggi la nostra comunità perde un Grande Uomo. Un medico di famiglia speciale, disponibile, paziente, capace di ascoltare e di rassicurare, un punto di riferimento, un affetto per noi», il messaggio di Sofia Arbusti. 
Anche il presidente dell’Ordine dei medici di Macerata, il dottor Romano Mari, si è espresso sulla scomparsa di Francesco Foltrani: «Francesco ha speso tutto se stesso fino alla fine, è un martire della professione e non possiamo permetterci di perdere medici perché mancano le protezioni. Esprimo alla famiglia le mie personali condoglianze e il mio dolore e insisto affinché tutto il personale sanitario sia protetto».

(Ultimo aggiornamento alle 19)

L’Ordine dei medici pronto allo sciopero: «A Cingoli il primo martire, non possiamo permettercelo»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X